Gara - ID 28

Stato: Proposta di aggiudicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Isola del Liri
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
servizio raccolta rifiuti isola del liri
CIG80998206E9
CUPI99F18000900004
Totale appalto€ 6.117.611,89
Data pubblicazione 15/11/2019 Termine richieste chiarimenti Lunedi - 23 Dicembre 2019 - 10:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 30 Dicembre 2019 - 12:00 Apertura delle offerteMercoledi - 08 Gennaio 2020 - 09:00
Categorie merceologiche
  • 905 - Servizi connessi ai rifiuti urbani e domestici
  • 90612 - Servizi di spazzamento strade
  • 9067 - Servizi di disinfezione e disinfestazione di aree urbane o rurali
Descrizioneservizio raccolta rifiuti isola del liri
Struttura proponente comune di Isola del Liri
Responsabile del servizio Ing. Eurika Petrella Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf 01rt-ela01-sco - 561.31 kB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela03-duvri - 471.41 kB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela02-csa - 1.59 MB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela04-cme - 1.09 MB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela05-rti - 410.00 kB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela06-epr - 451.41 kB
15/11/2019
File pdf 01rt-ela07-epu - 399.69 kB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-1-centro-storico - 4.25 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-2-zona2 - 4.52 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-7-zona7 - 3.70 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-3-zona3 - 4.48 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-4-zona4 - 4.08 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-5-zona5 - 6.13 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-6-zona6 - 4.99 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-8-zona8 - 8.06 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-9-zona9 - 4.17 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-10-spazzamento-7-7 - 3.55 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-11-spazzamento-2-7 - 4.65 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-13-spazzamento-1-30 - 5.62 MB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-12-spazzamento-1-7 - 4.43 MB
15/11/2019
File pdf elenco-scuole-mq - 67.08 kB
15/11/2019
File pdf elenco-personale-impiegato-ccnl - 93.25 kB
15/11/2019
File pdf 02eg-tav-14-derattizzazione - 3.21 MB
15/11/2019
File pdf bando-disciplinare-isola-liri-rifiuti - 1.69 MB
15/11/2019
File p7m bando-disciplinare-isola-liri-rifiuti.pdf - 1.69 MB
15/11/2019
File xml dgue-request-1 - 13.15 kB
15/11/2019
File doc modulo-atto-di-impegno-isola-liri-rifiuti - 136.00 kB
15/11/2019
File doc modulo-offerta-ribasso-con-prezzo-e-tabella - 126.50 kB
15/11/2019
File doc modulo-ausiliaria-servizi - 132.50 kB
15/11/2019
File doc modulo-a-1-domanda-di-partecipazione-e-dichiarazioni-servizio-aperta-22-luglio-2019 - 225.50 kB
15/11/2019
File doc modulo-ausiliata-servizi - 135.00 kB
15/11/2019

Proposta di aggiudicazione

02884150588

CNS CONSORZIO NAZIONALE SERVIZI SOCIETA' COOPERATIVA -

Partecipanti

01732790660

GEA S.R.L. -

02884150588

CNS CONSORZIO NAZIONALE SERVIZI SOCIETA' COOPERATIVA -

01033540624

LAVORGNA S.R.L. SOCIETA' UNIPERSONALE -

01088520596

Del Prete Srl -

Avvisi di gara

01/10/2020Avviso agli utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link:  https://studioamica-it.zoom.us/j/98856272932?pwd=SEhJVER3RUhDb3ZaNzBNK0QyYmZvdz09 In caso di cad...
28/09/2020Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: servizio raccolta rifiuti isola del liri
Si comunica che l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverra in data Giovedi - 01 Ottobre 2020 - 15:00...

Chiarimenti

  1. 22/11/2019 15:04 - Con la presente siamo a richiederVi se i costi di conferimento da sostenere presso gli impianti di destinazione finale per i rifiuti organici (CER 200108) saranno a carico dell’impresa aggiudicataria o dell’Amministrazione Comunale.
    Distinti saluti


    IN ACCORDO CON IL COMUNE DI ISOLA DEL LIRI IN RIFERIMENTO AL QUESITO SI EVIDENZIA QUANTO SEGUE.  
    PREMESSO CHE  IL COSTO DI CONFERIMENTO RISULTA COSTITUITO DA DUE COMPONENTI
    1 COSTO PER IL TRASPORTO
    2 ONERI PER LO SMALTIMENTO
    SI SPECIFICA CHE IL COSTO PER IL TRASPORTO RISULTA A CARICO DELLA DITTA, IL COSTO PER GLI ONERI DI SMALTIMENTO RISULTA A CARICO DEL COMUNE.
    IN RIFERIMENTO AI CODICI CER 20 03 01  E CER 20 01 08 IL COMUNE PROVVEDERA’ AD UN ADEGUAMENTO DEI COSTI DI TRASPORTO QUALORA LA SEDE DELL’IMPIANTO SI TROVI AD UNA DISTANZA MAGGIORI DI 100 KM DALLA SEDE COMUNE
     
