Gara - ID 162

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Monte San Giovanni Campano
ProceduraAperta
CriterioMinor prezzo
OggettoLavori
Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
CIG8286418263
CUPJ13J19000090004
Totale appalto€ 247.731,37
Data pubblicazione 05/05/2020 Termine richieste chiarimenti Venerdi - 22 Maggio 2020 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 25 Maggio 2020 - 12:00 Apertura delle offerteMartedi - 26 Maggio 2020 - 10:00
Categorie merceologiche
  • 45 - Lavori di costruzione
DescrizioneInterventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
Struttura proponente servizio ll.pp.
Responsabile del servizio Geom. Paolo OTTAVIANI Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File p7m a09-sistemazione-scalinata-parapetti-e-facciate-blocco-loculi-lb1.pdf.p7m - 327.46 kB
05/05/2020
File p7m a10-sistemazione-aiuole.pdf.p7m - 337.81 kB
05/05/2020
File p7m d01-relazione-tecnica.pdf.p7m - 473.33 kB
05/05/2020
File p7m a11-pavimentazioni.pdf.p7m - 337.27 kB
05/05/2020
File p7m d02-computo-metrico-estimativo.pdf.p7m - 399.23 kB
05/05/2020
File p7m d03-qte.pdf.p7m - 459.01 kB
05/05/2020
File p7m d05-computo-metrico-oneri-per-la-sicurezza.pdf.p7m - 225.21 kB
05/05/2020
File p7m d04-elenco-prezzi-e-analisi-np.pdf.p7m - 428.63 kB
05/05/2020
File p7m d06-quadro-incidenza-percentuale-della-manodopera.pdf.p7m - 251.94 kB
05/05/2020
File p7m d07-cronoprogramma.pdf.p7m - 219.22 kB
05/05/2020
File p7m d08-piano-di-manutenzione.pdf.p7m - 253.96 kB
05/05/2020
File p7m d09-piano-di-sicurezza-e-coordinamento.pdf.p7m - 2.18 MB
05/05/2020
File p7m d11-schema-di-contratto.pdf.p7m - 256.25 kB
05/05/2020
File p7m s01-progetto-strutturale-corpo-a-blocco-loculi-lb1.pdf.p7m - 353.09 kB
05/05/2020
File p7m s02-progetto-strutturale-corpo-b-blocco-loculi-lc8.pdf.p7m - 343.65 kB
05/05/2020
File p7m 00-elenco-allegati.pdf.p7m - 78.81 kB
05/05/2020
File p7m a01-inquadramento-rilievi-e-demolizioni.pdf.p7m - 331.72 kB
05/05/2020
File p7m a02-progetto-architettonico-corpo-a-blocco-loculi-lb1.pdf.p7m - 443.45 kB
05/05/2020
File p7m a04-marmorazioni-e-finiture.pdf.p7m - 239.91 kB
05/05/2020
File p7m a03-progetto-architettonico-corpo-b-blocco-loculi-lc8.pdf.p7m - 409.78 kB
05/05/2020
File p7m a05-particolare-ringhiera-smaltimento-acque-meteoriche.pdf.p7m - 274.29 kB
05/05/2020
File p7m a06-impianto-elettrico-blocco-lb1.pdf.p7m - 220.93 kB
05/05/2020
File p7m a07-impianto-elettrico-blocco-lc8.pdf.p7m - 176.31 kB
05/05/2020
File p7m a08-interventi-cappelline-stazioni-via-crucis.pdf.p7m - 235.65 kB
05/05/2020
File p7m d10-capitolato-speciale-di-appalto.pdf.p7m - 1.16 MB
05/05/2020
File pdf disciplinare-cimitero-msgc - 1.36 MB
05/05/2020
File p7m disciplinare-cimitero-msgc.pdf - 1.36 MB
05/05/2020
File doc modulo-offerta-per-minor-prezzo - 126.50 kB
05/05/2020
File doc modulo-ausiliaria-lavori - 134.50 kB
05/05/2020
File doc modulo-a-1-domanda-di-partecipazione-e-dichiarazioni-aperta-lavori- - 235.50 kB
05/05/2020
File doc schema-presa-visione-luoghi-autonoma - 31.50 kB
05/05/2020
File doc modulo-atto-di-impegno- - 137.00 kB
05/05/2020
File doc modulo-ausiliata- - 135.50 kB
05/05/2020
File xls aggiudicazione-provvisoria-con-calcolo-importo - 56.50 kB
27/08/2020
File xls aggiudicazione-provvisoria-con-calcolo-importo-aggiornato - 63.50 kB
27/08/2020
File pdf verbale-di-verifica-e-rettifica-soglia-di-anomalia - 1.13 MB
27/08/2020
File p7m verbale-di-verifica-e-rettifica-soglia-di-anomalia.pdf - 1.13 MB
27/08/2020
File p7m verbale-27.08.2020-apertura-offerte-economiche.pdf - 1.61 MB
27/08/2020
File pdf verbale-27.08.2020-apertura-offerte-economiche - 1.60 MB
27/08/2020
File pdf Avviso di appalto aggiudicato - 655.03 kB
17/11/2020
File pdf Avviso di appalto aggiudicato - 655.03 kB
17/11/2020

Aggiudicazione definitiva - 1015 \26/09/2020

Calcolo offerte anomale: Ai sensi dell'art. 97 c.2 lett. 2 del D.Lgs. 50/2016 - Soglia di anomalia individuata: 29.899

