Pubblicato

Gara #1118

GARA S.U.A.10 /2024 – COMUNE DI FIUGGI
Concessione del servizio di refezione scolastica per il Comune di Fiuggi
Accedi o registrati per interagire con la piattaforma
Accedi Registrati

Informazioni appalto

30/01/2024
Aperta
Servizi
€ 996.400,00
DI LEGGE Ivan
Provincia di Frosinone

Categorie merceologiche

555231 - Servizi di mensa scolastica

Lotti

1
B0400EFEEF
Qualità prezzo
GARA S.U.A.10 /2024 – COMUNE DI FIUGGIConcessione del servizio di refezione scolastica per il Comune di Fiuggi
GARA S.U.A.10 /2024 – COMUNE DI FIUGGIConcessione del servizio di refezione scolastica per il Comune di Fiuggi
€ 545.200,00
€ 447.440,00
€ 3.760,00

Scadenze

23/02/2024 15:00
28/02/2024 13:00
04/03/2024 10:00
04/03/2024 10:30

Allegati

determina-a-contrarre-servizio-refezione-scolastica.pdf
SHA-256: 39634de84f4c927bcfce908632f5ab45cbddd86e256d1b77860e230f4cc8bdef
24/01/2024 14:50
293.48 kB
inventario-attrezzature-mense-2024-master.pdf
SHA-256: 62d9f5ae5ff32814a76fe1c4931fa37c743495b2b3831d46207f255d18b4e517
24/01/2024 14:50
206.27 kB
nr.-2-planimetria-scuola-infanzia-fiuggi-particolare-mensa-evidenziato-master.pdf
SHA-256: 96e7ed6d7530afa8e794d621982415e7fff03962059e1f45072e8faf554bbaa5
24/01/2024 14:50
4.41 MB
personale-operativo-fiuggi-gara-2024-master.pdf
SHA-256: 3a3282be3442f78bc7eeefd7ec8c1778263b3508741f87eeab4306d4b69f08ea
24/01/2024 14:50
118.21 kB
modello-1-servizi-.doc
SHA-256: 76efe5ff556ff309c0bd0e8727a6ecffce94fc90681487eb7f5e551f01f18452
24/01/2024 15:29
268.50 kB
modulo-offerta.doc
SHA-256: 2deeaf31dffa5684f20f46bda44331919f5bfa5be27ef8c59ebffdedfdc766f1
24/01/2024 15:29
128.50 kB
modulo-atto-di-impegno-.doc
SHA-256: 158599004fb9157e5c941df09a5455a0b067522bc1256044e9dadb9f0b23689e
24/01/2024 15:29
140.50 kB
modulo-ausiliaria-servizi.doc
SHA-256: 836c689958f48cbcd4c68782f8ba8d2d596a9b4327289abd0ff274ee2675b2f4
24/01/2024 15:29
134.00 kB
modulo-ausiliata-servizi.doc
SHA-256: b819babe763d4fe6aa4313c14fa34aefa7bbed53cf7f1a9bfa5cfd87b7cffee4
24/01/2024 15:29
135.50 kB
capitolato-speciale-appalto-2024-ver.-1.1-ivan-master.pdf
SHA-256: c1512cc7cf5b3773f1c419a16410aa6c1933bc9f5d8c7aa7d5c70590b1ecb6d6
25/01/2024 09:24
571.29 kB
allegato-5-quadro-economico-gara-2023-master.pdf
SHA-256: 81ac085ba1f9b9b2a0a094cbf1a873e4975c9c46d362549f4807c92bf4e24632
25/01/2024 09:24
201.03 kB
allegato-4-duvri-servizio-mense-fiuggi-2023-master.pdf
SHA-256: 89210adae6372d0e7240ca6f42ee376071908a18a20149ac33b5cf0be04c3712
25/01/2024 09:24
517.13 kB
allegato-2-tabelle-merceologiche-gara-2024-master.pdf
SHA-256: 3adb6f56c46e8cc50161c651539da94a210c2bdbb8e09f7bba7ff130a00d33b2
25/01/2024 09:24
347.71 kB
allegato-1-grammature-gara-2024-master.pdf
SHA-256: 803856eda1c9ec89b54e981067095f8dccac07fd6ca71892fbde5afd60516c5e
25/01/2024 09:24
173.22 kB
disciplinare-prot-3723-2024-prot.pdf
SHA-256: bf6c93f260825823fe9cd7b62eee02fa6b75adefe1617310bb2800cb1169f8b0
30/01/2024 18:18
1.75 MB
modulo-b-presa-visione-luoghi.doc
SHA-256: 71d54fef4a4de8662dab8c1411c5d161469b77d51e90b368b5c85ea3d86dd7ff
30/01/2024 18:18
253.50 kB
allegato-3-menu-invernale-e-estivo-gara2024.pdf
SHA-256: 2a4046ce6e00e930d01efc32eb731f1204ba0ef47d84040686c80aed9113b571
01/02/2024 10:00
331.78 kB
nr.-1-planimetria-scuola-primaria-fiuggi-particolare-mensa-master-1.pdf
SHA-256: 6bf4d1f936f5a752007ebfd4949f797d59585708a5af6041585084afb9e5e892
01/02/2024 10:06
259.20 kB