    28/11/2019 08:41
  2. 28/11/2019 09:50 - Spett.le Provincia di Frosinone, 
    In relazione alla documentazione costituente la Busta “B – Offerta tecnica”, si chiede di precisare da quante relazioni debba essere composta: una relazione da 20 cartelle oppure due relazioni ognuna da 20 cartelle (per un totale di 40 cartelle). Si chiede inoltre di chiarire il format da utilizzare quale formato pagina, dimensione minima del carattere e l’interlinea avendo individuato delle discordanze nelle indicazioni di pagina 38 e di pagina 39 del Bando-Disciplinare di Gara.

    In attesa di Vostro cortese riscontro, si porgono cordiali saluti. 



    La limitazione è a n. 20 cartelle per la sola parte qualitativa.
    Per la parte quantitativa (Sub criteri) : massimo n. 1 cartella a criterio (QN_A2, QN_A3, QN_D2)
    10/12/2019 09:07
  3. 28/11/2019 16:57 - Buongiorno,
    si chiedono cortesemente i seguenti chiarimenti:
    1. Si chiede di chiarire cosa si intende per “fatturato globale triennale minimo” in riferimento al requisito di capacità economico-finanziaria punto 3.1.2. lett.e) del disciplinare.
    2. Si chiede conferma che il possesso della certificazione OHSAS 18001 in corso di validità, al posto della certificazione UNI EN ISO 45001, soddisfa il requisito di cui al punto 3.1.5. lett. c) del disciplinare.
    3. Si chiede conferma che la % del 30 indicata al punto 3.2.5 del disciplinare in merito al limite del subappalto trattasi di refuso e che il subappalto è ammesso nei limiti del 40% dell’importo complessivo del contratto, che non è richiesta la terna dei subappaltatori né alcuna documentazione a loro carico.
    4. Si chiede conferma che la base d’asta su cui calcolare l’importo della garanzia provvisoria è € 6.117.611,89
    5. Si chiede conferma che il CIG indicato al punto 3.3.2. è un refuso e che il CIG corretto è 80998206E9.
       
       In attesa di un vostro cortese riscontro, si porgono distinti saluti.


    1) Il fatturato è costituito dalla sommatoria di tutti i ricavi derivanti dalle prestazioni di servizi nonché derivanti dagli altri proventi ordinari  di un’azienda riferito ad un determinato anno di imposta a fronte delle fatture emesse. Lo stesso viene riscontrato dall’acquisizione dei bilanci attraverso la piattaforma AVCPASS
    2) Se la certificazione è in corso di validità  consente di soddisfare la richiesta di requisito di ammissione. Si rammenta comunque che i requisiti di ammissione devono essere mantenuti per tutta la durata della gara e limitatamente al soggetto affidatario per tutta la durata del contratto

    3) L’‘art. 105 fissa un limite massimo del 40% ed il  comune ha stabilito di limitare il subappalto al 30%. Non è richiesta la terna, richiamata la modifica apportata con la legge 55/2019
    4) Si conferma che la base d’asta su cui calcolare l’importo della garanzia è € 6.117.611,89
    5)  Il CIG  è   80998206E9
     
    10/12/2019 09:21
  4. 28/11/2019 16:57 - Buongiorno,
    si chiedono cortesemente i seguenti chiarimenti:
    1. Si chiede di chiarire cosa si intende per “fatturato globale triennale minimo” in riferimento al requisito di capacità economico-finanziaria punto 3.1.2. lett.e) del disciplinare.
    2. Si chiede conferma che il possesso della certificazione OHSAS 18001 in corso di validità, al posto della certificazione UNI EN ISO 45001, soddisfa il requisito di cui al punto 3.1.5. lett. c) del disciplinare.
    3. Si chiede conferma che la % del 30 indicata al punto 3.2.5 del disciplinare in merito al limite del subappalto trattasi di refuso e che il subappalto è ammesso nei limiti del 40% dell’importo complessivo del contratto, che non è richiesta la terna dei subappaltatori né alcuna documentazione a loro carico.
    4. Si chiede conferma che la base d’asta su cui calcolare l’importo della garanzia provvisoria è € 6.117.611,89
    5. Si chiede conferma che il CIG indicato al punto 3.3.2. è un refuso e che il CIG corretto è 80998206E9.
       