02672640600

SAM COSTRUZIONI SRL -

Partecipanti

RAGGRUPPAMENTO

02642760603

F&D COSTRUZIONI DI PERELLA FEDERICO & C. SAS - 04-CAPOGRUPPO

01382310520

SABI DI CUCCURULLO SABATO & C. S.A.S - 01-MANDANTE

11185721005

Beta Appalti S.r.l. -

GSMMLE72T58I838V

GSM IMPIANTI S.R.L. UNIPERSONALE -

RAGGRUPPAMENTO

06498891008

Edilizia 2001 di Ferracci Fabriano & C. sas - 04-CAPOGRUPPO

07816541002

Pasquini Impianti srl - 01-MANDANTE

RAGGRUPPAMENTO

05464111219

FRATELLI ESPOSITO COSTRUZIONI SRL - 04-CAPOGRUPPO

05648431210

E.CAS. IMPIANTI S.R.L. - 01-MANDANTE

11305951003

celletti costruzioni generali srl -

06112951212

B.M. SYSTEM S.R.L. -

02508130602

ESSE.CI. SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA -

02439230604

Tosco S.r.l. -

RAGGRUPPAMENTO

02718520592

Caporini Costruzioni S.r.l. - 04-CAPOGRUPPO

01906260599

SIMONESCHI S.R.L. - 01-MANDANTE

02964720615

APPALTIDIBELLOSRL -

03496620612

D.C. COSTRUZIONI SRL UNIPERSONALE -

07722271215

ROMANO COSTRUZIONI S.R.L. -

RAGGRUPPAMENTO

02369920604

INTESA COSTRUZIONI SRL - 04-CAPOGRUPPO

02466300601

MOLIRI S.R.L. - 01-MANDANTE

02207870599

papa umberto srl -

02444070607

GLOBAL SRL -

09535941000

C.L.T. TRASPORTI SRL -

04140910615

VENDITTO MICHELE -

05638501212

TECNO SERVICE S.U.R.L. -

07045061004

sa.fo. costruzioni srl -

10869151000

M.I.T. SRL -

11545391002

PIACENTINI APPALTI SRL -

07745431218

GIPI S.R.L. -

02197520592

CARDI COSTRUZIONI SRL -

RNDGTN68M17E213H

Rondinone Gaetano -

07232540588

CO.GE.I. S.R.L. -

02576670604

DI MURRO FRANCESCO S.R.L. -

03932400611

SCALZONE COSTRUZIONI SRLS -

03011490608

ECO F.A.R. COSTRUZIONI SRL -

04071080636

SOCIETA' COOPERATIVA EDIL AN.PA. arl -

00809870942

Ing Antonio Buono srl -

02122770601

F.C. COSTRUZIONI EDILI E STRADALI S.R.L. -

CSTGPP95D10G964I

APPALGEN di Costagliola Giuseppe Davide -

04358520619

Praga srl -

14966871007

Gruppo IMC Innova Srl -

02646390605

AMBROSETTI GROUP SRL -

02416380604

p.f. building srl -

02997910605

CO.GE.IN S.r.l. -

07741571215

TUTINO GROUP S.R.L. -

02780400608

RICCI SCAVI SRLS -

RAGGRUPPAMENTO

02639980602

EDO COSTRUZIONI SRL - 04-CAPOGRUPPO

03335460543

IMPIANTI E SISTEMI INTEGRATI S.R.L. IN FORMA ABBREVIATA: I.S - 01-MANDANTE

ZPPMHL50R29H324U

ZEPPIERI MICHELE -

04050200619

C.M. EDILIZIA s.r.l. -

03765920610

D. EDIL PROJECT SRL -

03789810615

Edilizia Calena S.r.l. -

02681960601

P. COSTRUZIONI SRL -

08074030589

GI.FE. COSTRUZIONI SRL -

02521330601

COSTRUZIONI GENERALI ALBETUM S.r.l. -

05273650589

Società Marino & Figli srl -

02672640600

SAM COSTRUZIONI SRL -

02820000608

CO.GE.CO COSTRUZIONI E APPALTI. S.R.L -

06003341218

PA MO COSTRUZIONI S.R.L. -

02169130602

COSTRUZIONI TAGLIAFERRI SRL -

02600610600

LANZI COSTRUZIONI SRL -

02355580594

FEL COSTRUZIONI S.R.L. -

CRRGST70B05E527D

Edilcasa di Augusto Carroccia -

12738281000

GEO SRL -

03006760601

cv costruzioni s.r.l. -

02510630607

ZOVINI SRL -

04232881005

EDIL MO.DI. S.R.L. -

08001521007

EDILCODED S.R.L. -

01655530606

SICES DI LANZI RODOLFO & C. S.A.S. -

02922760604

AEDIFICA SRL -

02317100606

MONTANA SRL -

14349531005

DAMA APPALTI SRL -

02934650603

PRICO Srl -

09249161002

CFC SRL -

03771011214

EDILSERVICE S.R.L. -

02934570611

AR.CO EDIL -

01533830590

TATA SRL -

13298751002

Great Building srls -

10835311001

ATHENA SRL A S.U. -

10540541009

ELECTRA IMPIANTI - SOCIETA' A RESPONSABILITA' LIMITATA -

02314460607

PARENTE LAVORI SRL -

02095810608

F.LLI URBANO S.N.C. DI URBANO ROCCO -

10972801004

AIFOS SRL -

02577650597

GML APPALTI S.R.L. -

09578981004

Costruzioni Generali Paoletti Srl -

10304301004

da.ma.lo. costruzioni srl -

NRCPTR58D08G749B

NIRCHI PIETRO -

04414451007

Sapori S.r.l. -

10587951004

La Ristrutura Srl -

07519480631

EDIL M.A.L. -

13836701006

ICS APPALTI SRL -

PRRNTN72L06G902I

PARRELLA GEOM. ANTONIO -

02193360605

D.P. COSTRUZIONI SAS DI MONIA PAGLIA -

Avvisi di gara

17/11/2020Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
17/11/2020Avviso di appalto aggiudicato - Procedura Aperta: Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
Si comunica che è stato pubblicato l'avviso di appalto aggiudicato per la gara in oggetto...
17/11/2020Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
27/08/2020Avviso di rettifica per gli operatori economici
A seguito di un riscontro eseguito sul file excel si è rilevato che la somma dei ribassi al netto delle ali non considerava i valori offerti dai concorrenti : RT F.lli Esposito e Ambrosetti Group (ultime due offerte prima del’ala di maggior ribasso) d...
27/08/2020Avviso per gli operatori economici
Con la presente si comunica che nella sezione allegati è stato caricato un file excel contenente l’elenco delle ammese, i ribassi offerti ed il calcolo per individuare il soggetto per il quale è stata avanzata la proposta di aggiudicazione....
27/08/2020Avviso agli utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/96568669228?pwd=bTY3dFZQcDhZbFRQWkNpcE5ZVVV2UT09 In caso di cadut...
24/08/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta B - Offerta economica della procedura Aperta: Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI MONTE SAN GI
Si comunica che l'apertura della busta Busta B - Offerta economica per la procedura in oggetto avverra in data Giovedi - 27 Agosto 2020 - 12:00...
27/05/2020Avviso agli utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto, quale continuazione di quella di ieri 26/05/2020, potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/92561271128?pwd=...
26/05/2020Avviso di seduta pubblica
Si comunica che alle ore 18:40 la seduta pubblica è stata sospesa per essere ripresa domani 27/05/2020 alle ore 11:00. Sarà pubblicato un nuovo link per connettersi alla seduta....
26/05/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa della procedura Aperta: Interventi per la realizzazione di un blocco loculi tip. LB1 e LC8 con la sistemazione di aree interne ed esterne del Cimitero Capoluogo COMUNE DI
Si comunica che l'apertura della busta Busta A - Documentazione Amministrativa per la procedura in oggetto avverra in data Mercoledi - 27 Maggio 2020 - 11:00...
26/05/2020Avviso agli utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/95442117910?pwd=MjBsTDFBeURJS0NrWDdlMCtvTXlYZz09    ...
08/05/2020errata corrige cig
si comunica che il CIG corretto è 8268418263.    ...

Chiarimenti

  1. 08/05/2020 07:24 - il CIG 8286418263 indicato non consente la generazione del pagamento del contributo di gara e del passoe in quanto riporta che non è corretto
     


    il CIG corretto è il seguente 8268418263
    08/05/2020 11:44
  2. 08/05/2020 10:01 - Salve ma il sopralluogo di presa visione deve essere concordato con un tecnico dell’Amministrazione Provinciale o Comunale? O non è necessario un Vs incaricato?

    il sopralluogo deve esser svolto in maniera autonoma senza concordarlo con nessuno
    08/05/2020 11:51
  3. 08/05/2020 17:11 - Buonasera, siamo in possesso della categoria OG1 Classe III-Bis, vorremmo sapere se potessimo partecipare alla procedura come impresa singola.
    Nel caso non fosse possibile partecipare come impresa singola e volessimo subappaltare i lavori inerenti la categoria OS30, quali sono le condizioni valide affinchè sia accettato il subappalto?
    Grazie.