Chiarimenti

31/01/2024 14:52
Quesito #2
Spettabile Stazione Appaltante,
si richiede con la presente il seguente chiarimento:
- in ordine al requisito di CAPACITA' TECNICA E PROFESSIONALE (punto 3.4.3 lettera a del disciplinare) si chiede conferma che possano considerarsi analoghi i SERVIZI DI RISTORAZIONE.
In attesa di Vostro cortese riscontro si porgono distinti saluti.
08/02/2024 12:30
Risposta
premesso che
il requisito di cui al punto 3.4.3. REQUISITI DI CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE (art. 100 comma 1 lett. c) recita:
Trattandosi di affidamento di lavori il requisito di capacità tecnica e professionale è dimostrato nel seguente modo: a) Esecuzione negli ultimi tre anni di almeno n. 2 servizi analoghi al servizio mensa scolastica di importo minimo pari a € 675.000,00 come somma dei due servizi. ritenuto congruo rispetto all'entità dell'appalto poiché è senz'altro garanzia di capacità gestionale ed imprenditoriale La comprova del requisito è fornita mediante: omissis …
La richiesta è conforme a quanto stabilito dall’Art. 58 comma 4 della direttiva 2014/24/UE DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO che recita:
4. Per quanto riguarda le capacità tecniche e professionali, le amministrazioni aggiudicatrici possono imporre requisiti per garantire che gli operatori economici possiedano le risorse umane e tecniche e l’esperienza necessarie per eseguire l’appalto con un adeguato standard di qualità. Le amministrazioni aggiudicatrici possono esigere, in particolare, che gli operatori economici dispongano di un livello sufficiente di esperienza comprovato da opportune referenze relative a contratti eseguiti in precedenza

Quindi l’esperienza richiesta di aver espletato almeno n. 2 servizi analoghi al servizio mensa scolastica di importo minimo pari a € 675.000,00 come somma dei due servizi. ritenuto congruo rispetto all'entità dell'appalto poiché è senz'altro garanzia di capacità gestionale ed imprenditoriale sta a significare che l’operatore economico possiede le risorse umane e tecniche e l’esperienza necessarie per eseguire l’appalto con un adeguato standard di qualità.

Inoltre il requisito richiesto è finalizzato ad accertare la capacità dell’operatore economico di produrre ricavi nel settore di attività oggetto dell’appalto.
La richiesta di un volume di fatturato nel settore di attività oggetto di appalto, è da considerarsi come indice di capacità tecnica in quanto diretto ad accertare che la capacità di produrre ricavi nel settore di attività oggetto dell’appalto sia derivante da una dotazione di risorse aziendali e di esperienza rilevante sul piano della corretta esecuzione delle prestazioni dedotte nel contratto (Cons. Stato, V, 2 settembre 2019, n. 6066; 19 luglio 2018, n. 4396

Tutto ciò premesso
E’ onere dell’operatore economico dimostrare, con qualunque mezzo, di possedere le risorse umane e tecniche nonché esperienza necessarie per eseguire l’appalto con un adeguato standard di qualità, attraverso due contratti la cui somma si pari a 675.000,00 nella ristorazione.
07/02/2024 17:57
Quesito #3
spett.le ente si richiede CIG
al fine di produrre PassoE e pagamento contributo richiesti in disciplinare.
08/02/2024 13:59
Risposta
Per le procedure pubblicate a partire dal 1° gennaio 2024, la richiesta di CIG avviene attraverso le piattaforme di approvvigionamento digitale certificate mediante interoperabilità con i servizi erogati dalla Piattaforma Digitale Nazionale Dati (PDND).
CIG: B0400EFEEF
08/02/2024 15:45
Quesito #4
A seguito della rettifica dei termini di presentazione offerta, così come indicato nella Vs nota, si segnala che la piattaforma indica la scadenza al 01/03/2024 anzichè al 04/03/2024.
La mancata rettifica comporterebbe l'impossibilità agli operatori economici di presentare la propria offerta.
Rimanendo in attesa di un Vs cortese riscontro si porgono saluti.
08/02/2024 19:07
Risposta
Si ringrazia per aver evitato un potenziale problema per il mancato allineamento tra quanto dichiarato con l'avviso e quanto diposto sul portale e contestaulmente si da evidenza dell'adeguamento dei termini della piattaforma ai termini dell'avviso
02/02/2024 10:13
Quesito #5
Buongiorno, con la presente siamo a richiedere quanto segue:

1. PERSONALE. Con riferimento all’elenco del personale pubblicato impiegato nel servizio dichiarato dalla società uscente,
siamo a richiedere di confermare o specificare quanto segue:
 se tutto il personale indicato nell’elenco è assunto dalla società uscente a tempo indeterminato e svolge, in via esclusiva, la propria attività esclusivamente per il servizio del comune di Fiuggi così come rilevabile dai LUL.
 se sono presenti anche i lavoratori interinali, eventualmente, impiegati;
 se sono presenti unità lavorative in aspettativa;
I suddetti chiarimenti sono ritenuti dalla scrivente fondamentali per poter stimare il costo della manodopera da impiegare nell’appalto.