       In attesa di un vostro cortese riscontro, si porgono distinti saluti.


    si veda la risposta già pubblicata
    10/12/2019 09:21
  5. 03/12/2019 11:42 - quesito 1 
    In riferimento all’isola ecologica informatizzata citata all’Articolo 58.3 del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede di indicare la tipologia ed il numero di utenze conferenti. Si chiede inoltre di specificare l’ubicazione della struttura e se la fornitura sarà a carico dell’Ente o del Comune.

    quesito 2
    In merito alla tabella “A18 – Attività di comunicazione” a pagina 8 del Computo metrico e quadro economico, si chiede di specificare se tale attività è richiesta solo per il primo anno o per tutti gli anni d’appalto.

    quesito 3
    In relazione al QL_F1 dei criteri di aggiudicazione, di cui alla tabella alle pagine 34-38 del Bando-Disciplinare di gara, si fa riferimento alle “schede tecniche del mezzo ed eventuali layout”. Si chiede di chiarire a quale mezzo si faccia riferimento dato che il criterio riguarda il sistema di accesso informatizzato al centro di raccolta.

    quesito 4
    In riferimento alle azioni di informazione e sensibilizzazione da svolgere sul territorio, si chiede di specificare se la campagna di comunicazione debba essere riferita solo al primo anno di appalto oppure all’intera durata dell’appalto (5 anni).

    quesito 5
    Analizzando l’importo soggetto a ribasso per 1 anno, presente nella Tabella 1 alla pagina 10 del Bando-Disciplinare di Gara, tale importo risulta pari a € 1.206.938,48. Rapportando tale valore ai 6 mesi di proroga l’importo risulterebbe essere pari a € 603.469,24 in contrasto con quanto riportato nella Tabella 3 a pagina 11 in cui il valore per il periodo di proroga è pari a € 559.283,42 riportato. Si chiede di specificare la costruzione del valore indicato nella tabella 3 di pagina 11.

    quesito 6
    In riferimento alla modalità di presentazione dell’offerta descritta al paragrafo 1.2.2. “Formazione e invio dell’offerta” del Bando-Disciplinare di Gara, si chiede di specificare la dimensione massima in Megabyte dei documenti richiesti e nello specifico:
    ▪ Dimensione massima (in Mb) di ogni singolo file;
    ▪ Dimensione totale massima (in Mb) di ogni singola busta.


    quesito 7
    Esaminando i documenti di gara è stata riscontrata la mancanza di alcuni paragrafi (4.1.2 e 5.1.2 indicati alle pagine 46 e 48 del Bando-Disciplinare di Gara). Si chiede di esplicitarne le parti mancanti.


    quesito 8
    In riferimento al sub criterio “Coerenza del dimensionamento dei servizi…” appartenente al Criterio A “Organizzazione del servizio di raccolta differenziata e caratteristiche dei mezzi”, si chiede di indicare il seguito della descrizione del criterio poiché mancante e non comprensibile per la formulazione di un’offerta coerente.


    quesito 9
    In merito agli allegati espressamente richiesti ai criteri QL_A7, QL_B2, QL_B3 e QL_F1 si chiede di precisare se tali allegati rientrino nel conteggio dei 6 allegati in A4 richiesti al paragrafo 4.1.1 del Bando-Disciplinare di gara o se esulano dal conteggio di tale documentazione.


    risposta al quesito 1 
    Il comma in questione riporta un refuso, in quanto in una prima stesura era stata prevista un'isola ecologica informatizzata per i ristoratori e bar del centro storico.

    risposta al quesito 2
    L'attività prevista da CSA è prevista solo per il primo anno per rappresentare alle utenze il nuovo servizio, tranne i contenuti di cui all'articolo 43.10 – Convocazione Sessione annuale e comunicazione dei risultati

    risposta al quesito 3
    Il Controllo Accessi del centro comunale di raccolta consiste in un lettore di badge con il rispettivo palo ancorato a terra, completo di scatola con chiusura a chiave, al fine di permettere l'individuazione dell'utenze e il sollevamento della sbarra di accesso.

    risposta al quesito 4
    L'attività prevista da CSA è prevista solo per il primo anno per rappresentare alle utenze il nuovo servizio, tranne i contenuti di cui all'articolo 43.10 – Convocazione Sessione annuale e comunicazione dei risultati


    risposta al quesito 5
    Nel calcolare il costo della proroga tecnica, non sono stati considerati gli ammortamenti delle forniture della scheda A19 del computo, che al termine dei 5 anni hanno remunerato l'appaltatore. Pertanto, la proroga tecnica non può essere quantificata come  € 1.206.938,48/2 = € 603.469,24

    risposta al quesito 6
    Premesso che documenti informati di dimensioni limitate sono di facile apertura si riscontra che la piattaforma non presenta limitazioni. Questo ufficio ha aperto file di 70 Mb circa. Si invita il concorrente a limitarsi nella dimensione di file provvedendo a convertire file in pdf (evitando stampe e successive scansioni)  con acquisizione a 200 dpi (trattasi di suggerimento e non di obbligo).