    Richiamato il DM 248/2016 il concorrente è obbligato a dimostrare il possesso di qualificazione nella categoria OS 30. 

    Qualificazione che, come riportato nel disciplinare di gara, può essere dimostrata attraverso:

    - dimostrazione dei requisiti di cui all’art. 90 del DPR 207/2010 o possesso di attestazione SOA in categoria OS 30 o OG 11 (visto quanto previsto nel DM 248/2016).
    - l’utilizzo dell’istituto dell’avvalimento in quanto l’incidenza della lavorazione nella categoria OS 30 è inferiore al 10%
    - la costituzione di un’ATI verticale. 

    In riferimento al sub appalto valgono le regole di cui all’art, 105 del codice con la limitazione per le categorie di cui all DM 248/2016 secondo cui per dette categorie il limite del sub appalto è il 30% del valore dei lavori nella stessa categoria 

    DA cui l’impersa per partecipare oltre alla OG 1 (che possiede) deve dimostrare il possesso nella categoria OS 30.
    11/05/2020 13:59
  4. 09/05/2020 19:24 - 1 – Ci Vuole la Qualificazione OS30 obbligatoria Impianto elettrico o art. 90 del DPR 207/2010  € 9.005,32 3,64 scorporabile o puo essere subappaltato?
    di NON essere in possesso:
    • della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO9000;
    • di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009;
    • di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI ENISO14001;
    • del marchio di qualità ecologica dell'Unione europea (Ecolabel UE) ai sensi del regolamento (CE) n. 66/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009,  in relazione ai beni o servizi che costituiscano almeno il 50 per cento del valore dei beni e servizi oggetto del contratto stesso;
    •  che sviluppano un inventario di gas ad effetto serra ai sensi della norma UNI EN ISO 14064-1 o un'impronta climatica (carbon footprint) di prodotto ai sensi della norma UNI ISO/TS 14067;
    • di  rating di legalità e rating di impresa o della attestazione del modello organizzativo, ai sensi del decreto legislativo n. 231/2001 o di certificazione social accountability 8000, o di certificazione del sistema di gestione a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, o di certificazione OHSAS 18001, o di certificazione UNI CEI EN ISO 50001 riguardante il sistema di gestione dell'energia o UNI CEI 11352 riguardante la certificazione di operatività in qualità di ESC (Energy Service Company) per l'offerta qualitativa dei servizi energetici e per gli operatori economici in possesso della certificazione ISO 27001 riguardante il sistema di gestione della sicurezza delle informazioni.  di essere in possesso, così come si evince dalla documentazione presentata:
       
    • della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO9000;
    • di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009;
    • di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI ENISO14001;
    • del marchio di qualità ecologica dell'Unione europea (Ecolabel UE) ai sensi del regolamento (CE) n. 66/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009,  in relazione ai beni o servizi che costituiscano almeno il 50 per cento del valore dei beni e servizi oggetto del contratto stesso;
    •  che sviluppano un inventario di gas ad effetto serra ai sensi della norma UNI EN ISO 14064-1 o un'impronta climatica (carbon footprint) di prodotto ai sensi della norma UNI ISO/TS 14067;
    • di  rating di legalità e rating di impresa o della attestazione del modello organizzativo, ai sensi del decreto legislativo n. 231/2001 o di certificazione social accountability 8000, o di certificazione del sistema di gestione a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, o di certificazione OHSAS 18001, o di certificazione UNI CEI EN ISO 50001 riguardante il sistema di gestione dell'energia o UNI CEI 11352 riguardante la certificazione di operatività in qualità di ESC (Energy Service Company) per l'offerta qualitativa dei servizi energetici e per gli operatori economici in possesso della certificazione ISO 27001 riguardante il sistema di gestione della sicurezza delle informazioni.  
    se non si hanno tipo di certificazioni non si puo partecipare?
     


    In merito al quesito posto

    1.) per partecipare alla gara è indispensabile qualificarsi nella categoria OS 30 secondo uno dei seguenti metodi

    - dimostrazione dei requisiti di cui all’art. 90 del DPR 207/2010 o possesso di attestazione SOA in categoria OS 30 o OG 11 (visto quanto previsto nel DM 248/2016).
    - l’utilizzo dell’istituto dell’avvalimento in quanto l’incidenza della lavorazione nella categoria OS 30 è inferiore al 10%
    - la costituzione di un’ATI verticale. 

    2.) per la partecipazioni non sono richieste altre certificazioni obbligatorie. Quelle riportate nel quesito sono quelle che la norma elenca per ottenere una riduzione della cauzione. Quindi il mancato possesso non è causa di esclusione.
    11/05/2020 14:02
  5. 11/05/2020 11:30 - La scrivente, essendo una società con sede nella Regione Campania, chiede se è possibile fare un sopralluogo con sistema informatico, dato che gli spostamenti tra Regioni sono consentiti solo per comprovanti esigenze lavorative per la situazione Covid 19. 

    Per quanto di conoscenza non si sono rileivi informatici (scansione laser) dello stato dei luoghi, Quindi l’impresa dovrà svolgere il sopralluogo secondo quanto prevsito nel disciplinare di gara. Ossia:

    da un soggetto di cui all’articolo 80, comma 3, del Codice, attualmente in carica;
     da un dipendente dell’offerente, purché munito di apposita delega rilasciata da uno dei soggetti indicati in precedenza; 
    da un soggetto terzo purché munito di apposita procura notarile;

    inoltre il soggetto che materialmente esegguirà il sopralluogo dovrà attenersi alle regole per il corona virus

    inoltre dovrà procedere al sopralluogo secondo quanto disposto dal disciplinare ossia:
    ” Al fine di dare prova dell’avvenuto sopralluogo il soggetto che effettuerà la visita dovrà scattare due foto che consentano di ricondurre l’immagine ai luoghi oggetto di intervento e che contengano l’immagine di chi ha svolto il sopralluogo da cui sia possibile rilevare il viso in modo chiaro. Dette immagini saranno intese come prove per la veridicità della dichiarazione e quindi utilizzate ai fini del controllo di cui all’art. 71 del DPR 445/2000. Ricordando che il sopralluogo dovrà essere svolto dai un soggetto di cui alla precedente lettera b) sempre nell’ottica della veridicità della dichiarazione e quindi utilizzate ai fini del controllo di cui all’art. 71 del DPR 445/2000 si procederà ad un confronto tra l’immagine del viso di chi fa il sopralluogo con l’immagine presente nel documento di riconoscimento che dovrà essere allegata alla documentazione. Successivamente si provvederà a verificare il rispetto di quanto disposto alla lettera b) 

    Sopralluoghi svolti in maniera diversa dovranno essere accompagnati da prove che possano attestare la veridicità della dichiarazione di avvenuto sopralluogo. La mancata allegazione di prove diverse da quella richiesta che non consentono al seggio la possibilità di controllare la veridicità della dichiarazione, determina l’esclusione del concorrente.