2 . INSOLVENZE UTENZA. Nel quadro economico allegato agli atti di gara, si dichiara un importo annuo stimato in Euro 11.750,00 relativo alle seguenti tre voci: spese generali, margine operativo ed eventuale insolvenza.
Si chiede di specificare il tasso di insolvenza registrato nell’ultimo anno, al fine di poter formulare un’offerta economicamente sostenibile.
09/02/2024 21:23
Risposta
Si ubblica quanto ricevuto dal comune
  1. PERSONALE
Tutto il personale indicato nell’elenco è stato assunto a tempo indeterminato, dalla Società uscente, e svolge attività lavorativa esclusivamente per il Servizio di Refezione scolastica del Comune di Fiuggi;
Non sono presenti lavoratori e/o impiegati interinali;
Non sono presenti unità lavorative in aspettativa;
  1. INSOLVENZE UTENZA
L’eventuale insolvenza dipende molto dal sistema informatico utilizzato, per la rilevazione e il pagamento, e dal grado di controllo messo in essere dalla Società, che gestirà la Concessione.
Ovviamente se il sistema informatico funzionerà bene, con un controllo capillare e continuo, l’incidenza risulterà molto bassa; in caso contrario l’incidenza potrebbe risultare rilevante.
08/02/2024 15:04
Quesito #6
Buon pomeriggio,

si chiede quanto di seguito:

CHIARIMENTO 1
Tra le attività oggetto dell’affidamento, richiamate dall'art.1 del Capitolato punto 7, è prevista la gestione dei pagamenti, riscossione delle tariffe e dei solleciti.
Si chiede di conoscere l’ammontare degli insoluti/morosità dell’ultimo biennio (sia in valore assoluto che in percentuale rispetto al fatturato generato).

CHIARIMENTO 2
In riferimento alla procedura in oggetto siamo a richiedere lo storico delle utenze degli ultimi due anni (Luce, Gas, Acqua e Tari) dei due centri cottura della scuola dell’Infanzia e della scuola primaria.
09/02/2024 21:27
Risposta
si invita a prendere visione delle risposte già pubblicate
06/02/2024 14:33
Quesito #7
Con riferimento alla presente procedura di gara si formulano i seguenti quesiti:
1) si chiede di idnicare il numeero di pasti suddivisi per plesso indicando la presena e gli orari di eventuali doppi turni in distribuzione;
2) si chiede di indicare il valore del costo delle utenze a carico del concessionario;
3) si chiede di rendere noto il tasso di morosità.


Si resta in attesa di un Vostro cortese riscontro.
Cordiali saluti
12/02/2024 14:49
Risposta
QUESITO 1) si chiede di indicare il numeero di pasti suddivisi per plesso indicando la presenza e gli orari di eventuali doppi turni in distribuzione;

RISPOSTA:
Turni e orari di servizio:

Scuola Primaria:
nr. 2 TURNI:
1° turno – ore 12:00 circa 90 pasti – in questo anno scolastico
2° turno – ore 13:00 circa 115 pasti – in questo anno scolastico

Scuola Infanzia:

UNICO TURNO ore 12:00 circa 90 pasti – in questo anno scolastico

Prezzo Attuale
costo pasto € 4,98 (IVA compresa)


QUESITO 2) si chiede di indicare il valore del costo delle utenze a carico del concessionario;
RISPOSTA:
Costo delle utenze e della TARI
Le utenze di luce e gas sono intestate direttamente dalla Società Concessionaria (dovranno essere effettuate le volture dei contatori al passaggio di gestione).
Nel quadro economico sono stati espressamente previsti, in base ai dati in nostro possesso, € 11.750,00 per le utenze (luce e gas) e spese varie.
Considerando che le utenze sono intestate direttamente alla Concessionaria, gli importi esatti sono in possesso solo della Società uscente.
TARI: nel plesso scolastico sono in atto lavori di adeguamento sismico e nuove progettazione per lavori. Pertanto attualmente, essendoci una unica partita catastale, la TARI viene assolta dal Comune. Soltanto al termine dei vari progetti, di adeguamento e di costruzione, si procederà al nuovo accatastamento del plesso scolastico, con la diversificazione degli ambienti e dei locali.

QUESITO 3) si chiede di rendere noto il tasso di morosità.

