Gara - ID 38

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Monte San Giovanni Campano
ProceduraAperta
CriterioMinor prezzo
OggettoLavori
LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADE COMUNALI E VICINALI IN LOCALITA' VARIE MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
CIG78019916A5
CUPJ17H18002320004
Totale appalto€ 207.171,17
Data pubblicazione 12/03/2019 Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 27 Marzo 2019 - 12:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 01 Aprile 2019 - 12:00 Apertura delle offerteMartedi - 02 Aprile 2019 - 09:30
Categorie merceologiche
  • 45233141 - Lavori di manutenzione stradale
DescrizioneLAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADE COMUNALI E VICINALI IN LOCALITA' VARIE.
Struttura proponente UFFICIO TECNICO
Responsabile del servizio ARCH. AUGUSTO FRATARCANGELI Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf doc.07-psc - 677.30 kB
12/03/2019
File pdf doc.06-piano-di-manutenzione - 407.47 kB
12/03/2019
File pdf doc.10-schema-di-contratto - 550.95 kB
12/03/2019
File pdf doc.08-cronoprogramma - 425.31 kB
12/03/2019
File pdf doc.09-capitolato-speciale-di-appalto - 868.05 kB
12/03/2019
File pdf doc.03-qte - 393.04 kB
12/03/2019
File pdf eg-01-planimetria-interventi - 2.79 MB
12/03/2019
File pdf doc.02-computo-metrico - 442.14 kB
12/03/2019
File pdf doc.05-stima-incidenza-manodopera - 440.25 kB
12/03/2019
File pdf doc.01-relazione-tecnica - 212.75 kB
12/03/2019
File pdf doc.04-elenco-prezzi - 441.71 kB
12/03/2019
File pdf eg-02-dettagli-e-sezioni - 2.28 MB
12/03/2019
File xml dgue-request - 10.96 kB
12/03/2019
File doc modulo-offerta-ribasso-con-prezzo-e-tabella - 127.50 kB
12/03/2019
File doc modulo-attestato-di-sopralluogo - 119.50 kB
12/03/2019
File doc modulo-a-1-domanda-di-partecipazione-e-dichiarazioni-aperta - 226.00 kB
12/03/2019
File doc modulo-atto-di-impegno - 135.00 kB
12/03/2019
File doc modulo-ausiliata-lavori - 133.50 kB
12/03/2019
File doc modulo-ausiliaria-lavori - 135.00 kB
12/03/2019
File p7m bando-disciplinare-piattaforma-riqualificazione-strade-m.s.g.-campano.pdf - 1.43 MB
13/03/2019
File pdf bando-disciplinare-piattaforma-riqualificazione-strade-m.s.g.-campano - 1.43 MB
13/03/2019
File pdf determina-n-111-aggiudicazione-strade-vicinali-localit-varie-msgc - 277.70 kB
11/06/2019

Aggiudicazione definitiva - 111 msgc \04/06/2019

Calcolo offerte anomale: Ai sensi dell'art. 97 c.2 lett. B del D.Lgs. 50/2016 - Soglia di anomalia individuata: 25.404