    Proceduralmente il concorrente dovrà allegare l’autocerticazione (allegato presa visione autonoma) allegando le foto.”
    11/05/2020 14:09
  6. 11/05/2020 17:26 - In merito al sopralluogo si chiedono quali sono gli orari in cui è possibile effettuarlo. Saluti.

    si precisa che gli orari sono i seguenti 9.00 -12.00  e dalle 15.00 alle 17.00 tutti i giorni compresi sabato e domenica
    12/05/2020 12:00
  7. 12/05/2020 15:46 - Buonasera, grazie per la risposta.
    Riguardo la dimostrazione dei requisiti di cui all’articolo 90 del DPR 207/2010, l’importo da considerare per l’esecuzione di lavori analoghi nel quinquennio precedente deve essere quello totale posto a base di gara o quello relativo unicamente ai lavori rientranti nella categoria OS30?
    Grazie.


    si fermo restando l’obbligo della SOA in og1
    13/05/2020 13:06
  8. 13/05/2020 09:46 - BUONGIORNO VORREMMO PARTECIPARE IN AVVALIMENTO PER LA CATEGORIA “OG1”
    E CON LA  QUALIFICAZIONE DEI REQUISITI DI CUI ALL’ ART. 90 DEL DPR 207/2010  DELLA CATEGORIA “OG11”
    CHE COPRE ABBONDANTEMENTE L’IMPORTO DEI LAVORI DELLA CATEGORIA “OS30”.
    GRAZIE MILLE SALUTI.


    si conferma la possibilità di utilizzare l’istituto dell’avvalimento per la og 1 e qualificarsi per la os 30 secondo quanto disposto dall’art. 90 del dpr 207/2010
    13/05/2020 13:09
  9. 13/05/2020 09:38 - BUONGIORNO SI CHIE

    si procede all’archiviazione perchè il quesito non è completo
    13/05/2020 13:10
  10. 12/05/2020 17:22 - Buongiorno.
    Siamo in possesso dell’Attestazione SOA OG1 Classifica I non di OG11 ed non di OS30.

    Abbiamo però l’Abilitazione per gli Impianti D.M. 37/2008
    Lettera A e Lettera B specificate in seguito:
    1. IMPIANTI DI PRODUZIONE, DI TRASPORTO, DI DISTRIBUZIONE E DI UTILIZZAZIONE DELL’ENERGIA ELETTRICA ALL’INTERNO DEGLI EDIFICI A PARTIRE DAL PUNTO DI CONSEGNA DELL’ENERGIA FORNITA DALL’ENTE DISTRIBUTORE
    2. IMPIANTI RADIOTELEVISIVI ED ELETTRONICI IN GENERE, LE ANTENNE E GLI IMPIANTI DI PROTEZIONE DA SCARICHE ATMOSFERICHE.
    Sono Requisiti Sufficienti per partecipare a questa gara? 

    Grazie e Distinti Saluti.


    Per poter partecipare alla gara il concorrente deve dimostrare di avere i requisiti per la OS 30.

    Requisiti che possono essere dimostrati attraverso:
    . possesso di specifica SOA
    - dimostrazione di quanto specificato dall’art. 90 del DPR 207/2010
    - utilizzo dell’istituto dell’avvalimento, possibile in quanto l’incidenza delle lavorazioni in OS 30 sono inferiori al 10% del totale

    in alternativa si può rispondere come ATI verticale

     
    13/05/2020 13:36
  11. 12/05/2020 15:49 - Chiediamo conferma se nel caso in cui il sopralluogo venga svolto da un ns socio e dipendente dell’impresa bisogna allegare nella documentazione amministrativa lo schema di presa visione, la delega da parte del legale rappresentante con i relativi documenti di riconoscimenti e le foto oggetto di intervento. 
    Cordiali saluti 


    Nel caso di sopralluogo svolto da soggetto dell’impresa lo stesso deve essere munito, e quindi allegando specifica documentazione, di delega semplice da parte del legale rappresentante.

    Se il soggetto che esegue il sopralluogo è terzo rispetto all’impresa serve delega notarile

    Restano ferme le procedure per il sopralluogo secondo quanto previsto nel disciplinare di gara .
    13/05/2020 13:38
  12. 14/05/2020 09:54 - IN RIFERIMENTO ALLA CAT. OS30 NOI RITENIAMO CHE POSSA ESSERE INTERAMENTE SUBAPPALTATA  A DITTE IN POSSESSO DI REQUISITI IN QUANTO DI IMPORTO INFERIORE AL 10% E A €. 150.000,00

    Purtoppo ll comma 2 dell’art, 1  del Decreto ministeriale 10 novembre 2016, n. 248 “Regolamento recante individuazione delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50”  

    stabilisce che l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere, con cosenguente obbligo del concorrente di avere requisiti per almeno il 70 % dell’importo delle opere. 

    Pertanto non è consentito il sub appalto nel limite del 100% dell’importo delle opere. Ne consegue che restano valide le condizioni di partecipazione previste nel dsiciplinare di gara
    14/05/2020 10:43
  13. 14/05/2020 19:16 - Buonasera, per partecipare alla gara in ATI bisogna accreditare anche l ‘operatore economico con la categoria OG11, grazie.

    Non per eludere la domanda ma la risposta le può essere data solo dalla società titolare della piattaforma che la Provincia di Frosinone ha in uso

    QUindi le chiedo cortesemente di inviare (o telefonare) la richiesta al centro assistenza i cui riferimenti sono disponibili nella sezione “SUPPORTO”
    14/05/2020 19:37
  14. 15/05/2020 10:36 - LA PRESENTE PER CHIEDERE DATA L’EMERGENZA COVID-19 LA SOCIETA’ SCRIVENTE AD OGGI E’ STATA IMPOSSIBILITATA AD EFFETTUARE IL SOPRALLUOGO IN QUANTO NON SONO POSSIBILI GLI SPOSTAMENTI DA REGIONE A REGIONE.
    NEL V/S MODELLO DI ATTESTATO  SOPRALLUOGO VIENE RICHIESTO DI ALLEGARE UNA FOTO. COME BISOGNA FARE?
    ATTENDIAMO RISCONTRO.


    Avendo conoscenza della normativa nazionale che consente spostamenti per motivi di lavoro qual’è quello per il sopralluogo ma non avendo conoscenza esatta di tutte le normativa regionali si evidenzia che il disciplinare di gara prevede che il sopralluogo possa essere svolto anche da  un soggetto terzo purché munito di apposita procura notarile

     
    15/05/2020 21:01
  15. 15/05/2020 12:52 - Buongiorno,
    la nostra Azienda partecipa in avvalimento e normalmente per la creazione del Passoe il portale ANAC ci da la possibilità di richiedere l’ausilio della SOA dell’Impresa Ausiliaria,
    in questo caso ci da la possibiltà di avvalerci di certificazioni e altro non congrui alle nostre necessità.
    Quindi, come suggerisce lo stesso portale anac, possiamo creare un passoe in RTI (ausiliaria/mandante – ausiliata/mandataria)? 


    SI nel caso in cui non fosse possibile richiedere un PASSOE come impresa ausiliaria ed impresa ausiliata si può procedere nel richiedere un PASSOE come RTI. In questo caso si chiede di allegate una dichiarazione a sostegno della impossibilità di procedere come  impresa ausiliaria ed impresa ausiliata
    15/05/2020 21:04
  16. 15/05/2020 16:10 - SI RICHIEDE CORTESEMENTE DI POTER SAPERE L’INDIRIZZO PRECISO DOVE POTER EFFETTUARE IL SOPRALLUOGO.

