Gara - ID 279

Stato: Inviato esito di gara


Registrati o Accedi Per partecipare

Stazione appaltante Comune di Arce
ProceduraAperta
CriterioQualità prezzo
OggettoServizi
GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
CIG849432069C
CUP
Totale appalto€ 5.548.620,42
Data pubblicazione 07/12/2020 Termine richieste chiarimenti Lunedi - 11 Gennaio 2021 - 10:00
Scadenza presentazione offerteVenerdi - 22 Gennaio 2021 - 10:00 Apertura delle offerteVenerdi - 22 Gennaio 2021 - 11:00
Categorie merceologiche
  • 905111 - Servizi di raccolta di rifiuti solidi urbani
DescrizioneGARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
Struttura proponente Comune di Arce
Responsabile del servizio Ing. Enrico Simonelli Responsabile del procedimento
Allegati
Richiesta DGUE XML
File pdf bando-disciplinare-arce-rifiuti - 1.65 MB
07/12/2020
File doc modulo-offerta-prezzo-servizi - 126.00 kB
07/12/2020
File doc modulo-ausiliaria-servizi - 133.00 kB
07/12/2020
File doc modulo-a-1-domanda-di-partecipazione-e-dichiarazioni-servizio-rifiuti-arce - 230.00 kB
07/12/2020
File doc modulo-ausiliata-servizi - 135.00 kB
07/12/2020
File doc schema-presa-visione-luoghi-autonoma - 31.00 kB
07/12/2020
File doc modulo-atto-di-impegno- - 137.00 kB
07/12/2020
File pdf r.00-elenco-elaborati-min-1 - 157.80 kB
07/12/2020
File pdf r.04-capitolato-speciale-di-appalto-min-1 - 457.94 kB
07/12/2020
File pdf r.02-programmazione-economico-finanziaria-min-1 - 230.23 kB
07/12/2020
File pdf r.01-relazione-generale-min-1 - 2.80 MB
07/12/2020
File pdf r.03-piano-di-comunicazione-min-1 - 216.32 kB
07/12/2020
File pdf r.06-duvri-min-1 - 518.99 kB
07/12/2020
File pdf r.05-schema-di-contratto-min-1 - 284.97 kB
07/12/2020
File pdf r.06.1-duvri-covid-19-min-1 - 699.97 kB
07/12/2020
File pdf r.07-calendario-raccolta-min - 175.81 kB
07/12/2020
File pdf r.08-elenco-utenze-min - 214.80 kB
07/12/2020
File xml dgue-request - 9.97 kB
07/12/2020
File pdf avviso-di-proroga-dei-termini-per-quesiti- - 432.91 kB
16/12/2020
File docx tabella-a-cui-fa-rifeimento-il-quesito-14. - 34.58 kB
27/12/2020
File pdf avviso-di-nuova-proroga-dei-termini - 1.06 MB
20/01/2021
File pdf 05-det-126-2021-aggiudicazione-seam-1 - 113.20 kB
10/05/2021

Aggiudicazione definitiva - 126 \05/05/2021

01856670607

SE.AM.SRL -

Partecipanti

05220010655

VELIA AMBIENTE SRL -

01033540624

LAVORGNA S.R.L. SOCIETA' UNIPERSONALE -

07117510151

Impresa Sangalli Giancarlo & C. S.r.l. -

04476870409

20500598 -

01732790660

GEA S.R.L. -

01737790830

CARUTER SRL -

01856670607

SE.AM.SRL -

03077030736

IMPREGICO S.R.L. -

10753871002

Super Eco s.r.l. -

Avvisi di gara

10/05/2021Pubblicazione Esito - Procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
Si comunica che è stato pubblicato l'esito per la gara in oggetto...
29/03/2021Avviso agli Utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/92060285728?pwd=djA1V1J6Q2R5akZvdmhDVlpmbFhRQT09 In caso di cadut...
24/03/2021Comunicazione data di apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale della procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINE
Si comunica che l'apertura della busta Busta C - Offerta economica e temporale per la procedura in oggetto avverra in data Lunedi - 29 Marzo 2021 - 10:00...
08/02/2021Avviso agli utenti!
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/91947687268?pwd=Vzlxc3BaaHN5RkVnRHJtOUxHdG5IQT09 In caso di cadut...
03/02/2021Comunicazione data di apertura della busta Busta B - Offerta Tecnica della procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COM
Si comunica che l'apertura della busta Busta B - Offerta Tecnica per la procedura in oggetto avverra in data Lunedi - 08 Febbraio 2021 - 13:00...
22/01/2021Avviso agli utenti
A tutti coloro che fossero interessati alla partecipazione passiva della seduta pubblica della gara in oggetto potranno farlo cliccando il seguente link: https://studioamica-it.zoom.us/j/95981804670?pwd=b2VaeXJWeVBzWkpmUDdPRUhJd1NMdz09 In caso di cadut...
22/01/2021Avviso agli utenti
Per motivi d’ufficio la seduta di gara è posticipata di 30 minuti. Apertura prevista per le 11:30 del 22/01/2021...
20/01/2021Modifica date procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
Si comunica che le scadenze della gara in oggetto sono così modificate:   Termine richieste chiarimenti 11/01/2021 10:00 Scadenza presentazione offerte 22/01/2021 10:00 Apertura delle offerte 22/01/2021 11:00      ...
30/12/2020Modifica date procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti11/01/2021 10:00Scadenza presentazione offerte18/01/2021 12:00Apertura delle offerte19/01/2021 ...
16/12/2020AVVISO PROROGA DEI TERMINI
in allegato l’avviso...
15/12/2020Modifica date procedura Aperta: GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR)..
Si comunica l'avvenuta modifica delle date relative la procedura in oggettoA seguire la tabella riepilogativa delle date aggiornateTermine richieste chiarimenti23/12/2020 10:00Scadenza presentazione offerte30/12/2020 12:00Apertura delle offerte31/12/2020 ...

