Gara - ID 662

Stato: Pubblicazione


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Sant'Elia Fiumerapido
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
GARA SUA N. 84/2022 - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PRESSO LE SCUOLE DELL’INFANZIA NONCHE’ PER SCUOLA PRIMARIA F. ARPINO (SEZIONI TEMPO PROLUNGATO) – Gennaio–Giugno 2023 – A.S. 2023/2024– COMUNE DI SANT’ELIA FIUMERAPIDO
CIG9470298124
CUPC79I22000400004
Totale appalto€ 300.800,00
Data pubblicazione 18/11/2022 Termine richieste chiarimenti Mercoledi - 30 Novembre 2022 - 10:00
Scadenza presentazione offerteLunedi - 05 Dicembre 2022 - 10:00 Apertura delle offerteLunedi - 05 Dicembre 2022 - 10:30
Categorie merceologiche
  • 553 - Servizi di ristorazione e di distribuzione pasti
DescrizioneGARA SUA N. 84/2022 - AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA PRESSO LE SCUOLE DELL’INFANZIA NONCHE’ PER SCUOLA PRIMARIA F. ARPINO (SEZIONI TEMPO PROLUNGATO) – Gennaio–Giugno 2023 – A.S. 2023/2024– COMUNE DI SANT’ELIA FIUMERAPIDO
Struttura proponente Ufficio Tecnico
Responsabile del servizio DOTT.SSA ALBA OLANDESI Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf modello-dgue-22 - 1.09 MB
18/11/2022
File doc modulo-atto-di-impegno- - 138.50 kB
18/11/2022
File xml dgue-request-23 - 12.71 kB
18/11/2022
File doc modulo-ausiliata-servizi - 137.00 kB
18/11/2022
File doc modulo-offerta-ribasso-buono-pasto - 133.50 kB
18/11/2022
File doc modulo-ausiliaria-servizi - 135.00 kB
18/11/2022
File pdf 2020-dm-10-03-cam-ristorazione - 1.50 MB
18/11/2022
File pdf elenco-personale-da-adibire-al-servizio-di-refezione-scolastica - 281.90 kB
18/11/2022
File pdf menu-mensa-scolastica - 184.98 kB
18/11/2022
File pdf prosppetto-quadro-tecnico-spese-per-refezione-scolastica - 28.88 kB
18/11/2022
File pdf disciplinare-santelia - 1.66 MB
18/11/2022
File doc modello-1-domanda-servizi-31-marzo-2021 - 392.50 kB
18/11/2022
File pdf capitolato-definitivo-del-18.11.2022 - 1.09 MB
18/11/2022
File doc modulo-b-presa-visione-luoghi - 119.50 kB
21/11/2022

Trasparenza

Importo liquidato0,00

Avvisi di gara

21/11/2022Avviso agli utenti!
Si informa che in data odierna è stato caricato l’allegato “B”  –  Sopralluogo....

Chiarimenti

  1. 21/11/2022 14:56 - Spett.le Ente,per la procedura in oggetto si richiede quanto segue:
    Premesso che la scrivente possiede tutti i requisiti ai fini della partecipazione  al paragrafo 3.4.2 della lex specialis di gara rispetto agli  ultimi 3 esercizi finanziari disponibili (Bilancio 2019-2020-2021),si chiede conferma ,che per quanto concerne il punto 5  del paragrafo 3.4.3 della lex specialis di gara per “ triennio antecedente la data di pubblicazione del bando”  si faccia riferimento al periodo temporale 17/11/2019 -17/11/2022 .
    Si attende conferma distinti saluti


    In risposta a quanto richiesto, si conferma che per la dicitura “triennio antecedente la data di pubblicazione del bando”, di cui al punto 5 del paragrafo 3.4.3, è possibile far riferimento all’arco temporale indicato nel quesito di chiarimento (17/11/2019 -17/11/2022)
    22/11/2022 14:14
  2. 25/11/2022 12:50 - Spett. S.U.A. im merito alla presente gara si chiede il seguente chiarimento:
    Nel Disciplinare di gara a pag. 41 vengono definite le caratteristiche dell’offerta tecnica e si precisa che la relazione dovrà essere composta da un massimo di 40 cartelle formato A4. 
    In seguito si parta di eventuali elaborati grafici, un massimo di 5 (cinque) schede in formato non superiore ad A2.
    Si chiede se i 5 elaborati grafici formato A2 sono o meno computati nelle 40 cartelle, fermo restando che non sono computabili nel numero delle cartelle le copertine, gli eventuali sommari e le eventuali certificazioni di organismi accreditati.