    CORDIALI SALUTI
     


    per quanto accertato il cimitero comunale di Monte San Giovanni Campano oggetto del presente appalto è sito in via  dei cappuccini 

    maggiori e migliori informazioni si possono avere:

    - chiamando direttamente il comune centralino 0775 28991 

    - utilizzando il seguente link:  https://maps.app.goo.gl/rXpxeH43yAfK28zj6
    15/05/2020 23:08
  17. 12/05/2020 15:28 - In considerazione dei chiarimenti già pubblicati, per quanto concerne la qualificazione per le opere relative alla categoria OS30, ci preme evidenziare quanto segue.

    Partendo dalla normativa cogente di cui all’attuale Codice Appalti e giurisprudenza di settore più o meno recente, non si può dimenticare la disposizione principale in merito alla individuazione delle categorie scorporabili per cui “i sottoinsiemi diversi da quello della categoria prevalente da indicare nel bando di gara sono quelli di importo superiore al 10% dell’importo complessivo dell’appalto o comunque superiore a 150.000 euro, nonché quelli di importo inferiore a tali valori qualora si ritenga necessario che la loro esecuzione sia effettuata da imprese adeguatamente qualificate (rif. Determinazioni ANAC n. 25/2001 e n. 31/2002).

    Chiaramente la stazione appaltante ha segnalato, nel caso specifico, la presenza di una quota lavori (3,64%) risalente alla categoria OS30 in quanto opere superspecialistiche, per l’appunto eseguibile da operatori economici adeguatamente qualificati, nel rispetto del decreto MIT 248/2016, come puntualmente argomentato a pag. 9 e 10 del bando-disciplinare. 

    Non convince, però, l’interpretazione della norma secondo cui il limite non raggiunto del 10%, nel consentire il ricorso all’istituto dell’avvalimento, non permetta di subappaltare per intero tali lavorazioni in OS30. Infatti, la norma richiamata di cui all’art. 89 comma 11 del D. LGS. 50/2016 specifica l’assenza di tale condizione di divieto solo per quanto concerne l’avvalimento, semplicemente perché il medesimo articolo 89 tratta proprio l’istituto dell’avvalimento.

    Altresì, si noti bene, tale disposizione va di pari passo con la possibilità di concedere interamente in subappalto tutte quelle lavorazioni ad alto contenuto tecnologico di importo inferiore al 10% dell’appalto (limite che per le altre categorie generali e/o non superspecialistiche è del 15% - rif. Determinazione ANAC n. 25/2001), proprio perché tale percentuale del 10% è indicata come quota minima per poter inserire nel bando eventuali categorie scorporabili e quindi determinare ulteriori requisiti qualificanti (da cui chiaramente l’abbattimento anche del divieto di avvalimento, come sopra argomentato).

    Pertanto, si chiede alla stazione appaltante di considerare la qualificazione attraverso il subappalto al 100% delle lavorazioni della categoria OS30 ad impresa adeguatamente qualificata (quota inferiore rispetto al limite del 40% rispetto al totale dell’appalto) e di voler confermare ciò con ulteriore chiarimento, in conformità con il complesso della normativa in materia di subappalto.


    RISPOSTA
    Premesso che con la pubblicazione del D.Lgs. sono state modificate alcune procedure/regole rispetto al precedente codice tra cui:
    •  la definizione di lavorazione scorporabile definita all’art. 3 comma 1 lett. oo-ter) «lavori di categoria scorporabile», la categoria di lavori, individuata dalla stazione appaltante nei documenti di gara, tra quelli non appartenenti alla categoria prevalente e comunque di importo superiore al 10 per cento dell’importo complessivo dell’opera o lavoro, ovvero di importo superiore a 150.000 euro ovvero appartenenti alle categorie di cui all'articolo 89, comma 11;
    • Il subappalto che nel D.Lgs. 50/2016 è regolato dall’art. 105 dalla cui lettura si rileva che esiste solo un limite massimo di sub appalto pari al 40% dell’importo del contratto. La norma però ha stabilito  una eccezione per le lavorazioni cosiddette superspecialistiche per le quali ha fissato un limite del 30% dei lavori in categoria. Caso quest’ultimo che è quanto oggetto di quesito e per il quale viene riportata la seguente risposta:

    Si ribadisce quanto riportato nel disciplinare di gara chiarendo che:
     
    L’art. 89, comma 11, indica la soglia di rilevanza (10% dell’importo totale dei lavori) oltre la quale non è possibile per il concorrente ricorrere all’istituto dell’avvalimento per qualificarsi nelle categorie c.d. SIOS, pertanto il contenuto del predetto articolo non ha nulla a che vedere con l’istituto del subappalto; nel caso in specie, per l’esecuzione dell’ impianto elettrico OS 30 di importo presunto pari a € 9.005,32, può essere utilizzato l’istituto dell’avvalimento, in quanto la lavorazione ha una incidenza minore del 10% sul totale, rappresentando il 3,64% del totale dell’appalto;
    L’art. 105, comma 5, nel richiamare l’art. 89 comma 11 non reitera il riferimento alle soglie di rilevanza, così lasciando intendere che l’impossibilità di ricorrere al subappalto oltre il 30% dell’importo delle opere in SIOS - per tali categorie - sia assoluto e non subordinato alla percentuale degli stessi sull’ammontare dell’importo dei lavori; pertanto, nel caso in specie, può essere utilizzato l’istituto del subappalto per l’esecuzione dei lavori della categoria OS 30 limitatamente al 30% dell’importo di € 9.005,32

    Tale interpretazione è suffragata dal tenore letterale delle normative sopra richiamate nonché del DM n. 248 del 10 novembre 2016, al cui art. 1, comma 2, si legge: “Ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del Codice il presente decreto individua, in particolare, le opere per le quali non è ammesso l'avvalimento, qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso”.
    L’utilizzo della congiunzione “e” posta dopo l’inciso “qualora il loro valore superi il dieci per cento dell’importo totale dei lavori” chiarisce in modo inequivocabile che il predetto inciso è riferito soltanto alle opere per le quali non è ammesso l’avvalimento e, pertanto, che la norma ha previsto due ipotesi concorrenti per tali tipologie di categorie: l’impossibilità di ricorrere all’avvalimento al di sopra della predetta soglia del 10% e il limite al subappalto nella misura del 30% dell’importo delle opere stesse.
    Le previsioni di gara, pertanto, sono dettate in applicazione della normativa vigente  e quindi si confermano totalmente

     
    16/05/2020 13:11
  18. 14/05/2020 15:44 - In riferimento al chiarimento n. 12 : ll comma 2 dell’art, 1  del Decreto ministeriale 10 novembre 2016, n. 248 “Regolamento recante individuazione delle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica e dei requisiti di specializzazione richiesti per la loro esecuzione, ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50” da Voi citato fa CHIARAMENTE rifermento  a importi di lavoro cat. sios superiore al 10% ma nel caso specifico l’importo dei lavori cat. os30 è pari al 3,64 % dell’ importo totale dei lavori quindi inferiore al 10% e nel
     D.M. MIT N. 248 DEL 10/11/2016 CHE ALLEGHIAMO ALLA PRESENTE E’ SPECIFICATO:
    1) INDIPENDENTEMENTE DALL’IMPORTO, SONO SEMPRE TUTTE SCORPORATE E DEVONO ESSERE AFFIDATE A SUBAPPALTATORE QUALIFICATO PER LE LAVORAZIONI CHE SEGUE.
    2) SOTTO LA QUOTA DEL 10% SONO IDENTICHE ALLE ALTRE CATEGORIE A QUALIFICAZIONE OBBLIGATORIA, PERTANTO: 
    A) POSSONO ESSERE SUBAPPALTATE PER L’INTERO IMPORTO   ETC….
    B) POSSONO ESSERE OGGETTO DI AVVALIMENTO.
    DISTINTI SALUTI 