RISPOSTA:
L’eventuale insolvenza dipende molto dal sistema informatico utilizzato, per la rilevazione e il pagamento, e dal grado di controllo messo in essere dalla Società, che gestirà la Concessione.
Ovviamente se il sistema informatico funzionerà bene, con un controllo capillare e continuo, l’incidenza risulterà molto bassa; in caso contrario l’incidenza potrebbe risultare rilevante
12/02/2024 11:18
Quesito #8
Il requisito di capacità tecnica e professionale di cui al punto 3.4.3 del Disciplinare di Gara chiede “l’esecuzione negli ultimi tre anni di almeno n.2 servizi analoghi […] di importo minimo pari a € 675.000,00.
Per quantificare il valore dei servizi proposti come requisito, qualora si presentasse un contratto che non ricopre nella sua durata tutti tre gli anni di riferimento, ma solo parte di essi (ad es. contratto che si svolge dal 2019 al 2021 ma non comprende il 2022 e 2023), si chiede se per il raggiungimento dei € 675.000,00 sia da considerare l’importo del contratto o se occorra e presentare il solo fatturato sviluppat nell’anno 2021.
12/02/2024 15:15
Risposta
Premesso che:
in materia di requisiti di ammissione alle gare di appalto della Pubblica Amministrazione, le norme regolatrici, sia comunitarie che interne, prevedono fattispecie elastiche strutturate su concetti non tassativi, indeterminati, che implicano per la loro definizione da parte dell’interprete un rinvio alla realtà sociale (Consiglio di Stato, Sez. VI, sentenza n. 3448 del 4 giugno 2009). Conseguentemente, come già precisato anche dall’ANAC già AVCP , rientra nella discrezionalità dell’Amministrazione la fissazione di requisiti di partecipazione ad una gara di appalto diversi, ulteriori e più restrittivi di quelli legali, salvo però il limite della logicità e ragionevolezza degli stessi e della loro pertinenza e congruità a fronte dello scopo perseguito, in modo tale da non restringere oltre lo stretto indispensabile la platea dei potenziali concorrenti e da non precostituire situazioni di assoluto privilegio (cfr. AVCP, parere n. 83 del 29 aprile 2010, Consiglio di Stato, Sez. V, sentenza n. 8914 del 29 dicembre 2009; Consiglio di Stato, Sez. VI, sentenza n.2304 del 3 aprile 2007; Consiglio di Stato, Sez. V, sentenza n. 6534 del 23 dicembre 2008; Consiglio di Stato, Sez. V, sentenza n. 9305 del 31 dicembre 2003, TAR Puglia Bari, Sez. I, n. 1511 del 28 aprile 2010; TAR Molise, Sez. I, n. 107, del 2 aprile 2008)
Nel caso di specie l’Ente aggiudicatore ha stabilito che per dimostrare la CAPACITÀ TECNICA E PROFESSIONALE l’operatore economico deve dimostrare di aver eseguito nell’ultimo triennio due servizi analoghi (così da non ristringere eccessivamente la partecipazione alla gara) tali per cui la somma del fatturato generato dagli stessi, sempre riferito all’ultimo triennio, sia almeno pari a 675.000,00
Ciò premesso sono oggetto di valutazioni sono i servizi analoghi, o parti di essi, eseguiti nell’ultimo triennio e che hanno generato fatturati, sempre riferiti all’ultimo triennio, pari o superiori a 675.000,00 (valore da intendersi come somma dei fatturati)
A titolo esemplificativo e non esaustivo si specifica che un servizio iniziato nel 2015 e terminato nel 2022 è valutabile solo per la parte eseguita nel periodo ricompreso nell’ultimo triennio (e quindi per il fatturato generato nell’ultimo triennio). Per l’esempio di cui sopra è valutabile solo la parte eseguita nel periodo 2021 e 2022

da cui per rispondere al quesito posto si specifica che concorre alla dimostrazione del requsito il solo fatturato sviluppato nell’anno 2021.
09/02/2024 10:53
Quesito #9
Buongiorno,
Si chiede:
- In merito ai Criteri I ed L, fatto salvo il Subcriterio 1.3, si chiede conferma di poter riportare in allegato al di fuori dell’offerta tecnica, l’elenco della tipologia di prodotti offerti essendo, come indicato nel disciplinare, a mero titolo conoscitivo, citandone in relazione il solo numero di prodotti.

In attesa di riscontro, porgiamo
Cordiali saluti
12/02/2024 15:20
Risposta
Si conferma che è consentito riportare in allegato, al di fuori dell’offerta tecnica, l’elenco della tipologia di prodotti offerti essendo, come indicato nel disciplinare, a mero titolo conoscitivo, citandone in relazione il solo numero di prodotti.
E' comunque opportuno evidenziare che la commissione procederà alla valutazione di quanto contenuto nell'offerta tecnica per la quale è fissato un limite di cartelle (vedi disciplianare). Il superamento di detto limite non è causa di esclusione ma è previsto la limitazione della lettura dalla prima cartella fino al limite fissato.
12/02/2024 22:50
Quesito #10
Spett.le siamo a richiedere chierimenti rigurdo al cig genrato da codesta
S.A. , come da screen allegato il cig riporta una data di scadenza al 05-02-2024 sebbene i termini di presentazioni sono stati rettificati e prorogati al 04.03.2024. Si chiede una verifica in quanto si attenziona questo spettabile Ente che il sitema Anac restituisce errore nella generazione dell'avviso e conseguentemente si è impossibilitati al pagmento del contributo e alla generazione del passoe.
certi di VS pronto riscontro e verifica
porgiamo
cordiali saluti
14/02/2024 22:16
Risposta
In merito al quesito posto si specifica quanto segue:
- dal 1 di gennaio 2024 è entrato in vigore il sistema di verifica FVOE 2.0 che non prevede più la richiesta del PASSOE.