    risposta al quesito 7
    I riferimenti  4.1.2 e 5.1.2 sono meri rifusi di stampa.


    risposta al quesito 8
    SI RIPORTA IL PUNTO QL_A1 COMPLETO
    Coerenza del dimensionamento dei servizi oggetto del presente appalto rispetto ai carichi giornalieri di lavoro di ogni singolo servizio dimensionato, all’adattamento alle specifiche caratteristiche di Isola del Liri ed all’adeguatezza del numero di personale proposto per lo svolgimento dei servizi e dei mezzi utilizzati. Il concorrente, a seguito del dimensionamento di ogni singolo servizio, deve predisporre una tabella riassuntiva dove lungo le righe deve essere descritto il carico di lavoro giornaliero di ogni singolo servizio e il loro totale, invece, lungo le colonne devono essere riportati i giorni della settimana. 

    risposta al quesito 9
    Gli allegati richiesti ai punti QL_A7, QL_B2, QL_B3, QL_F1, rientrano nel conteggio previsto
    Premesso che la limitazione è imposta alla relazione e all’eventuale parte grafica non si è stabilito alcun limite alle schede tecniche.
    Da cui le schede tecniche non rientrano nel conteggio




     
    16/12/2019 14:00
  6. 05/12/2019 12:55 - Con riferimento alla procedura di gara in questione, si chiedono i seguenti chiarimenti:
    1. relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. f), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile dimostrare il possesso di esecuzione del servizio presso due Comuni, per un totale di almeno 12.000 abitanti, anziché presso un solo Comune;
    2. sempre relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. f), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile dimostrare il possesso del requisito per contratti in corso con riferimento ad una situazione nella quale la raccolta porta a porta è stata avviata su un numero inferiore a 12.000 abitanti e poi successivamente è stata estesa ad una popolazione di almeno 12.000 abitanti;
    3. relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. h), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile ritenere integrato il requisito in presenza del sistema di lettura di sacchi con codici a barre attraverso sistema di lettura e trasmissione dati ad una piattaforma per la gestione delle letture, in luogo di mastelli/contenitori.
    Si resta in attesa di un cortese e positivo riscontro al fine di consentire la massima partecipazione, agli operatori economici del settore, alla procedura di gara in questione.
    Distinti saluti


    QUESITO
    Con riferimento alla procedura di gara in questione, si chiedono i seguenti chiarimenti:
    1. relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. f), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile dimostrare il possesso di esecuzione del servizio presso due Comuni, per un totale di almeno 12.000 abitanti, anziché presso un solo Comune;

    RISPOSTA
    Occorre dimostrare il possesso di esecuzione del servizio presso un Comune con  almeno 12.000 abitanti,


    QUESITO
    2. sempre relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. f), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile dimostrare il possesso del requisito per contratti in corso con riferimento ad una situazione nella quale la raccolta porta a porta è stata avviata su un numero inferiore a 12.000 abitanti e poi successivamente è stata estesa ad una popolazione di almeno 12.000 abitanti;

    RISPOSTA
    SI ribadisce che è onere del concorrente dimostrare di avere eseguito un contratto della durata di 18 mesi, negli 36 mesi, di servizio di raccolta dei rifiuti urbani ed assimilati con modalità porta a porta d presso un Comune con  almeno 12.000 abitanti. Il dato popolazione deve:
    • Essere riferito al dato istat
    • Deve perdurare per almeno 18 mesi di contratto,


    QUESITO
    3. relativamente al requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.1.3, lett. h), del bando – disciplinare di gara, si chiede se è possibile ritenere integrato il requisito in presenza del sistema di lettura di sacchi con codici a barre attraverso sistema di lettura e trasmissione dati ad una piattaforma per la gestione delle letture, in luogo di mastelli/contenitori.
    Si resta in attesa di un cortese e positivo riscontro al fine di consentire la massima partecipazione, agli operatori economici del settore, alla procedura di gara in questione.

    RISPOSTA
    Richiamato il principio di equivalenza si ritiene che il sistema di lettura di sacchi con codici a barre sia equivalente al sistema con TAG, fermo restando l’obbligo di dimostrare l’attività svolta che sarà oggetto di verifica da parte della S.A.