    Premesso che nel testo della norma non è si è rilevato l’affermazione “ 1) INDIPENDENTEMENTE DALL’IMPORTO, SONO SEMPRE TUTTE SCORPORATE E DEVONO ESSERE AFFIDATE A SUBAPPALTATORE QUALIFICATO PER LE LAVORAZIONI CHE SEGUE.”
    Si ribadisce quanto riportato nel disciplinare di gara chiarendo che:
     
    L’art. 89, comma 11, indica la soglia di rilevanza (10% dell’importo totale dei lavori) oltre la quale non è possibile per il concorrente ricorrere all’istituto dell’avvalimento per qualificarsi nelle categorie c.d. SIOS, pertanto il contenuto del predetto articolo non ha nulla a che vedere con l’istituto del subappalto; nel caso in specie, per l’esecuzione dell’ impianto elettrico OS 30 di importo presunto pari a € 9.005,32, può essere utilizzato l’istituto dell’avvalimento, in quanto la lavorazione ha una incidenza minore del 10% sul totale, rappresentando il 3,64% del totale dell’appalto;
    L’art. 105, comma 5, nel richiamare l’art. 89 comma 11 non reitera il riferimento alle soglie di rilevanza, così lasciando intendere che l’impossibilità di ricorrere al subappalto oltre il 30% dell’importo delle opere in SIOS - per tali categorie - sia assoluto e non subordinato alla percentuale degli stessi sull’ammontare dell’importo dei lavori; pertanto, nel caso in specie, può essere utilizzato l’istituto del subappalto per l’esecuzione dei lavori della categoria OS 30 limitatamente al 30% dell’importo di € 9.005,32

    Tale interpretazione è suffragata dal tenore letterale delle normative sopra richiamate nonché del DM n. 248 del 10 novembre 2016, al cui art. 1, comma 2, si legge: “Ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del Codice il presente decreto individua, in particolare, le opere per le quali non è ammesso l'avvalimento, qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso”.
    L’utilizzo della congiunzione “e” posta dopo l’inciso “qualora il loro valore superi il dieci per cento dell’importo totale dei lavori” chiarisce in modo inequivocabile che il predetto inciso è riferito soltanto alle opere per le quali non è ammesso l’avvalimento e, pertanto, che la norma ha previsto due ipotesi concorrenti per tali tipologie di categorie: l’impossibilità di ricorrere all’avvalimento al di sopra della predetta soglia del 10% e il limite al subappalto nella misura del 30% dell’importo delle opere stesse.
    Le previsioni di gara, pertanto, sono dettate in applicazione della normativa vigente  e quindi si confermano totalmente
     
    16/05/2020 20:41
  19. 15/05/2020 13:38 - Mi permetta di dissentire relativamente al subappalto per la categoria OS30, la norma che è stata citata si applica nel caso la percentuale dellla categoria scorporabile fosse superiore al 10% dell’importo a base d’appalto, ma la categoria OS30 in questo caso è inferiore al 10% per cui a nostro avviso è totalmente subappaltabile, infatti:
    “per capire se un operatore economico non qualificato in una categoria SIOS inferiore al 10% possa partecipare in solitudine e/o in RTI bisogna tuttora fare riferimento all’art. 92 del Dpr 207/2010, in base al quale – ponendo il caso dell’impresa singola – richiede la qualificazione sulla categoria prevalente sufficiente a condizione che la classifica SOA ricomprenda – per valore – anche le scorporabili.
    In tal caso, infatti, il concorrente può limitarsi in sede di gara:
    – a qualificarsi in forma singola, grazie alle potenzialità della sua SOA sulla cd. categoria prevalente;
    – a riservarsi di subappaltare (nel caso di aggiudicazione) le lavorazioni in categoria scorporabile SIOS  a operatore economico qualificato (“qualificazione obbligatoria”) anche integralmente, fermo restando il limite del 30% del valore complessivo di appalto.


    Si ribadisce quanto riportato nel disciplinare di gara chiarendo che:
     
    L’art. 89, comma 11, indica la soglia di rilevanza (10% dell’importo totale dei lavori) oltre la quale non è possibile per il concorrente ricorrere all’istituto dell’avvalimento per qualificarsi nelle categorie c.d. SIOS, pertanto il contenuto del predetto articolo non ha nulla a che vedere con l’istituto del subappalto; nel caso in specie, per l’esecuzione dell’ impianto elettrico OS 30 di importo presunto pari a € 9.005,32, può essere utilizzato l’istituto dell’avvalimento, in quanto la lavorazione ha una incidenza minore del 10% sul totale, rappresentando il 3,64% del totale dell’appalto;
    L’art. 105, comma 5, nel richiamare l’art. 89 comma 11 non reitera il riferimento alle soglie di rilevanza, così lasciando intendere che l’impossibilità di ricorrere al subappalto oltre il 30% dell’importo delle opere in SIOS - per tali categorie - sia assoluto e non subordinato alla percentuale degli stessi sull’ammontare dell’importo dei lavori; pertanto, nel caso in specie, può essere utilizzato l’istituto del subappalto per l’esecuzione dei lavori della categoria OS 30 limitatamente al 30% dell’importo di € 9.005,32

    Tale interpretazione è suffragata dal tenore letterale delle normative sopra richiamate nonché del DM n. 248 del 10 novembre 2016, al cui art. 1, comma 2, si legge: “Ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del Codice il presente decreto individua, in particolare, le opere per le quali non è ammesso l'avvalimento, qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso”.
    L’utilizzo della congiunzione “e” posta dopo l’inciso “qualora il loro valore superi il dieci per cento dell’importo totale dei lavori” chiarisce in modo inequivocabile che il predetto inciso è riferito soltanto alle opere per le quali non è ammesso l’avvalimento e, pertanto, che la norma ha previsto due ipotesi concorrenti per tali tipologie di categorie: l’impossibilità di ricorrere all’avvalimento al di sopra della predetta soglia del 10% e il limite al subappalto nella misura del 30% dell’importo delle opere stesse.
    Le previsioni di gara, pertanto, sono dettate in applicazione della normativa vigente  e quindi si confermano totalmente


     
    16/05/2020 20:41
  20. 18/05/2020 09:58 - Vorremmo sapere se possibile  fare Avvalimento  con impresa  che possiede  Qualifica OG11, per coprire la quota della categoria OS30 richiesta dal bando. Distinti saluti
     


    come disposto dall’art. 3 comma 2 del  DM 248/2016 che recita:
    2. L'operatore economico in possesso dei requisiti di cui al comma 1, lettera c) nella categoria OG 11 può eseguire i lavori in ciascuna delle categorie OS 3, OS 28 e OS 30 per la classifica corrispondente a quella posseduta. I certificati di esecuzione dei lavori relativi alla categoria OG 11 indicano, oltre all'importo complessivo dei lavori riferito alla categoria OG 11, anche gli importi dei lavori riferiti a ciascuna delle suddette categorie di opere specializzate e sono utilizzati unicamente per la qualificazione nella categoria OG 11.