02964720615

APPALTIDIBELLOSRL -

Partecipanti

02911390595

CIMINO GIUSEPPE S.R.L. UNIPERSONALE -

02320470590

mase.l.n. costruzioni s.r.l -

04339340616

CANTIERI ITALIANI SRLS -

02034570594

CO.G.E STRADE SRL -

00170990600

POPOLLA ROBERTO & POPOLLA MARCO S.N.C -

08366821000

GEMINI APPALTI SRL -

02964720615

APPALTIDIBELLOSRL -

02840550616

CO.GE.R. S.R.L. -

07362411212

buis costruzioni s.r.l. -

03865030617

LE.DA. APPALTI E COSTRUZIONI -

01742030594

GIF COSTRUZIONI SRL -

07139071000

DO.VE. SRL -

01770990651

TESTATA D'ANGOLO Costruzioni srl -

02197520592

CARDI COSTRUZIONI SRL -

00251220604

co.ri.ma. s.r.l. -

07045061004

sa.fo. costruzioni srl -

PTRNLL52B29L725J

I.C.I. Impresa Costruzioni Industriali S.p.a -

02207870599

papa umberto srl -

02387670595

Impresa Liberato Carcone S.r.l.-Unipersonale -

04337710653

NUOVA VIA srl - Società con Unico Socio -

02190290607

COGEDIS SRL -

02358580609

ECO SCAVI SRL -

PSCMSM75T16D969J

PESCINA MASSIMO -

mlndrd54s05e527l

EDUMOL COSTRUZIONI E IMPIANTI DI MOLINARO EDUARDO -

BRTLNS84D01B715M

NORDICA COSTRUZIONI DI BORTONE ALFONSO -

02314460607

G&M LAVORISRL -

02163840602

EDILVERDE S.R.L. -

00911980597

EDILSTRADE MINTURNO SRL -

02646390605

AMBROSETTI GROUP SRL -

11090341006

A.D.C. 76 SRL -

02419450602

ROTONDI CANTIERI S.R.L. -

09905361003

GIULIA APPALTI SRL -

04377200615

BAIA SRLS -

14349531005

DAMA APPALTI SRL -

02922760604

AEDIFICA SRL -

09535941000

C.L.T. TRASPORTI SRL -

13259581000

CEMENTIFOND SRL -

11632001001

Stradaioli Costruzioni Generali s.r.l. -

10142541001

a.d. srl costruzioni edili stradali -

TTVFLV78M01L182K

Ottavi Flavio -

12714891004

BRS srl -

DCHSNT61P69B715F

Igea Appalti Srl -

06137241003

ARDEATINA APPALTI SRL -

02285170599

P.A. COSTRUZIONI GENERALI SRL -

05642641210

CAMPANIA NOLEGGI SRL -

10740281000

MARIO CIPRIANI S.R.L. -

TGLGNN67C16A123L

TAGLIAFERRI GIOVANNI -

02820000608

CO.GE.CO COSTRUZIONI E APPALTI. S.R.L -

02369920604

INTESA COSTRUZIONI SRL -

02419230608

ALICE s.r.l. -

04145640613

BUILD SRL -

02516640592

GIANFRANCO MOLINARO S.R.L. -

01721450136

selva mercurio srl -

06463771003

SIMONEDIL S.R.L. -

08001521007

EDILCODED S.R.L. -

08396531009

NOMENTANA APPALTI S.R.L. -

09366891001

Tirreno Strade Srl -

01783410606

picano srl -

01515700605

CESIT S.r.l. -

09249161002

CFC SRL -

02610660595

Setina Costruzioni Edili srl -

12619771004

ENEA APPALTI SRL -

09605701003

alpha tau srl -

01749530596

Laziale Scavi di Antolini Fabrizio s.a.s. -

14186031002

TEMA COSTRUZIONI SRL -

BRTVTR88B28B715H

TIRRENIA APPALTI E COSTRUZIONI DI BORTONE VITTORIO -

02485710608

cioce asfalti srl -

02671280606

MUCCITELLI SRL -

12738281000

GEO SRL -

12335271008

LUI.CA. SRL -

07936561005

SABINA APPALTI SRL -

Avvisi di gara

10/04/2019Comunicazione data di apertura della busta Busta B - Offerta economica della procedura Aperta: LAVORI DI RIQUALIFICAZIONE STRADE COMUNALI E VICINALI IN LOCALITA' VARIE MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO
Si comunica che l'apertura della busta Busta B - Offerta economica per la procedura in oggetto avverra in data Venerdi - 19 Aprile 2019 - 12:00...

Chiarimenti

  1. 14/03/2019 15:35 - SPETT.LE
    PROVINCI DI FROSINONE
    CON LA PRESENTE CHIEDIAMO DELUCIDAZIONE PER LA PRSENTE PROCEDURA, ESSENDO IL NOSTRO LEGALE RAPPRESENTANTE/AMMINISTRATORE UNICO ANCHE CONSIGLIERE DEL COMUNE DI MONTE SAN GIOVANNI CAMPANO POSSIAMO PARTECIPARE ALLA GARA IN QUANTO INDETTA DALLA CODESTA PROVINCIA?
    RESTIANDO IN ATTESA DI VS CORTESE RISCONTRO IN MERITO PORGIAMO DISTINTI SALUTI
    EDIL PI.MA. SRL


    RISPOSTA

    COn sentenza del Tar Basilicata, Potenza, sez. I, 20 marzo 2018, n. 194  non si ravvisa una incompatibilità alla partecipazione che invece insorge dopo la stipula del contratto di appalto di cui è causa in applicazione dell’art. 63, comma 1, n. 2, D.Lg.vo n. 267/2000.