     
    16/12/2019 14:02
  7. 06/12/2019 11:42 - Relativamente alla procedura in oggetto, si richiedono i seguenti chiarimenti.
    In particolare, si chiede conferma che:

    - Alla luce della sentenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea, Sezione V, del 26 settembre 2019 (causa C- 63/18), non vi siano limiti quantitativi al subappalto e che, pertanto, non si applichino le disposizioni di cui al punto 3.2.5 b) del Disciplinare di gara e di cui all’art. 23 del CSA nella parte in cui prevedono il limite del subappalto al 30% sull’importo complessivo del contratto;

    - Contrariamente a quanto indicato al punto 9.2.1 del Disciplinare di gara (pag. 57), non debba essere indicata la terna dei subappaltatori qualora il concorrente si riservi la possibilità di ricorrere al subappalto;

    - Qualora partecipi alla procedura in oggetto un consorzio di cooperative di cui all’art. 45, comma 2, lett. b) D.Lgs. 50/2016 e s.m.i., al punto LL) del Modello A/1 sia sufficiente indicare l’esatta denominazione e l’indirizzo delle consorziate che compongono il consorzio, non anche le posizioni previdenziali e assistenziali;

    - Il possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art. 80 del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. possa essere dichiarato dal Legale Rappresentante/Procuratore dell’impresa concorrente con riferimento a tutti i soggetti di cui al comma 3 dello stesso art. 80, come precisato dal Comunicato del Presidente dell’ANAC del 08.11.2017. In attesa di Vostro cortese riscontro, si porgono distinti saluti.


    A riscontro di quanto riportato nei primi due punti elenchi:

    RISPOSTA

    Premesso che il tenore della citata sentenza non è quello di considerare il sub appalto nei limiti del 100% del valore bensì quello di valutare per ogni singolo appalto il valore della quota sub appaltabile 
    Si rappresenta che il comune da valutato l’appalto fissando al 30% la quota di sub appalto.
    In merito alla terna si richiama la modifica apportata dalla Legge 55/2019 che non obbliga la indicazione  della terna in sede di gara .


    A riscontro di quanto riportato al terzo punto elenco:

    RISPOSTA

    In relazione a quanto richiesto si specifica che il rapporto contrattuale in caso di aggiudicazione sarà instaurato tra il comune  e il consorzio . La consorziata indicata in sede di gara sarà l’esecutrice del contratto .
    Pertanto corre l’obbligo della indicazione al fine di riscontrare se la stessa è ricompresa tre le consorziate mentre riveste carattere di opportunità l’indicazione delle posizione previdenziali ed assistenziali,
    Le verifiche sul possesso dei requisiti della consorziata può essere rinviato al momento dell’esecuzione del contratto


    A riscontro di quanto riportato al quarto punto elenco:

    RISPOSTA
    Si conferma la possibilità di presentare la dichiarazione in nome e per conto di altri soggetti da rendersi ai sensi del DPR 445/2000 con assunzione di responsabilità civile e penale  di quanto dichiarato

     
    16/12/2019 14:05
  8. 11/12/2019 14:38 - Con riferimento alle tabelle RICAVI CONAI e TRATTAMENTI COMPRESI NELL’APPALTO, contenute nell’elaborato 4 “Computo metrico e quadro economico” allegato al Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede cortesemente di indicare come sono stati stimati i ricavi/costi unitari €/ton indicati.
    Tali ricavi/costi unitari risultano infatti non in linea con i gli attuali importi di mercato, sia per quanto riguarda i costi da sostenere sia per quanto riguarda i ricavi delle frazioni differenziate da vendita su mercato libero o CONAI.
     


    Risposta.

    I costi e i ricavi sono stati quantificati durante le fasi di progettazione. Infatti, visto l'andamento sia dei costi degli impianti nella Regione Lazio, sia dei contributi CONAI per le frazioni differenziate, al fine di avere un corrispettivo dell'appalto idoneo allo svolgimento delle prestazioni, il Comune di Isola del Liri ha rappresentato, a pagina 14 del disciplinare di gara, dei meccanismi di tutela per l'idoneità del corrispettivo. Infatti, per quanto riguarda le prestazioni a misura, quali i costi di trattamento unitari elencati nell'art.8 del capitolato speciale d'appalto, nel caso in cui per fattori esterni alle parti i costi di trattamento, al momento dello svolgimento delle prestazioni, non saranno più allineati a quelli del mercato della Regione Lazio, questi saranno adeguati a seguito di idonee analisi di mercato svolte dal Responsabile del Procedimento e dal DEC.

    Il medesimo principio si applica ai RICAVI CONAI, in funzione del futuro accordo ANCI – CONAI, andando a ridefinire la quantificazione della somma da portare in detrazione (voce a3 del comma 4 dell'art.11 del CSA), considerando i stessi pesi dei rifiuti riportati nel computo metrico.