    Il possesso dei requisiti in OG 11 consente di qualificarsi anche il OS 30
     
    Pertanto fare avvalimento  con impresa  che possiede  una certificazione SOA in OG11 consente di qualificarsi per la categoria OS30 richiesta dal bando
     
    18/05/2020 13:43
  21. 19/05/2020 10:34 - Per le SIOS, è poi previsto che debbano essere sempre scorporate e, nel caso in cui incidano per oltre il 10% sull’importo totale dei lavori, il limite massimo al subappalto è pari del 30% dell’importo della stessa categoria. Tale quota, laddove utilizzata dall’appaltatore, si aggiunge alla percentuale massima di subappalto, pari al 30% dell’importo massimo contrattuale. Sotto la quota del 10%, la lavorazione super-specialistica può essere subappaltata per l’intero importo (nel previgente d.lgs. 163/2006 tale percentuale era del 15%). Pertanto, similmente a quanto accadeva nell’abrogato 37, comma 11, anche nel vigente quadro normativo le imprese non specificatamente qualificate nella SIOS prevista nel bando di gara potranno: a) qualificarsi nella SIOS, “coprendo” l’eventuale quota che volesse affidare in subappalto - pari ad un massimo del 30%, laddove la categoria sia d’importo superiore al 10% dei lavori - con la propria attestazione SOA nella categoria prevalente; b) per il restante 70%, concorrere in raggruppamento con soggetto idoneamente qualificato nella SIOS (il cd. obbligo di ATI verticale). Infine, l'articolo 89, comma 11 del codice rafforza l’obbligo di ATI verticale, laddove dispone che non è ammesso l'avvalimento nelle opere per le quali sono necessari lavori o componenti di notevole contenuto tecnologico o di rilevante complessità tecnica, come individuate dal predetto decreto del MIT.
    SI PREGA DI PRENDERE VISIONE ANCHE DELL’ALLEGATO INTERO
    Alla luce di ciò si chiede se è posssibile partecipare alla procedura in oggetto dichiarando il suabappalto del 100% della categoria OS30 
    Grazie
     


    Come riscontrato per altri quesiti si ribadisce quanto già riportato nel disciplinare di gara chiarendo che:
     
    L’art. 89, comma 11, indica la soglia di rilevanza (10% dell’importo totale dei lavori) oltre la quale non è possibile per il concorrente ricorrere all’istituto dell’avvalimento per qualificarsi nelle categorie c.d. SIOS, pertanto il contenuto del predetto articolo non ha nulla a che vedere con l’istituto del subappalto; nel caso in specie, per l’esecuzione dell’ impianto elettrico OS 30 di importo presunto pari a € 9.005,32, può essere utilizzato l’istituto dell’avvalimento, in quanto la lavorazione ha una incidenza minore del 10% sul totale, rappresentando il 3,64% del totale dell’appalto;
    L’art. 105, comma 5, nel richiamare l’art. 89 comma 11 non reitera il riferimento alle soglie di rilevanza, così lasciando intendere che l’impossibilità di ricorrere al subappalto oltre il 30% dell’importo delle opere in SIOS - per tali categorie - sia assoluto e non subordinato alla percentuale degli stessi sull’ammontare dell’importo dei lavori; pertanto, nel caso in specie, può essere utilizzato l’istituto del subappalto per l’esecuzione dei lavori della categoria OS 30 limitatamente al 30% dell’importo di € 9.005,32

    Tale interpretazione è suffragata dal tenore letterale delle normative sopra richiamate nonché del DM n. 248 del 10 novembre 2016, al cui art. 1, comma 2, si legge: “Ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del Codice il presente decreto individua, in particolare, le opere per le quali non è ammesso l'avvalimento, qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso”.
    L’utilizzo della congiunzione “e” posta dopo l’inciso “qualora il loro valore superi il dieci per cento dell’importo totale dei lavori” chiarisce in modo inequivocabile che il predetto inciso è riferito soltanto alle opere per le quali non è ammesso l’avvalimento e, pertanto, che la norma ha previsto due ipotesi concorrenti per tali tipologie di categorie: l’impossibilità di ricorrere all’avvalimento al di sopra della predetta soglia del 10% e il limite al subappalto nella misura del 30% dell’importo delle opere stesse.

    Le previsioni di gara, pertanto, sono dettate in applicazione della normativa vigente  e quindi si confermano totalmente


     
    19/05/2020 22:12
  22. 20/05/2020 15:31 - salve con la presente chiediamo visto che è ancora difficile lo spostamento fra le varie regioni, se il sopralluogo puo’ essere dichiarato con il modello allegato, senza l’obbligo di allegare le foto in quanto avendo voi gia’ allegato un link con le foto del cimitero...e pubblicato tutto il progetto .

    in riferimento al sopralluogo si specifica che:

    - l’obbligo di sopralluogo ha  un ruolo sostanziale, e non meramente formale, per consentire ai concorrenti di formulare un'offerta consapevole e più aderente alle necessità dell'appalto.
    - l'obbligo di sopralluogo è strumentale a una completa ed esaustiva conoscenza dello stato dei luoghi, ed è funzionale alla miglior valutazione degli interventi da effettuare in modo da formulare, con maggiore precisione, la migliore offerta.

    - l’obbligo per il concorrente di effettuazione di un sopralluogo è finalizzato proprio ad una completa ed esaustiva conoscenza dello stato dei luoghi: tale verifica può, dunque, dirsi funzionale anche alla redazione dell'offerta, ed è onere del conorrente di effettuarlo con la dovuta diligenza, in modo da poter modulare la propria offerta sulle concrete caratteristiche dello stato dei luoghi.

    In merito alla richiesta della foto si richiama l’attenzione alla motivazione presente nel disciplinare,

    Dunque la richiesta non può essere accettata. 

    20/05/2020 19:36
  23. 20/05/2020 12:30 - Buongiorno,
    non riusciamo ad aprire alcuni files del Progetto (Computo metrico, Elenco Prezzi, P.S.C. ed altri), in quanto risultano danneggiati, potete cortesemente verificarne l’integrità?

    Ringraziando anticpatamente,
    porgiamo cordiali saluti.


    Premesso che

    - i file sono tutti firmati digitalmente 
    - per aprire un file firmato digitalmente si deve avere un software che consenta l’apertura quale ad esempio dike (scaricabile gratuitamente) o  utilizzare il software della firma digitale dell’impresa 

    si è proceduto a scaricare due dei file citati e gli stessi sono stati aperti senza problemi 

    Si invita quindi a riprovare con strumenti software che consentano l’apertura di file firmati digitalmente eventualmente diversi da quelli usati abitualmente.

     
    20/05/2020 19:41
  24. 20/05/2020 20:33 - con la presente si chiede una rettifica del disciplinare in quanto mentre a pagina 49 viene indicato che non è richiesto il sopralluogo in sito…..e L’offerente deve comunque dichiarazione di aver preso visione degli elaborati progettuali e di essere edotto circa
    tutte le condizioni tecnico/normative che regolano il presente appalto , a pagine 27 e seguenti invece e’ richiesto altro.
     