    Al riguardo, va rilevato che l’art. 42 D.Lg.vo n. 50/2016, rubricato “Conflitto di interessi”, statuisce:

    -al comma 1, l’obbligo delle stazioni appaltanti di “prevenire e risolvere in modo efficace ogni ipotesi di conflitto di interesse” nello svolgimento dei procedimento di evidenza pubblica, “in modo da evitare qualsiasi distorsione della concorrenza e garantire la parità di trattamento di tutti gli operatori economici”;

    -al comma 2 che “si ha conflitto di interesse, quando il personale di una stazione appaltante o di un prestatore di servizi, che, anche per conto della stazione appaltante, interviene nello svolgimento della procedura di aggiudicazione degli appalti e delle concessioni o può influenzarne, in qualsiasi modo, il risultato, ha, direttamente o indirettamente, un interesse finanziario, economico o altro interesse personale che può essere percepito come una minaccia alla sua imparzialità e indipendenza nel contesto della procedura di appalto o di concessione”, specificando che “costituiscono situazioni di conflitto di interesse quelle che determinano l’obbligo di astensione, previste dall’art. 7 DPR n. 62/2013” (cioè dell’art. 7 del Codice di comportamento dei dipendenti pubblici, che sancisce l’obbligo dei dipendenti di astensione “dal partecipare all’adozione di decisioni o ad attività, che possano coinvolgere un interesse proprio ovvero di suoi parenti, affini entro il secondo grado, del coniuge o di conviventi oppure di persone con le quali abbia rapporti di frequentazione abituale ovvero di soggetti od organizzazioni con cui egli o il coniuge abbia causa pendente o grave inimicizia o rapporti di credito o debito significativi ovvero di soggetti od organizzazioni di cui sia tutore, curatore, procuratore o agente, ovvero di enti, associazioni anche non riconosciute, comitati, società o stabilimenti di cui sia amministratore o gerente o dirigente” oppure “in ogni altro caso in cui esistano gravi ragioni di convenienza”);

    -al comma 3, l’obbligo del personale che versa nelle predette ipotesi di “darne comunicazione alla stazione appaltante”;

    -al comma 4 che i suddetti obblighi “valgono anche per la fase di esecuzione dei contratti pubblici”;

    -ed al comma 5 l’obbligo della stazione appaltante di vigilare sul rispetto delle suddette norme.

    Inoltre, va evidenziato che l’art. 80, comma 5, lett. d), del nuovo Codice dei contratti Pubblici ex D.Lg.vo n. 50/2016 ha previsto l’esclusione dalla gara dell’offerente, che si trovi in una situazione di conflitto di interessi ex art. 42 “non diversamente risolvibile”.

    Secondo l’orientamento giurisprudenziale, sancito dalla Sentenza C.d.S. Sez. V n. 3415 dell’11.7.2017, di conferma la Sentenza TAR Pescara n. 21 del 9.1.2017 (richiamato dalla Cooperativa ricorrente), le suddette norme in materia di conflitto di interessi, contenute nel citato art. 42 D.Lg.vo n. 50/2016, si applicano non solo ai lavoratori subordinati della stazione appaltante, ma anche ai soggetti esterni che per conto dell’Amministrazione committente hanno curato la predisposizione degli atti di gara, cioè anche ai dirigenti ed agli amministratori di tali soggetti esterni, e la loro violazione non richiede la dimostrazione del vantaggio conseguito, essendo poste a tutela del pericolo astratto e presunto della potenziale lesione dei principi di imparzialità e/o di parità di trattamento nei procedimenti di affidamento di appalti pubblici.

    Ma tale condivisibile orientamento giurisprudenziale non può trovare applicazione nella fattispecie in esame, in quanto il Consigliere Comunale, titolare della ditta individuale aggiudicataria, Consigliere Comunale della stazione appaltante, non ha potuto svolgere alcuna funzione nella gestione amministrava delle gare di appalto, spettante esclusivamente, ai sensi dell’art. 107, comma 3, lett. b), D.Lg.vo n. 267/2000 ai Dirigenti comunali, in applicazione del fondamentale principio ex art. 4 D.Lg.vo n. 165/2001 della netta separazione tra la funzione di indirizzo politico-amministrativo, di compente degli organi di governo, e la gestione amministrativa.