- dal 1 di gennaio 2024 i cig possono essere richiesti solo attraverso piattaforme per la gestione telematica delle gare certificate. Questo ufficio ha proceduto come da nuove disposizioni ed ha ottenuto il cig di cui si è data evidenza. Nella procedura si è data evidenza delle date di scadenza come riportate negli atti di gara.

Per quanto sopra:
1 Gli operatori economici non dovranno più richiedere il PASSOE.Agli stessi sarà inivata una richiesta dalla piattaforma ANAC per l'autorizzazione all'espletamento delle verifiche

2 si sono adottate tutte le procedure per la richiesta del cig e perfezionamento del CIG. Nel caso in cui gli O.E. non avessero modo di procedere al pagamento è opportuno contattare l'ANAC.

06/02/2024 11:40
Quesito #11
Buongiorno,
Si chiede di fornire i seguenti chiarimanti:
- turni e orari di servizio con relativo numero pasti per turno per ciascuna scuola
- prezzo attuale di gestione
- attuale morosità
- costo delle utenze e della tari presso i due centri cottura
- spese di pubblicazione
- si chiede se in riferimento a quanto previsto all’art. 1 del CSA punto 3 …suddivisione in monoporzione dei pasti….” trattasi di refuso il fatto che i pasti debbano essere in monoporzione per tutti gli utenti in considerazione di quanto previsto nel successivo art. 15.

In attesa di riscontro, porgiamo
Cordiali saluti
14/02/2024 22:32
Risposta
Turni e orari di servizio:
Scuola Primaria:
- Cuoca orario dal lunedì al venerdì 08:30 – 14:30;
- Aiuto Cuoca orario dal lunedì al venerdì 08:30 – 14:30;
- Addetta mensa orario dal lunedì al venerdì 10:30 – 14:30;
- Addetta mensa orario dal lunedì al venerdì 11:30 – 14:30;
nr. 2 TURNI:
1° turno – ore 12:00 circa 90 pasti – in questo anno scolastico
2° turno – ore 13:00 circa 115 pasti – in questo anno scolastico

Scuola Infanzia:
- Cuoca orario dal lunedì al venerdì 09:30 – 14:30;
- Addetta mensa orario dal lunedì al venerdì 12:00 – 14:00;
UNICO TURNO ore 12:00 circa 90 pasti – in questo anno scolastico

Prezzo Attuale
costo pasto € 4,98 (IVA compresa)


Attuale morosità
Vedere Risposta quesito nr.9

Costo delle utenze e della TARI
Le utenze di luce e gas sono intestate direttamente dalla Società Concessionaria (dovranno essere effettuate le volture dei contatori al passaggio di gestione).
Nel quadro economico sono stati espressamente previsti, in base ai dati in nostro possesso, € 11.750,00 per le utenze (luce e gas) e spese varie.
Considerando che le utenze sono intestate direttamente alla Concessionaria, gli importi esatti sono in possesso solo della Società uscente.
TARI: nel plesso scolastico sono in atto lavori di adeguamento sismico e nuove progettazione per lavori. Pertanto attualmente, essendoci una unica partita catastale, la TARI viene assolta dal Comune.

Per mera dimenticanza non è stato dato riscontro alle seguenti domande

spese di pubblicazione
- si chiede se in riferimento a quanto previsto all’art. 1 del CSA punto 3 …suddivisione in monoporzione dei pasti….” trattasi di refuso il fatto che i pasti debbano essere in monoporzione per tutti gli utenti in considerazione di quanto previsto nel successivo art. 15.

il riscontro alle stesse è:

Spese di pubblicazione:
Le stazioni appaltanti non dovranno più utilizzare la Gazzetta Ufficiale per la pubblicità legale.
Il nuovo obbligo sarà assolto attraverso la Piattaforma Anac per la pubblicità legale. Questo significa che non ci saranno più costi a carico degli aggiudicatari per gli avvisi e i bandi pubblicati a partire dal 1° gennaio 2024.

Suddivisione Pasti
È da intendersi lo sporzionamento dei pasti, bambino per bambino, direttamente a tavola;
La preparazione dei pasti, in monoporzione deve avvenire, per le diete speciali e diete etico-religiose. In questo caso il pasto deve essere obbligatoriamente, preparato e confezionato in cucina, in monoporzione e con le informazioni del bambino a cui è destinato.