    Proprio per la poca certezza e stabilità dei costi degli impianti e per l'andamento dei RICAVI, dovuti dalla nuova formulazione dell'accordo ANCI-CONAI, il Comune di Isola del Liri ha deciso che tali fattori non siano assoggettati a ribasso, lasciando dal punto di vista economico il confronto tra i partecipanti solo sulla parte relativa allo svolgimento dei servizi.
    16/12/2019 14:06
  9. 17/12/2019 16:26 - QUESITO n. 1
    Al punto G) del Modello A/1, il concorrente deve dichiarare “che nei propri confronti non sono state applicate le misure di prevenzione della sorveglianza di cui all’art. 6 del d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 ss.mm. e che, negli ultimi cinque anni, non sono stati estesi gli effetti di tali misure irrogate nei confronti di un proprio convivente”. Quest’ultima dichiarazione fa riferimento alla L.575/65 che è stata abrogata e trasposta nel D.lgs. 159/2011, dove tuttavia non vi è alcun riferimento specifico a tale disposizione. Pertanto, si chiede conferma che trattasi di refuso e che il corretto riferimento sia a quanto previsto dal D.lgs. 159/2011, chiedendo contestualmente in caso affermativo che codesta spettabile Amministrazione provveda alla rettifica del relativo modello in conformità con quanto previsto dal suddetto Codice Antimafia.

    QUESITO n. 2
    Il concorrente deve altresì dichiarare, nel suddetto Modello A/1, che nei confronti dei soggetti cessati dalla carica “non sono state pronunciate sentenze di condanna passate in giudicato, decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello stato o della comunità che incidono sulla moralità professionale; ovvero condanna, con sentenza passata in giudicato per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunicati citati all’art. 45, paragrafo 1, direttiva Ce 2004/18”. Si fa presente che la suddetta dichiarazione (ex art. 38, comma 1, lett. c) del D.lgs. 163/2006) è stata abrogata e, pertanto, si chiede conferma che, nei confronti dei soggetti cessati dalla carica nell’anno antecedente la pubblicazione del bando, le dichiarazioni da rendere siano esclusivamente quelle riferite alla normativa in vigore alla data di presentazione dell’offerta, ovvero i commi 1, 2 e 5 lett. l) dell’art. 80, D.Lgs. 50/2016 e s.m.i.

    QUESITO n. 3
    In relazione alla dichiarazione relativa all’art 80 comma 5, si chiede conferma che i soggetti obbligati debbano rendere unicamente le dichiarazioni di cui all’art 80 comma 5 lett. c) e lett. l), in quanto le altre lettere del suddetto comma 5 possono essere riferibili solo all’operatore economico.


    Risposta Quesito n. 1
    L’art. 67 comma 4 D. lgs. 159/2011, rubricato “Effetti delle misure di prevenzione” stabilisce quanto segue: “Il tribunale, salvo quanto previsto all'articolo 68, dispone che i divieti e le decadenze previsti dai commi 1 e 2 operino anche nei confronti di chiunque conviva con la persona sottoposta alla misura di prevenzione nonché nei confronti di imprese, associazioni, società e consorzi di cui la persona sottoposta a misura di prevenzione sia amministratore o determini in qualsiasi modo scelte e indirizzi. In tal caso i divieti sono efficaci per un periodo di cinque anni.”
    Si ribadisce, pertanto, la necessità che il concorrente renda la dichiarazione in conformità a quanto indicato nella modulistica messa a disposizione dalla Stazione Appaltante. 

    Si specfica inolte che trattasi di modello a cui il concorrente può ricorrere e che lo stesso, essendo editabile, può essere corretto in fase di compilazione

    Resta comunque inteso che la partecipazine alla gara e, in caso di aggidicazione, la esecuzione del contratto per tutta la sua durata è subordinata all’assenza di cause di esclusione previste dal D.Lgs. 159/2011 


    Risposta Quesito n. 2
    Si ribadisce che le dichiarazioni da rendere sono tutte quelle di cui all’art. 80 D. lgs. 50/2016 previste sia per loperatore economico che per i soggetti obbligati.

    Risposta Quesito n. 3
    vale quanto risposto al quesito n. 2

     
    20/12/2019 14:44
  10. 18/12/2019 15:24 - Relativamente al possesso del requisito di idoneità professionale di cui al punto 3.1.3. lett. d) del Disciplinare di gara si chiede conferma che, qualora partecipi alla procedura in oggetto un Consorzio di Cooperative ex art. 45, comma 2, lett. b) del D.Lgs. 50/2016 e s.m.i. in possesso di tutti i requisiti di idoneità professionale richiesti, l’attività oggetto di gara possa essere svolta da imprese consorziate iscritte anche in classi inferiori all’Albo Nazionale Gestori Ambientali, purché la sommatoria dei valori delle classi stesse superi il valore delle classi di iscrizione richieste dalla lex specialis di gara. In sintesi, si chiede conferma che il consorzio possa partecipare indicando due consorziate che posseggano, in somma, il requisito di iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientale di cui al punto 3.1.3. lett. d) del Disciplinare di gara le quali eseguiranno, rispettivamente e in caso di aggiudicazione, le sole attività per le quali possiedono l’iscrizione.