    Rimane ovviamente fermo, dopo stipula del contratto di appalto di cui è causa, l’insorgere a carico del Consigliere Comunale della causa di incompatibilità prevista dall’art. 63, comma 1, n. 2, D.Lg.vo n. 267/2000

    Pertanto si ritiene che l'impresa possa partecipara alla gara ma in caso di assegnazione della commessa deve essere risolto il problema dell'insorgere della causa di incompatibilità

    15/03/2019 08:46
  2. 18/03/2019 19:26 - BUONGIORNO, IN RIFERIMENTO AL SOPRALLUOGO SI RICHIEDE INDIRIZZO EMAIL AL QUALE INVIARE LA RICHIESTA DI PRESA VISIONE.
    CORDIALI SALUTI


    Premesso che è obbligatorio il sopralluogo sui luoghi dove è ubicato l'intervento oggetto de i lavori in appalto, assistito e attestato dalla Stazione
    appaltante, da effettuare con le modalità e alle condizioni di cui all'articolo 9.3.4; si precisa che:
    a) l’Amministrazione aggiudicatrice rilascia l'attestazione di avvenuto sopralluogo.
    b) ai fini della validità dell'avvenuto sopralluogo, questo può essere fatto esclusivamente:
    • da un soggetto di cui all'articolo 80, comma 3, del Codice, attualmente in carica;
    • da un dipendente dell' offerente, purché munito di apposita delega rilasciata da uno dei soggetti indicati in precedenza;
    • da un soggetto terzo purché munito di apposita procura notarile;
     
     
    con la limitazione che
    d) nessun soggetto può effettuare sopralluogo per conto di due o più operatori economici che partecipano in concorrenza tra di
    loro;
     
     
    per l’effettuazione del sopralluogo nel disciplinare di gara
    Ai fin i dell'effettuazione del sopralluogo, i concorrenti devono presentarsi presso la il Comune di Monte San Giovanni Campano muniti dell' attestato di sopralluogo allegato B) al presente disciplinare, compilato in ogni sua parte in duplice copia e date dei sopralluoghi ed i tempi di invio di prenotazione e della sopra citata documentazione dovrà avvenire nei tempi riportati nel seguente prospetto:
    Date dei sopralluoghi: tutti i lunedì, mercoledì e venerdì ricompresi tra il 13.03.2019 ed il 29.03.2019
    A tale istanza non seguirà riscontro da parte dell'Ente. le richieste di sopralluogo si intendono automaticamente confermate.
    Il sopralluogo verrà effettuato i giorni di lunedì, mercoledì e venerdì come sopra riportati. Il luogo di incontro è la sede del Comune di Monte San Giovanni Campano, ufficio Lavori Pubblici alle ore 10,00 per procedere all'effettuazione del sopralluogo alle ore 10,30.
     
    si specifica che la frase “e date dei sopralluoghi ed i tempi di invio di prenotazione e della sopra citata documentazione dovrà avvenire nei tempi riportati nel seguente prospetto:”  e la frase “A tale istanza non seguirà riscontro da parte dell'Ente. le richieste di sopralluogo si intendono automaticamente confermate” sono un mero refuso di stampa quindi da cui per il sopralluogo vale la seguente regola:
     
    Ai fin i dell'effettuazione del sopralluogo, i concorrenti devono presentarsi presso la il Comune di Monte San Giovanni Campano muniti dell' attestato di sopralluogo allegato B) al presente disciplinare, compilato in ogni sua parte in duplice copia
    Date dei sopralluoghi: tutti i lunedì, mercoledì e venerdì ricompresi tra il 13.03.2019 ed il 29.03.2019
    Il sopralluogo verrà effettuato i giorni di lunedì, mercoledì e venerdì come sopra riportati. Il luogo di incontro è la sede del Comune di Monte San Giovanni Campano, ufficio Lavori Pubblici alle ore 10,00 per procedere all'effettuazione del sopralluogo alle ore 10,30.
     