    In riferimento al quesito si posto gli eventuali elaborati grafici, un massimo di 5 (cinque) schede in formato non superiore ad A2, non sono da computarsi nelle 40 cartelle A/4 previste come limite della relazione dell’offerta tecnica . 

    Si conferma che copertine ed eventuale sommario non sono computati nel limite della 40 cartelle. 

    Le copie delle certificazioni invece se presenti nella relazione vengono computate. 

    Si rammenta che l’indicazione del possesso delle certificazioni è prevista come autocertificazione nella domanda da allegare alla busta amministrativa
    25/11/2022 14:51
  3. 23/11/2022 13:47 - Spett.le Ente ,in relazione alla procedura in oggetto, si chiedono chiarimenti essenziali ai fii della partecipazione alla gara.
    All’esito del sopralluogo effettuato presso i locali mensa da parte del nostro delegato inn data 22/11  è risultato che il numero medio dei pasti giornalieri  preparati complessivamente sono circa 150/160 a fronte della dicitura presente a pagina 2 del capitolato speciale d’appalto “Il numero totale degli iscritti attualmente è di n. 288 (duecentottantotto) alunni, più docenti e non docenti”.A fronte di tale circostanza ,valutando soprattutto l’applicazione obbligatoria  della clausola sociale all’art.46 del capitolato speciale d’appalto per  l’impiego di 11 unità lavorative  per totali 187,5 ore lavorative settimanali  come  allegato alla documentazione di gara,si richiede specifica del  numero  pasti effettivamente preparati in media sui singoli plessi di cottura .
    Inoltre si precisa che se comparato a circa 150/160 pasti medi giornalieri ,il costo del personale ,cosi come previsto dall’ applicazione obbligatoria di  clausola sociale all’art.46 del capitolato speciale d’appalto,è pari circa al 85% del valore di fatturazione,rendendo pertanto impossibile  l’esecuzione di un servizio che sia quanto meno sufficiente.
    In attesa di un solerte riscontro si porgono distinti saluti.


    In riferimento al quesito, si precisa quanto segue.
    La documentazione di gara è stata redatta tenendo conto del numero effettivo di iscritti ai vari plessi scolastici, pari appunto a 288 alunni. Questo è dunque da considerarsi il potenziale bacino d’utenza della mensa, per tutti i giorni utili dell’anno scolastico. Il numero dei partecipanti alla mensa potrà tuttavia essere inferiore, nei fatti, a quello complessivo stimato, causando per l’appunto una riduzione del numero di pasti da preparare. Qualora questa riduzione rientri nella fattispecie ex art. 106 c. 12 del D.Lgs 50/2016 (che recita “La stazione appaltante, qualora in corso di esecuzione si renda necessario un aumento o una diminuzione delle prestazioni fino a concorrenza del quinto dell'importo del contratto, può imporre all'appaltatore l'esecuzione alle stesse condizioni previste nel contratto originario. In tal caso l'appaltatore non può far valere il diritto alla risoluzione del contratto.”) la stessa è assolutamente ammissibile a livello normativo e contrattuale, essendo appunto consentite le variazioni in diminuzione e in eccesso pari al 20% dell’importo del contratto, alle stesse condizioni previste nel contratto originario. In tal caso l'appaltatore non può far valere il diritto alla risoluzione del contratto medesimo.
    Tuttavia, in caso di variazioni che eccedano tale 20%, l’impresa non resterà affatto senza tutela dal punto di vista economico. Infatti tra le azioni giuridicamente ammesse si rammenta che,  qualora si verifichino variazioni dei costi e/o dell’entità del servizio che possano compromettere la redditività nel corso del rapporto o che comunque alterino le caratteristiche originarie del contratto, rendendolo eccessivamente oneroso, è ben possibile per l’impresa esperire il rimedio civilistico ex art. 1467 c.c., appellandosi alla risoluzione del contratto di appalto per eccessiva onerosità sopravvenuta, alle condizioni previste dalla norma, tramite azione proposta dinanzi all’autorità giudiziaria competente.
     