    Da quanto desumibile dal quesito si rileva una situazione di mancato allineamento in materia di sopralluogo. 

    Come rilevabile dai vari riscontri ai quesiti posti è chiara la volontà di far eseguire il sopralluogo. quanto presente a pag. 49 è un mero refuso di stampa. 

    Quindi si conferma l’obbligatorietà del sopralluogo nei modi descritti nel disciplinare di gara al punto 3.3.3 SOPRALLUOGO presente a pag. 27, 28 e parte di pag. 29 del disciplinare di gara. 
    20/05/2020 21:41
  25. 21/05/2020 16:56 - in caso di subappalto occorre indocare la terna dei subappaltatori?

    Non è obbligo indicare la terna dei subappaltatori
    21/05/2020 22:42
  26. 21/05/2020 16:55 - Buonasera,
    in caso di indicazione del subappalto, deve essere allegato anche il DGUE del subappalataore?


    Premesso che non è obbligatorio indicare il subappaltatore in sede di gara si specifica che se venisse indicato è necessario allegare il DGUE del subappaltatore
    21/05/2020 22:43
  27. 21/05/2020 16:53 - Buonasera,
    in caso di indicazione del subappalto, deve essere allegato anche il DGUE del subappalataore?


    Premesso che non è obbligatorio indicare il subappaltatore in sede di gara si specifica che se venisse indicato è necessario allegare il DGUE del subappaltatore
    21/05/2020 22:44
  28. 22/05/2020 10:11 - Buongiorno, 

    si chiedono delucidazioni in merito alla possibilità di sunappalto della categoria OS 30 atteso che l’importo delle lavorazioni rientranti in detta categoria è inferiore al 10 % dell’importo complessivo. Ed infatti il MIT con DM n. 248 del 10 novembre 2016, art. 1 comma 2 prevede “ Per le SIOS, è poi previsto che debbano essere sempre scorporate e, nel caso in cui incidano per oltre il 10% sull’importo totale dei lavori, il limite massimo al subappalto è pari del 30% dell’importo della stessa categoria. Sotto la quota del 10%, la lavorazione super-specialistica può essere subappaltata per l’intero importo (nel previgente d.lgs. 163/2006 tale percentuale era del 15%)”. A conferma della possibilità di subappaltare interamente la categoria OS 30 vedasi anche art. 105 comma 5 ed 89 D. Lgs 50/2016 e parere ANAC – delibera n. 398 del 12 aprile 2017.

    Cordiali saluti.
     


    Come riscontrato per altri quesiti si ribadisce quanto già riportato nel disciplinare di gara chiarendo che:
     
    L’art. 89, comma 11, indica la soglia di rilevanza (10% dell’importo totale dei lavori) oltre la quale non è possibile per il concorrente ricorrere all’istituto dell’avvalimento per qualificarsi nelle categorie c.d. SIOS, pertanto il contenuto del predetto articolo non ha nulla a che vedere con l’istituto del subappalto; nel caso in specie, per l’esecuzione dell’ impianto elettrico OS 30 di importo presunto pari a € 9.005,32, può essere utilizzato l’istituto dell’avvalimento, in quanto la lavorazione ha una incidenza minore del 10% sul totale, rappresentando il 3,64% del totale dell’appalto;
    L’art. 105, comma 5, nel richiamare l’art. 89 comma 11 non reitera il riferimento alle soglie di rilevanza, così lasciando intendere che l’impossibilità di ricorrere al subappalto oltre il 30% dell’importo delle opere in SIOS - per tali categorie - sia assoluto e non subordinato alla percentuale degli stessi sull’ammontare dell’importo dei lavori; pertanto, nel caso in specie, può essere utilizzato l’istituto del subappalto per l’esecuzione dei lavori della categoria OS 30 limitatamente al 30% dell’importo di € 9.005,32

    Tale interpretazione è suffragata dal tenore letterale delle normative sopra richiamate nonché del DM n. 248 del 10 novembre 2016, al cui art. 1, comma 2, si legge: “Ai sensi dell'articolo 89, comma 11, del Codice il presente decreto individua, in particolare, le opere per le quali non è ammesso l'avvalimento, qualora il loro valore superi il dieci per cento dell'importo totale dei lavori e per le quali, ai sensi dell'articolo 105, comma 5 del Codice, l'eventuale subappalto non può superare il trenta per cento dell'importo delle opere e, non può essere, senza ragioni obiettive, suddiviso”.
    L’utilizzo della congiunzione “e” posta dopo l’inciso “qualora il loro valore superi il dieci per cento dell’importo totale dei lavori” chiarisce in modo inequivocabile che il predetto inciso è riferito soltanto alle opere per le quali non è ammesso l’avvalimento e, pertanto, che la norma ha previsto due ipotesi concorrenti per tali tipologie di categorie: l’impossibilità di ricorrere all’avvalimento al di sopra della predetta soglia del 10% e il limite al subappalto nella misura del 30% dell’importo delle opere stesse.

    Le previsioni di gara, pertanto, sono dettate in applicazione della normativa vigente  e quindi si confermano totalmente


     
    22/05/2020 10:25
  29. 22/05/2020 09:21 - Buongiorno, relativamente alla categoria OS30, se l’impresa che la partecipa non è in possesso della relativa attestazione SOA per la categoria in oggetto, in che modo deve indicare la diachiarazione di cui all’art. 90 dal momento che nella domanda di partecipazione non è presnete tale voce?
    Grazie


    Il concorrente dovrà presentare una dichiarazione ai sensi del DPR 445/2000 con la quale dichiara di possedere i requisiti di cui all’art. 90 del DPR 207/2010 che consentono di qualificarsi per le lavarozioni di cui alla categoria OS 30 in quanto di importo inferiore ad € 150.000,00. 

    Sarebbe opportuno che il concorrente indicasse già in fase di gara i dati che l’art. 90 prevede (elenco lavori dell’ultimo quinquennio per un importo almeno pari a quello di gara per la OS 30, elenco attrezzature tecnica e dimostrazione di aver  sostenuto un costo per il personale dipendente non al quindici per cento dell'importo dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente. Nel caso in cui il rapporto tra il suddetto costo e l'importo dei lavori sia inferiore a quanto richiesto, l'importo dei lavori è figurativamente e proporzionalmente ridotto in modo da ristabilire la percentuale richiesta; l'importo dei lavori così figurativamente ridotto vale per la dimostrazione del possesso del requisito di cui alla lettera a);
     
    22/05/2020 10:33
  30. 22/05/2020 11:04 - In caso di subappalto delle lavorazioni rientranti nell categoria OS30 è sufficente indicare le sole lavorazioni senza indicare nè il subappalatroe e senza allegare il DGUE dello stesso, me lo conferma?
    Inoltre prima di partecipare occorre compilare il DGUE?


    per il suappalto è obbligatorio dare evidenza della volontà di voler subappaltare le lavorazioni specificando almeno le categorie cui le lavorazioni appartengono ed il limite che non può superare quello fissato 

    Circa l’indicazione dei subappaltatori non c’è obbligo di indicazione in sede di gara. 
    22/05/2020 12:56

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375 - Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it