     
    Per quanto sopra e a risposta del quesito:
    per effettuare il sopralluogo non è richiesto l’invio di e-mail e uno tra:
    • da un soggetto di cui all'articolo 80, comma 3, del Codice, attualmente in carica;
    • da un dipendente dell' offerente, purché munito di apposita delega rilasciata da uno dei soggetti indicati in precedenza;
    • da un soggetto terzo purché munito di apposita procura notarile;
    dell’impresa deve presentarsi presso il comune di Monte San Giovanni Campano in uno dei seguenti giorni tutti i lunedì, mercoledì e venerdì ricompresi tra il 13.03.2019 ed il 29.03.2019 alle ore 10:00 per procedere all'effettuazione del sopralluogo alle ore 10,30 munito dell' attestato di sopralluogo allegato B) al presente disciplinare, compilato in ogni sua parte in duplice copia
    19/03/2019 09:44
  3. 14/03/2019 16:08 - Buonasera, con la presente si comunica che il CIG non è funzionante.

    Si comunica che il RUP ha provveduto a perfezionare il CIG.
    19/03/2019 09:44
  4. 21/03/2019 16:41 - Buonasera, in riferimento alla marca da bollo sull'offerta economica, va bene apporla, sbarrarla e scansionare il modello???

    Si è possibile procedere come proposto ricordando che nel caso di uso di marca da bollo già apposta per altre gare il concorrente sarà denunciato alle autorità competenti e saranno applicate le sanzioni previste dalla vigente normativa.
    22/03/2019 15:03
  5. 20/03/2019 09:34 - Buongiorno, 

    con la presente, chiediamo cortesemente di sapere se la marca da bollo di € 16,00 per l'offerta economica può essere assolta tramite F23.
    In caso affermativo potete indicarci i seguenti dati da inserire: codice ufficio e codice tributo.

    Vi ringraziamo anticipatamente.
    Distinti saluti


    PAGAMENTO DELL’IMPOSTA DI BOLLO
    Nel caso di presentazione di istanze per mezzo PEC, che prevedano l’assolvimento dell’imposta di bollo, ai sensi del D.P.R. 642/1972, l’utente deve provvedere al pagamento dell’imposta versando l’ammontare corrispondente.
    Quindi, l’'imposta non dovrà più essere corrisposta con la modalità tradizionale (mediante cioè l'applicazione della marca da bollo sull'istanza).
    L'importo dovuto, per la domanda, deve essere pagato, con versamento, prima della presentazione della domanda telematica mezzo PEC.
    Per le istanze trasmesse in via telematica mezzo PEC l'imposta di bollo è dovuta in misura forfettaria di Euro 16,00 a prescindere dalla dimensione del documento.
    Allo stesso modo per gli atti e provvedimenti rilasciati per via telematica mezzo PEC l'imposta di bollo è dovuta nella misura forfettaria di Euro 16,00 a prescindere dalla dimensione del documento.
    Il pagamento dell'imposta di bollo relativo alla presentazione di istanze telematiche al Suap, è necessario per l'utente:
    • acquistare la marca da bollo da euro 16,00 ed inserire il suo numero seriale all'interno della dichiarazione contenuta nell'istanza telematica e allegare, obbligatoriamente, scansionato, copia del contrassegno in formato .pdf (art. 3, comma 2, del DECRETO INTERMINISTERIALE 10 novembre 2011, recante misure per l'attuazione dello sportello unico per le attività produttive);
    • compilare MODULO F23 dell'Agenzia delle Entrate. Per la compilazione del modulo F23 l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un programma che esegue semplici controlli formali sui dati inseriti evitando errori nella procedura di versamento. Una volta compilato il modello, l’importo dovuto può essere versato presso gli sportelli di banche, di Poste Italiane S.p.A. oppure degli agenti della riscossione.
    Prova dell'avvenuto versamento dell’imposta di bollo 
    L’utente, dopo aver effettuato il pagamento dell'imposta di bollo e/o dei diritti di istruttoria deve obbligatoriamente allegare alla domanda:
    • la prova del versamento effettuato, costituita dal file in formato .pdf dell'attestazione/quietanza di avvenuto pagamento (es. la scansione della ricevuta di pagamento oppure la ricevuta digitalizzata nel caso sia utilizzato il servizio cosiddetto home banking. 
    • il modulo distinta di versamento, seguento le istruzioni riportate nelle SEZIONI TEMATICHE di questo sito.
    Indicazioni per la compilazione del modulo F23 direttamente sul sito dell'Agenzia Entrate
    Nella compilazione del modulo F23 occorre attenersi alle seguenti istruzioni:
    1)scelta del tipo di pagamento da effettuare: selezionare la voce “Altri casi ”.
    2)indicazione dei codici fiscali: inserire il codice fiscale dell’impresa e, eventualmente, del legale rappresentante.
    3)indicazione dei dati anagrafici:
    • versamento diretto al concessionario di: dal menù a tendina selezionare il nome dell'Ente
       