    28/11/2022 11:01
  4. 25/11/2022 10:34 -
    Spett. S.U.A., per la gara in oggetto, si chiedono i seguenti chiarimenti:
    - L’ art. 6 del Capitolato all’ultimo capoverso recita: “all’aggiudicatoario è riconosciuta l’anticipazione del prezzo pari al 20% del valore del contratto, da corrispondere entro quindici giorni dall’effettivo inizio delle attività….”
    Si chiede se tale anticipazione è effettivamente erogabile e in tal caso quali sono le modalità di restituzione mensile (intero importo della fattura o parziale importo della fattura fino a concorrenza dell’intero importo).
    - Modello 1 Domanda di partecipazione e dichiarazioni: si chiede se le dichiarazioni di cui alle pag. 15 e 16, precisamente le lettere V) Y) Z) AA) BB) CC) DD) sono effettivamente riferite a tale gara o nel caso si tratti di refuso possano essere depennate.
    - Modello 1 Domanda di partecipazione e dichiarazioni: si chiede se il punto L) debba essere compilato e a quale professione si riferisca. 
     


    In merito ai quesiti posti, si precisa quanto segue.
    Punto 1)      L’anticipazione del 20% del valore del contratto rientra nella previsione di cui all’art. 35 comma 18 del D.Lgs. 50/2016, applicabile anche nel caso della presente gara (relativa a servizi e di importo sotto soglia.) Ciò è stato confermato dalla delibera ANAC n. 325 del 13 luglio 2022, per cui tale anticipazione è da considerarsi anche qui erogabile. Tuttavia, la stessa delibera prevede testualmente che “le parti potrebbero prevedere pattiziamente una diversa regolamentazione del rapporto contrattuale, in ragione delle specificità del caso concreto, convenendo, ad esempio, la rateizzazione dell’anticipazione nel corso delle diverse annualità di durata del contratto. Ciò consentirebbe, da un lato, alla stazione appaltante di ridurre l’impegno di spesa iniziale, e dall’altro, all’operatore economico, di contenere gli oneri relativi alla costituzione della garanzia fideiussoria e agli interessi legali dovuti sull’anticipazione.”. E’ dunque evidente come gli aspetti legati alle modalità di erogazione e restituzione dell’anticipazione possano essere regolate in sede contrattuale da un accordo in tal senso tra l’Ente e l’impresa.
    Punti 2 e 3)    Il Modello 1 è da considerarsi di carattere generale e, pertanto, le indicazioni ivi previste nei vari punti vanno adattate volta per volta al caso di specie. Quindi, l’operatore può depennare le singole voci che non siano pertinenti alle caratteristiche della presente procedura di gara, come, a titolo di mero esempio, quelle relative ai lavori.
     
    28/11/2022 13:49
  5. 24/11/2022 12:32 - Spett.le Amministrazione,
    al fine di poter partecipare alla procedura di gara, per poter determinare correttamente le circostanze generali e particolari che potranno influire nella determinazione dell’offerta, la scrivente società formula i seguenti chiarimenti:

    NUMERO PASTI
    - vi chiediamo di indicare il numero dei pasti da erogare in ciascuna scuola giornalmente, suddiviso per plesso scolastico;
    - si richiede conferma che il servizio, in ciascuna scuola, dovrà essere erogato tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì

    PERSONALE
    • Riguardo l’elenco del personale pubblicato, anche ai fini della valutazione della clausola sociale (come richiamato anche nell’art 46 del capitolato), siamo a richiedere le seguenti specifiche per ciascun addetto:
    1. indicazione, per ciascun dipendente, della scuola ove presta il servizio
    2. n. ore giornaliere e settimanali lavorate
    3. data assunzione
    4. tipologia di contratto, se a tempo determinato o indeterminato
    5. scatti di anzianità maturati
    6. conferma o meno se sono impiegati in via esclusiva per l’appalto del servizio di refezione scolastica oppure se la cooperativa impiega gli stessi dipendenti in altre attività

    PREZZO DI GESTIONE DEL SERVIZIO DA PARTE DELL’ATTUALE GESTORE

    ATTREZZATURE
    Il Capitolato all’art. 16 LOCALI ED ATTREZZATURE recita quanto segue, “L’Amministrazione  comunale  pone  a  disposizione,  ad  uso  gratuito  dell’appaltatore,  le  cucine  e  tutte  le attrezzature fisse esistenti nei plessi scolastici nei quali si svolgerà il servizio di refezione scolastica.”
    Siamo a richiedere l’elenco delle attrezzature presenti in ciascuna scuola, di proprietà del comune.