14/02/2024 08:39
Quesito #12
Preg.mi,
si chiede di voler pubblicare l'All.to n.3, citato pag.9 del Disciplinare di gara (lettera E) e precisamente il Menù in uso.
15/02/2024 16:44
Risposta
l'All.to n.3, citato a pag.9 del Disciplinare di gara (lettera E) e precisamente il Menù in uso è presente nella SEZIONE PRINCIPALE DOCUMENTI e SOTTOSEZIONE ALLEGATI allegato-3-menu-invernale-e-estivo-gara2024.pdf
15/02/2024 10:17
Quesito #13
Buongiorno,
con riferimento al punto C.2 "Piano per il miglioramento della prestazione offerta in termini di personale" della griglia punteggi del Disciplinare, si chiede di esplicitare cosa si intende con "Piano per il miglioramento della prestazione offerta in termini di personale".
Grazie
19/02/2024 08:45
Risposta
Nel Disciplinare di gara, nei criteri di valutazione al Punto C è stata prevista l’assegnazione di un punteggio per: il piano di formazione, aggiornamento e miglioramento delle prestazioni del personale, con la suddivisione in due sottocriteri, C1 e C2;
al sottocriterio C1: la Commissione valuterà la formazione, l’aggiornamento del personale, l’investimento sulle conoscenze, sulle capacità e sulle competenze delle risorse umane, in modo da garantire l’arricchimento professionale dei dipendenti, stimolarne la motivazione ed assicurare il buon andamento.
al sottocriterio C2: la Commissione valuterà il miglioramento e l’eventuale incremento, di ore e/o di personale, che la Società intende apportare ed inserire, nel proprio progetto di Gara, indicando e presentando le migliorie offerte, volte a garantire le nuove esigenze e bisogni, che la Società intende attuare, per migliorare il servizio di refezione scolastica.
15/02/2024 09:36
Quesito #14
Buongiorno,

alla presente siamo ad inviare richiesta di chiarimento.

distinti saluti

QUESITO 1 :si chiede se nella formulazione della base d'asta si è considerato il costo delle utenze e della Tari (tassa sui rifiuti) a carico del concessionario (Art. 3 punto d. del Capitolato), il quale non si evince dal quadro economico riportato nell'Allegato 5;

QUESITO 2: si chiede se il ribasso da indicare in offerta debba calcolarsi sull' importo a base d'asta complessivo al netto degli oneri sicurezza non soggetti a ribasso, o debba essere calcolato solamente sull'importo di€ 2,90 (al netto di manodopera e sicurezza).
19/02/2024 08:46
Risposta
RISPOSTA 1
nell'Allegato 5 QUADRO ECONOMICO
TERZA LINEA è riportato SPESE GESTIONALI VARIE (PRODOTTI PULIZIA, CONSUMO, UTENZE, VARIE) incidenza 0,25 per singolo pasto € 11.750,00 per L' intera annualità quindi è conteggiato nelle singole componenti di spesa e di conseguenza nel valore presunto totale a carico del Concessionario.
TARI: nel plesso scolastico sono in atto lavori di adeguamento sismico e nuove progettazione per lavori. Pertanto attualmente, essendoci una unica partita catastale, la TARI viene assolta dal Comune. Soltanto al termine dei vari progetti, di adeguamento e di costruzione, si procederà al nuovo accatastamento del plesso scolastico, con la diversificazione degli ambienti e dei locali.
Si invita inoltre a prendere visione dell'avviso pubblicato in data 14.02.2024


RISPOSTA 2:
L’Anac mediante la Delibera n° 528 del 15.11.2023, nella quale, sono stati illustrati i principi base di applicazione dell’articolo 41 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36.
Delibera che Secondo il significato etimologico di quanto riportato nell’articolo 41 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36, i costi della manodopera sono scorporati dall’importo assoggettato al ribasso, seppur è riconosciuta, altresì nello stesso articolo, la possibilità per il concorrente, di dimostrare che il ribasso complessivo offerto, sia dato da una più efficiente organizzazione aziendale. Questo, porta a considerare che il costo della manodopera, rientri nell’importo complessivo a base di gara, e quindi anche esso soggetto a ribasso d’asta
L’Anac, nella sua considerazione finale, ritiene che nonostante l’interpretazione lessicale dell’articolo 41 del Decreto Legislativo 31.3.2023 n°36, che fa pensare a dei costi della manodopera scorporati dall’importo assoggettato a ribasso, la percentuale di ribasso indicata dal concorrente, deve essere applicata all’intero importo ribassabile a base d’asta, comprensivo dei costi della manodopera.

16/02/2024 11:21
Quesito #17
Salve,
con riferimento al criterio g.2) dell'offerta tecnica, si chiede di specificare cosa si intende per menù tipico per ogni stagione visto che nella documentazione di gara è giù presente un menù in vigore.