    In risposta al quesito formulato, preliminarmente occorre fare riferimento al consolidato orientamento della giurisprudenza amministrativa, a parere della quale l’iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali rappresenta un requisito di natura soggettiva relativo all’ idoneità professionale degli operatori a norma dell’art. 83, comma 1, lett. a), d.lgs. n. 50 del 2016, e costituisce titolo autorizzatorio per l’esercizio dell’attività di raccolta e trasporti dei rifiuti.
    Il relativo possesso determina quindi l’abilitazione soggettiva all’esercizio della professione e costituisce pertanto, un requisito che si pone a monte dell’attività di gestione dei rifiuti, pacificamente rientrando nell’ambito dei requisiti di partecipazione e non di esecuzione” (Consiglio di Stato, Sez. V, 22 ottobre 2018, n. 6032).
    In quanto requisito soggettivo, pertanto, deve essere posseduto in via generale da tutte le partecipanti alla gara, senza possibilità di ricorrere all’Avvalimento.
    In particolare, i soggetti di cui alle lettere b) e c) del secondo comma dell’art. 45, costituiscono delle strutture stabili e autonome rispetto ai soggetti che li costituiscono e nel partecipare alle gare per l’affidamento di contratti pubblici possono qualificarsi ricorrendo ai requisiti posseduti in proprio dal consorzio oppure dagli operatori economici facenti parte il consorzio, anche laddove non indicati quali esecutori del contratto
    In merito, giova ricordare altresì quanto precisatodall’ANAC con il parere n. 865 del 2 ottobre 2018 – seppure reso nei confronti di un partecipante ad un RTI - con cui l’Autorità ha ritenuto “legittima l’esclusione del concorrente in possesso di iscrizione a una categoria dell’Albo Nazionale Gestori Ambientali non adeguata alla percentuale di esecuzione di lavori assunta nella categoria prevalente
    Applicando tutti i principi sopra enunciati al caso di specie, è possibile rispondere al quesito nei seguenti termini:
    • il Consorzio potrà soddisfare il requisito di iscrizione all’Albo Nazionale dei Gestori Ambientali (senza possibilità di ricorrere all’istituto dell’avvalimento), in proprio o attraverso il cumulo dei requisiti posseduti dalle consorziate, anche non indicate quali esecutrici del Contratto;
    • le singole consorziate esecutrici dovranno essere qualificate per le attività che dovranno svolgere in caso di aggiudicazione e non potranno assumere quote di esecuzione superiore rispetto a quelle per cui risultano qualificate.
    20/12/2019 14:46
  11. 19/12/2019 12:53 - In riferimento alla gara in oggetto si richiede quanto segue:
    - al punto 3.1.3 lett. i) del Disciplinare di Gara si prevede che la Ditta Concorrente dimostri il possesso dei mezzi specificati nell'allegato (01RT_ELA.6_ELENCO_PRESTAZIONI): tuttavia, poichè l'art. 37 comma 3 del CSA consente all'aggiudicatario di mettere a disposizione dell'appalto oggetto di gara i mezzi minimi entro 10 mesi dalla consegna dei servizi, appare di tutta evidenza che non è possibile indicare puntualmente i mezzi che saranno adibiti a tale scopo. Si chiede se è possibile indicare il possesso dei mezzi SIMILI già posseduti dalla ditta concorrente. In caso contrario, in considerazione della circostanza che gli stessi saranno acquisiti dalla ditta concorrente solo in caso di aggiudicazione dell'appalto, si chiede di sapere come ovviare all'impossibilità di indicare i dati dei mezzi quali: targa, data di immatricolazione, omologazione, corrispondenza con i mezzi indicati nell'iscrizione all'Albo Nazionale Gestori Ambientali, la cui indicazione è prescritta nel Disciplinare.
    - Il quesito di cui sopra vale anche per la dimostrazione del requisito attestante il possesso del dispositivo elettronico con certificazione CE a bordo per il monitoraggio  remoto  completo di modem GRPS, antenna GPS, radio frequenza UHF 868 Mhz, display, sistema di selezione a cura dell'operatore di eventi particolari, specie considerando che tale requisito deve essere comprovato secondo le disposizioni di cui all'art. 86 ed all'allegato XVII, parte II, del Codice.
    - Al punto 4.1.Offerta tecnica, nella parte indicante la descrizione del sub-criterio QL_A1 (pagina 35), la prescrizione a carico della ditta concorrente non è completa, poichè l'ultima frase recita testualmente "Il concorrente, a seguito del dimensionamento di ogni singolo servizio, deve predisporre una tabella riassuntiva dove lungo le righe deve essere descritto il carico di lavoro giornaliero di ogni singolo servizio e il .....(???)." Si chiede cosa occorre indicare nella tabella oltre quanto esplicitamente indicato.