    Inoltre, sempre l’art. 16 prevede a carico dell’aggiudicatario del servizio, la fornitura delle seguenti attrezzature, per le quali chiediamo conferma, che al termine dell’appalto tali attrezzature rimarranno di proprietà dell’aggiudicatario del servizio.

    CENTRO COTTURA VILLA:
    1.  Forno, 
    2.  Teglie da forno, 
    3.  Pentolame, 
    4.  Carrelli portavivande, 
    5.  Attrezzature minute (posate, mestoli, taglieri, coltelli, forbici, Piatti in melanina e di
    porcellana ecc...),
    6.  Contenitori termici con vassoio in acciaio, 
    7.  Affettatrice, 
    8.  Cestelli bollitore, 
    9.  Frullatore a immersione, 
    10. Carrelli portapiatti, 
    11. Tavolo di servizio in acciaio. 
    CENTRO COTTURA PORTELLA:
    1.  Frigorifero, 
    2.  Lavastoviglie, 
    3.  Vasche in acciaio, 
    4.  Carrelli portavivande, 
    5.  Scaffali, 
    6.  Contenitori termici, 
    7.  Frullatore immersione, 
    8.  Attrezzatura minuta (pentolame, piatti, posate ecc.…) 
    CENTRO COTTURA OLIVELLA
    1.  Carrello, 
    2.  Scaffali, 
    3.  Frullatore immersione,
    4.  Attrezzatura minuta (Piatti, pentole, posate ecc.…) 
    CENTRO COTTURA VALLELUCE  
    1.  Carrello,
    2.  Scaffali, 
    3.  Frullatore a immersione
    4.  Attrezzatura minuta (Piatti, pentole, posate ecc.…)
    MENSA SCUOLA ELEMENTARE CAPOLUOGO 
    1.  Carrelli portavivande, Frigorifero e attrezzature minute (Piatti, posate, ecc.…)
    MENSA SCUOLA INFANZIA GUADO OLIVETO 
    2.  Carrello portavivande, 
    3.  Attrezzature minute (piatti, posate, ecc. ...)



    Vi ringraziamo anticipatamente per le risposte fornite ai suddetti quesiti.
    Cordiali saluti
     


    Quesito

    Spett.le Amministrazione,
    al fine di poter partecipare alla procedura di gara, per poter determinare correttamente le circostanze generali e particolari che potranno influire nella determinazione dell’offerta, la scrivente società formula i seguenti chiarimenti:

    NUMERO PASTI
    - vi chiediamo di indicare il numero dei pasti da erogare in ciascuna scuola giornalmente, suddiviso per plesso scolastico;
    - si richiede conferma che il servizio, in ciascuna scuola, dovrà essere erogato tutti i giorni della settimana, dal lunedì al venerdì

    PERSONALE
    • Riguardo l’elenco del personale pubblicato, anche ai fini della valutazione della clausola sociale (come richiamato anche nell’art 46 del capitolato), siamo a richiedere le seguenti specifiche per ciascun addetto:
    1. indicazione, per ciascun dipendente, della scuola ove presta il servizio
    2. n. ore giornaliere e settimanali lavorate
    3. data assunzione
    4. tipologia di contratto, se a tempo determinato o indeterminato
    5. scatti di anzianità maturati
    6. conferma o meno se sono impiegati in via esclusiva per l’appalto del servizio di refezione scolastica oppure se la cooperativa impiega gli stessi dipendenti in altre attività

    PREZZO DI GESTIONE DEL SERVIZIO DA PARTE DELL’ATTUALE GESTORE

    ATTREZZATURE
    Il Capitolato all’art. 16 LOCALI ED ATTREZZATURE recita quanto segue, “L’Amministrazione  comunale  pone  a  disposizione,  ad  uso  gratuito  dell’appaltatore,  le  cucine  e  tutte  le attrezzature fisse esistenti nei plessi scolastici nei quali si svolgerà il servizio di refezione scolastica.”
    Siamo a richiedere l’elenco delle attrezzature presenti in ciascuna scuola, di proprietà del comune.
    Inoltre, sempre l’art. 16 prevede a carico dell’aggiudicatario del servizio, la fornitura delle seguenti attrezzature, per le quali chiediamo conferma, che al termine dell’appalto tali attrezzature rimarranno di proprietà dell’aggiudicatario del servizio.