In attesa di riscontro, cordiali saluti
22/02/2024 09:19
Risposta

Il criterio è il seguente
Descrizione del piano alimentare, informazioni dedicate all'utenza e proposta di un menù tipo. (D)
Attività di informazione rivolta agli studenti, insegnanti, genitori, attraverso brochure informative ed iniziative.
Il Concorrente inoltre potrà allegare, all'Offerta Tecnica, un menù relativo a una settimana “tipica” per ogni stagione.
Tale allegato è escluso dal computo delle pagine.
G.2 Proposto di menù “tipico” per ogni stagione

Considerato che:
  • i menù sono proposti ma vengono approvati dai competenti uffici dell’ASL l’onere del concorrente è quello di allegare una proposta di menù per una settimana tipo per ogni stagione nel rispetto delle vigenti normative e tale da essere approvabile dai competenti uffici sovracomunali.
16/02/2024 14:54
Quesito #18
Salve, si chiede elenco attrezzature di proprietà dell'Ente Comunale presenti nei locali cucina interessati .
Gentilmente si chiede di specificare se presenti attrezzature non funzionanti.

In attesa di riscontro, cordiali saluti
22/02/2024 09:23
Risposta
La risposta al quesito posto è nel sopralluogo che il concorrente dovrà eseguire per obbligo. Infatti durante il sopralluogo il soggetto all’uopo designato avrà modo di rendersi conto dello stato di consistenza e valutare, secondo i criteri organizzativi dell’o.e., se sono da sostituire o no
21/02/2024 16:27
Quesito #19
La presente comunicazione per segnalare che, all'atto dell'inserimento del numero di CIG per la generazione del PASSOE sulla piattaforma ANAC, esce il seguente messaggio: Il cig non esiste o non è ancora stato definito

Cordiali saluti
22/02/2024 09:27
Risposta
In merito al quesito posto si specifica quanto segue:
- dal 1 di gennaio 2024 è entrato in vigore il sistema di verifica FVOE 2.0 che non prevede più la richiesta del PASSOE.

- dal 1 di gennaio 2024 i cig possono essere richiesti solo attraverso piattaforme per la gestione telematica delle gare certificate. Questo ufficio ha proceduto come da nuove disposizioni ed ha ottenuto il cig di cui si è data evidenza. Nella procedura si è data evidenza delle date di scadenza come riportate negli atti di gara.

Per quanto sopra:
1 Gli operatori economici non dovranno più richiedere il PASSOE.Agli stessi sarà inivata una richiesta dalla piattaforma ANAC per l'autorizzazione all'espletamento delle verifiche

2 si sono adottate tutte le procedure per la richiesta del cig e perfezionamento del CIG. Nel caso in cui gli O.E. non avessero modo di procedere al pagamento è opportuno contattare l'ANAC.
19/02/2024 12:52
Quesito #20
Salve,
con riferimento alla tabella relativa ai CRITERI DI VALUTAZIONE DELL’OFFERTA TECNICA a pag. 47 del disciplinare di gara, criterio G.2, si richiede di chiarire se la proposta di menù tipico per ogni stagione richiesta al criterio G.2 coincide con il “menù relativo ad una settimana tipica” richiesto come allegato al criterio G e se dunque per l’attribuzione del punteggio verrà effettuata la valutazione del solo allegato.

Cordiali saluti
22/02/2024 17:18
Risposta
premesso che
  • Il menù relativo ad una settimana tipica è un elemento importante per valutare la salubrità e l’equilibrio di un piano alimentare. Solitamente, viene elaborato seguendo criteri di un’alimentazione sana ed equilibrata, che assicura un apporto adeguato di nutrienti e prevenendo sia carenze che eccessi nutrizionali. i menù sono proposti ma vengono approvati dai competenti uffici dell’ASL l’onere del concorrente è quello di allegare una proposta di menù per una settimana tipo per ogni stagione nel rispetto delle vigenti normative e tale da essere approvabile dai competenti uffici sovracomunali. per l’attribuzione del punteggio verrà effettuata la valutazione dell’allegato solo rispetto al criterio G.2 con l’attribuzione del punteggio max 1,0.
19/02/2024 11:25
Quesito #21
Il disciplinare di gara prevede l’attribuzione di punteggio al criterio I per il “Miglioramento delle percentuali minime indicate nei CAM - D.M. 10/03/2020”, nello specifico, al sub-criterio i.3 sono previsti massimo due punti quantitativi “Pasta: per prodotti BIO da Km 0 e filiera corta - Indicare tipologia e quantità”.
Dato che il prodotto PASTA viene già ricompreso dentro il criterio i.2 “Miglioramento della percentuale di frutta, verdura, ortaggi, legumi e cereali BIO” sotto la classificazione CEREALI, dove per l’attribuzione di max 2 punti viene richiesto il miglioramento delle percentuali minime dei CAM (pari al 50% per la ristorazione scolastica), chiediamo di comprendere meglio l’attribuzione del punteggio al successivo criterio i.3 “Pasta: per prodotti BIO da Km 0 e filiera corta - Indicare tipologia e quantità”. In questo subcriterio si deve indicare la percentuale (o il numero di somministrazioni) di pasta BIO (nella percentuale già offerta al precedente subcriterio i.2) anche con le caratteristiche contemporaneamente BIO a Filiera corta e Km 0?
Per es. Se nel criterio i.2 si offre come miglioramento delle percentuali minime CAM del 50% un ulteriore 10% si arriverà al 60%. Al criterio i.3 se si offre il 20% significherà che del 60% di pasta BIO offerta al criterio i.2, il 20% dovrà avere anche le caratteristiche di KM zero e filiera corta?