     


    In riferimento al quesito n. 1 il concorrente deve:
    - garantire l’inizio del servizio al momento della richiesta da  parte del comune che può avvenire anche in applicazione dell’art. 32 c. 8 del D:lgs 50/2016. Ne consegue che l’operatore economoico deve avere la certezza di poter avviare il servizio nei tempi previsti
    - in caso di mezzi nuovi è consentito al concorrente di partecipare fermo restando la dichiarazione di voler acquistare mezzi spefici indicandone la rispndenza alle  caratteristiche miminme previste dal capitolato ed allegando la dichiarazione del fronitore con la quale lo stesso si impegna  fornire i citati mezzi ed i tempi di consegna. Per quest’ultimo caso non corre l’obbligo della indicazione della data di immatricolazione, targa, mentre l’omologazione  per il servizio cui è destinatat deve essere specificata sia dal concorrente sia dalla parte promittente venditrice. I dati di targa e immatricolazione andranno comunicati successivamente così come è posticipata alla data di acquisto l’iscrizione nell’ANGA

    In riferimento al quesito n. 2
    In analogia a quanto risposto al quesito 1 se il mezzo è già disponibile lo stesso deve esser dotato delle attrezzature richieste (spositivo elettronico con certificazione CE a bordo per il monitoraggio  remoto  completo di modem GRPS, antenna GPS, radio frequenza UHF 868 Mhz, display, sistema di selezione a cura dell'operatore di eventi particolari,) altrimenti deve essere resa dichiarazione di impegno nel rendere i mezzi equipaggaiti con le attrezzature specificate con allegata la dichiarazione del venditore a vendere le attrezzature nonchè i tempi di consegna. 
    Resta comunque obbligo del concorrente dare inizio all’attività nel caso in cui il comune dovesse attivare la procedura di cui all’art. 32 c. 8


    In riferimento al quesito n. 3
    come già riscontrato ad altro quesito il testo del criterio è:
    Coerenza del dimensionamento dei servizi oggetto del presente appalto rispetto ai carichi giornalieri di lavoro di ogni singolo servizio dimensionato, all’adattamento alle specifiche caratteristiche di Isola del Liri ed all’adeguatezza del numero di personale proposto per lo svolgimento dei servizi e dei mezzi utilizzati. Il concorrente, a seguito del dimensionamento di ogni singolo servizio, deve predisporre una tabella riassuntiva dove lungo le righe deve essere descritto il carico di lavoro giornaliero di ogni singolo servizio e il loro totale, invece, lungo le colonne devono essere riportati i giorni della settimana. 
    20/12/2019 15:06
  12. 20/12/2019 16:33 - Con riferimento a quanto in oggetto, la presente per richiedere chiarimenti in merito al 3.1.3 “Requisiti di capacità Tecnico e Professionale”, lettera i) possesso dei mezzi specificati nell’allegato (01RT_ELA.6_Elenco_Prestazioni” il quale prevede che il concorrente deve indicare l’elenco degli automezzi di cui all’art. 37, comma 3 del C.s.A. che devono essere di “nuova fabbricazione”. Trattandosi di mezzi di “nuova immatricolazione”, acquisibili solo a seguito di aggiudicazione dell’appalto, risulta impossibile indicare al momento della presentazione dell’offerta tecnico-economica i dati relativi a targa, data immatricolazione, omologazione, etc. Per quanto sopra esposto si chiede l’interpretazione autentica dell’art. 3.1.3, lettera I) del C.s.A. Nel rimanere in attesa di riscontro, l’occasione è gradita per porgere distinti saluti

    A riscontro della domanda posta si rimanda a quanto riscontrato al quesito 11 che di seguito viene riportato: 
     
    “In riferimento al quesito n. 1 il concorrente deve:
    - garantire l’inizio del servizio al momento della richiesta da  parte del comune che può avvenire anche in applicazione dell’art. 32 c. 8 del D:lgs 50/2016. Ne consegue che l’operatore economoico deve avere la certezza di poter avviare il servizio nei tempi previsti
    - in caso di mezzi nuovi è consentito al concorrente di partecipare fermo restando la dichiarazione di voler acquistare mezzi spefici indicandone la rispndenza alle  caratteristiche miminme previste dal capitolato ed allegando la dichiarazione del fronitore con la quale lo stesso si impegna  fornire i citati mezzi ed i tempi di consegna. Per quest’ultimo caso non corre l’obbligo della indicazione della data di immatricolazione, targa, mentre l’omologazione  per il servizio cui è destinatat deve essere specificata sia dal concorrente sia dalla parte promittente venditrice. I dati di targa e immatricolazione andranno comunicati successivamente così come è posticipata alla data di acquisto l’iscrizione nell’ANGA”

     
    24/12/2019 10:03
  13. 17/12/2019 16:25 -

    non risulta allegato alcuna richiesta di chiarimenti
    30/12/2019 08:50

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375 - Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it