    CENTRO COTTURA VILLA:
    1.  Forno, 
    2.  Teglie da forno, 
    3.  Pentolame, 
    4.  Carrelli portavivande, 
    5.  Attrezzature minute (posate, mestoli, taglieri, coltelli, forbici, Piatti in melanina e di
    porcellana ecc...),
    6.  Contenitori termici con vassoio in acciaio, 
    7.  Affettatrice, 
    8.  Cestelli bollitore, 
    9.  Frullatore a immersione, 
    10. Carrelli portapiatti, 
    11. Tavolo di servizio in acciaio. 
    CENTRO COTTURA PORTELLA:
    1.  Frigorifero, 
    2.  Lavastoviglie, 
    3.  Vasche in acciaio, 
    4.  Carrelli portavivande, 
    5.  Scaffali, 
    6.  Contenitori termici, 
    7.  Frullatore immersione, 
    8.  Attrezzatura minuta (pentolame, piatti, posate ecc.…) 
    CENTRO COTTURA OLIVELLA
    1.  Carrello, 
    2.  Scaffali, 
    3.  Frullatore immersione,
    4.  Attrezzatura minuta (Piatti, pentole, posate ecc.…) 
    CENTRO COTTURA VALLELUCE  
    1.  Carrello,
    2.  Scaffali, 
    3.  Frullatore a immersione
    4.  Attrezzatura minuta (Piatti, pentole, posate ecc.…)
    MENSA SCUOLA ELEMENTARE CAPOLUOGO 
    1.  Carrelli portavivande, Frigorifero e attrezzature minute (Piatti, posate, ecc.…)
    MENSA SCUOLA INFANZIA GUADO OLIVETO 
    2.  Carrello portavivande, 
    3.  Attrezzature minute (piatti, posate, ecc. ...)


    Vi ringraziamo anticipatamente per le risposte fornite ai suddetti quesiti.
    Cordiali saluti
     

    Risposta:
    In relazione ai quesiti posti, si illustra quanto segue:
      1. NUMERO PASTI
    Si conferma che ad oggi il servizio viene erogato settimanalmente dal lunedì al venerdì.
    Il numero di utenti iscritti al servizio mensa è così ripartito nei vari plessi:
    • 31 presso Olivella Elementare
    • 20 presso Olivella Infanzia
    • 17 presso Portella
    • 12 presso Valleluce
    • 102 presso l’ex Casa dell’Emigrante
    • 106 presso Capoluogo

    Totale 288
     
      1. PERSONALE
    Si conferma che i dipendenti sono impiegati in via esclusiva per l’appalto del servizio di refezione scolastica, con contratto CCNL Coop Sociali, e sono qualificati e ripartiti come segue:
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali-che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 05/11/2019, in servizio presso Olivella
    • 1 cuoco C1 a tempo parziale indeterminato (25 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  5 ore giornaliere ) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Capoluogo
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso ex Casa dell’emigrante
     
    • 1 aiuto cuoco B1 a tempo parziale indeterminato (22,5 ore settimanali - che diviso i 5 giorni di attività mensa determina -4,5 ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Capoluogo
     
    • 1 cuoco C1 a tempo parziale indeterminato (20 ore settimanali-- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  4  ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Olivella
     
    • 1 cuoco C1 a tempo parziale indeterminato (20 ore settimanali--- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  4  ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Portella
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Capoluogo
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 02/11/2020, in servizio presso Capoluogo
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 03/09/2021, in servizio presso Capoluogo
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (10 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  2 ore giornaliere) assunzione 04/11/2019, in servizio presso Ex Casa dell’emigrante
     
    • 1 addetto distribuzione B1 a tempo parziale indeterminato (15 ore settimanali- che diviso i 5 giorni di attività mensa determina  3 ore giornaliere) assunzione 11/02/2020, in servizio presso Valleluce.
     
      1. Il prezzo di gestione del servizio inteso come prezzo del pasto riconosciuto all’attuale gestore ammonta ad € 4,69 per pasto;
     
      1. ATTREZZATURE (art. 16 CSA)

    Per quanto concerne le attrezzature fisse già esistenti nei plessi scolastici il concorrente ha modo di determinare la consistenza in sede di sopralluogo e, per l’aggiudicatario, si procederà all’inventario, che avrà luogo prima della firma del verbale di avvio del servizio.
    Riguardo, invece, le attrezzature da fornire a carico dell’aggiudicatario, si conferma quanto già riportato nell’art. 16 del CSA.

     
    29/11/2022 15:32

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375 - Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it