Per l’attribuzione del punteggio tecnico al sub-criterio i.9, sono previsti massimo due punti quantitativi per il “Miglioramento fornitura pesce da acquacoltura biologica o pescato secondo normativa: Marine Stewardship Council”. Non essendoci delle percentuali minime previste dai CAM, siamo a richiedere se per “Miglioramento Fornitura” si intende la frequenza di somministrazione durante l’anno scolastico?
Il disciplinare di gara prevede al criterio O “Migliorie volte ad implementare l’efficacia, l’efficienza e la qualità complessiva delle apparecchiature e dei macchinari, anche mediante rinnovamento o sostituzione degli stessi” l’attribuzione di 7 punti (D) qualitativi, quindi discrezionali. Invece per i sub-criteri o.1, o.3 e o.4 l’attribuzione di punteggio sembra essere quantitativa e non qualitativa, dato che non sono specificati i subcriteri che saranno utilizzati per valutare le caratteristiche delle attrezzature offerte. Siamo a chiedere di chiarire se trattasi di refuso e che, ai fini dell’attribuzione del punteggio o.1, o.3 e o.4 sia sufficiente indicare il numero di miglioria offerta (per es. per il criterio o.1 n. 2 bollitori/fornelli = 2 punti; per il criterio 0.3 n. 4 termoventilatore = 1 punto).
22/02/2024 17:19
Risposta

- Il disciplinare di gara prevede l’assegnazione di punteggio al criterio I per il “Miglioramento delle percentuali minime indicate nei CAM - D.M. 10/03/2020”. In particolare, al sub-criterio i.3, sono previsti al massimo due punti quantitativi per la categoria “Pasta: per prodotti BIO da Km 0 e filiera corta - Indicare tipologia e quantità”.
È importante notare che il prodotto PASTA è già incluso nel criterio i.2, che riguarda il “Miglioramento della percentuale di frutta, verdura, ortaggi, legumi e cereali BIO” sotto la classificazione CEREALI. In questo caso, per ottenere il massimo di 2 punti, è richiesto il miglioramento delle percentuali minime dei CAM (pari al 50% per la ristorazione scolastica).
Passando al criterio i.3, la domanda è se si deve indicare la percentuale (o il numero di somministrazioni) di pasta BIO (già offerta nel criterio i.2) con le caratteristiche contemporaneamente BIO a Filiera corta e Km 0.
Per esempio, supponiamo che nel criterio i.2 tu abbia offerto un miglioramento delle percentuali minime CAM del 50%, portando la percentuale totale di pasta BIO al 60%. Nel criterio i.3, se offri il 20%, significa che del 60% di pasta BIO offerta nel criterio i.2, il 20% dovrà avere anche le caratteristiche di KM zero e filiera corta.
In sintesi, nel criterio i.3, si dovrà specificare la percentuale di pasta BIO (già offerta nel criterio i.2) che soddisfa contemporaneamente i requisiti di KM zero e filiera corta.


- Per quanto riguarda l’attribuzione del punteggio tecnico al sub-criterio i.9, è prevista una valutazione quantitativa con un massimo di due punti per il “Miglioramento della fornitura di pesce da acquacoltura biologica o pescato secondo la normativa del Marine Stewardship Council”. Tuttavia, non sono specificate percentuali minime nei CAM (Criteri Ambientali Minimi). La definizione di “Miglioramento della Fornitura” in questo contesto riguarda la frequenza di somministrazione durante l’anno scolastico.
- Per quanto riguarda il disciplinare di gara, al criterio O (“Migliorie volte ad implementare l’efficacia, l’efficienza e la qualità complessiva delle apparecchiature e dei macchinari, anche mediante rinnovamento o sostituzione degli stessi”) sono assegnati 7 punti qualitativi (D), quindi discrezionali. Tuttavia, per i sub-criteri o.1, o.3 e o.4, l’attribuzione del punteggio è quantitativa e non qualitativa, poiché non sono specificati i sub-criteri utilizzati per valutare le caratteristiche delle attrezzature offerte. Pertanto, per ottenere il punteggio nei suddetti sub-criteri, è sufficiente indicare il numero di migliorie offerte. Ad esempio, per il criterio o.1, 2 bollitori/fornelli corrisponderebbero a 2 punti, mentre per il criterio o.3, 4 termoventilatori corrisponderebbero a 1 punto.

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375
Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it
HELP DESK
assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 400 31 280
Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00