    • delega irrevocabile a: compilare con i dati relativi alla banca o all’ufficio postale presso il quale si intende eseguire il pagamento.
    • dati anagrafici soggetto tenuto al versamento: compilare con i dati dell’impresa
    4)indicazione dei dati del versamento: compilare i quadri con le seguenti informazioni:
    • Ufficio o ente: inserire il codice dell’Ufficio Territoriale dell’Agenzia delle Entrate competente per il Comune presso il quale si sta presentando l’istanza. Per il codice ufficio si deve fare riferimento alle Tabelle dei codici degli uffici finanziari e delle Direzioni Regionali e Provinciali pubblicate sul sito dell’Agenzia delle Entrate. L’elenco dei comuni dipendenti da ogni ufficio territoriale è pubblicato sul sito dell'Agenzia delle Entrate (per l'ambito del comune di Monte San Giovanni Campano il codice è TJJ).
    • Estremi dell'atto o del documento:
      • Anno: inserire l’anno corrente
    • Tributi:
    Codice tributo456T
    • Importo: inserire l’importo relativo all’imposta di bollo dovuta per la specifica istanza.
    Una volta compilato il modello, l’importo dovuto può essere versato presso gli sportelli delle banche, di Poste Italiane S.p.A. oppure degli agenti della riscossione.
    22/03/2019 15:10
  6. 21/03/2019 18:40 - La segnalazione, presente nella DOMANDA DI PARTECIPAZIONE, ai sensi dell’art. 93, c. 7, del Codice ,dove l'Operatore Economico dichiara di essere in possesso delle seguenti certificazioni:
    -della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI CEI ISO9000;
    -di registrazione al sistema comunitario di ecogestione e audit (EMAS), ai sensi del regolamento (CE) n. 1221/2009 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009;
    -di certificazione ambientale ai sensi della norma UNI ENISO14001;
    -del marchio di qualità ecologica dell'Unione europea (Ecolabel UE) ai sensi del regolamento (CE) n. 66/2010 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 25 novembre 2009,  in relazione ai beni o servizi che costituiscano almeno il 50 per cento del valore dei beni e servizi oggetto del contratto stesso;
    -che sviluppano un inventario di gas ad effetto serra ai sensi della norma UNI EN ISO 14064-1 o un'impronta climatica (carbon footprint) di prodotto ai sensi della norma UNI ISO/TS 14067;
    -di  rating di legalità e rating di impresa o della attestazione del modello organizzativo, ai sensi del decreto legislativo n. 231/2001 o di certificazione social accountability 8000, o di certificazione del sistema di gestione a tutela della sicurezza e della salute dei lavoratori, o di certificazione OHSAS 18001, o di certificazione UNI CEI EN ISO 50001 riguardante il sistema di gestione dell'energia o UNI CEI 11352 riguardante la certificazione di operatività in qualità di ESC (Energy Service Company) per l'offerta qualitativa dei servizi energetici e per gli operatori economici in possesso della certificazione ISO 27001 riguardante il sistema di gestione della sicurezza delle informazioni.  

    DOMANDA: Essendo una gara con lavorazioni in CAT. OG3 Classifica I^ ed essendo NOI un'impresa con Cat.OG3 Classifica II^ non segnalando tali certificazioni è motivo di ESCLUSIONE ?
     


    come rilevabile anche dalla premessa della domanda si parla di segnale il possesso di certificazioni e di un obbligo di possesso. Inoltre si rammenta che nel disciplinare è richiamato l'art. 93 del D.Lgs. 50/2016 che fissa al 2% l'importo della cauzione provvisoria salvo la possibilità di  una riduzione legata al possesso di determinate certificazioni (as esempio la ISO 9001 consente una riduzione del 50%, l'ulteriore posseso di certificazione EMAS consente un ulteriore 30%, se invece si è titolari di ISO 14001 l'ulteriore sconto è del 20% etcc..) 

    Ciò premesso non segnalando alcuna certificazione non si è esclusi. 
    22/03/2019 15:16
  7. 22/03/2019 19:42 - Buonasera in riferimento alla cauzione provvisoria a chi va intestata? Comune o Provincia?
    Saluti 


    La polizza va intestata al comune
    25/03/2019 13:46

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375 - Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it