Chiarimenti

  1. 09/12/2020 21:15 - BUONA SERA RICHIEDIAMO L’ESATTO BENEFICIARIO DELLA CAUZIONE PROVVISORIA
    DEVE ESSERE INTESTATA ALLA PROVINCIA DI FROSINONE? O AL COMUNE DI ARCE?


    la polizza deve essere intestata  a comune di Arce 
    in caso di versamento lo stesso va fatto sul conto di Tesoreria del comune  presso la Banca Popolare del Frusinate codice IBAN: IT98A0529774550T21020000108
    11/12/2020 09:19
  2. 10/12/2020 10:11 - Buongiorno si chiede cortesemente se il beneficiario della cauzione provvisoria debba essere SUA PROV FR o il Comune di Arce 

    la polizza deve essere intestata  a comune di Arce 
    in caso di versamento lo stesso va fatto sul conto di Tesoreria del comune  presso la Banca Popolare del Frusinate codice IBAN: IT98A0529774550T21020000108
    11/12/2020 09:20
  3. 10/12/2020 22:13 - Buona sera 
    il dgue messo a disposizione dalla piattaforma non consente la compliazione della sezione CRITERI DI SELEZIONE PARTE IV si richiede se tale compilazione possa essere omessa in quanto assolta nel modello 1. 
    DIstinti Saluti


    il DGUE è stato modificato. Si chiede di riprovare
    11/12/2020 09:24
  4. 10/12/2020 11:14 -
    1. Con riferimento all’art. 20 del Capitolato Speciale d’Appalto “Spese di trattamento e smaltimento rifiuti”, si evidenzia che in tale articolo non sono riportate le prescrizioni relative alle spese di trattamento e smaltimento rifiuti ma sono indicate prescrizioni relative a personale ed automezzi. Si chiede cortesemente di integrare tale capitolo con le indicazioni relative alle spese di trattamento e smaltimento rifiuti.
    Si chiede inoltre cortesemente conferma che le spese di trattamento e smaltimento rifiuti siano a carico dell’aggiudicataria come indicato al punto 3.4 della Relazione Generale allegata al Capitolato.
    1. Si chiede cortesemente conferma che le concorrenti dovranno allegare alla propria economica apposita relazione economica cosi come riportato all’art. 14 del Capitolato Speciale d’Appalto, in quanto nel Disciplinare di gara tale relazione non è prevista, se non riferita esclusivamente all’importo previsto per la campagna di comunicazione.


    Le spese di trattamento e smaltimento dei rifiuti sono a carico del comune e resta onere ed obbligo dell’aggiudicatario il solo trasporto alla discarica/centro di trattamento indicato dal comune.
    In merito alla relazione economica di cui all’art. 14 del Capitolato Speciale d’Appalto, è assorbita dai giustificativi che, secondo quanto disposto dal disciplinare di gara, il concorrente deve allegare all’offerta ossia nella busta virtuale C.
     
    17/12/2020 09:27
  5. 10/12/2020 13:26 - Si chiede cortesemente di indicare la frequenza di raccolta della frazione carta e cartone in quanto nel punto 4.4 della Relazione generale è riportata una frequenza di 1 intervento a settimana mentre nel punto 4.7 è riportata una frequenza quindicinale, alternata settimanalmente alla raccolta del vetro.
     


    Trattandosi di refuso la frequenza di raccolta della carta da considerare è quella indicata nelle tabelle di riepilogo della relazione generale ovvero 1 intervento a settimana.
     
    17/12/2020 09:27
  6. 10/12/2020 18:29 -  
    1. Si chiede conferma, ai fini della presentazione della relazione tecnica, che nel computo delle 40 cartelle formato A4 sono escluse copertina ed indice.
    2. Si chiede conferma di quanto indicato al punto 2.2. del disciplinare di gara owero che gli oneri per il trattamento e smaltimento dei rifiuti sono a carico del Comune nonché quanto indicato agli artt. 21 e 22 del CSA owero che competono all'aggiudicataria i soli costi di trasporto agli impianti di conferimento della frazione residua (indifferenziato} e organica.
    3. In accordo con quanto riportato nel disciplinare di gara, punto 2.2 sono presenti n. 7 addetti che presentano il seguente inquadramento contrattuale (n.4 liv.18, n.2 liv. 28,  n.1  liv.2A).  Nella relazione generale di progetto sono presenti esplicite richieste in diversi servizi (es. spazzamento) di addetti di livello IV che non sono presenti tra quelli presenti e soggetti a passaggio di gestione.  Anche nella raccolta ingombranti si chiede impiego di un operatore di lii livello. Si chiedono chiarimenti in merito. Si chiede, inoltre, di indicare la tipologia di patente di guida in possesso agli addetti soggetti al passaggio di gestione poiché taluni automezzi richiesti (spazzatrice, lift ecc.) richiedono necessariamente il possesso di patente di guida di categoria C.
    4. Sempre riguardo al personale, si tiene conto in maniera corretta delle ore annue mediamente lavorate (1636) rispetto a quelle teoriche lorde (1976) che tengono conto anche di ore non lavorate causa malattie, ferie, permessi ecc. Considerando le ore annue al netto dei vari permessi, i 7 addetti soggetti al passaggio di gestione presentano un monte ore complessivo di circa 11.452 ore annue (1636*7). Per diversi servizi che di seguito si riportano, vengono indicate le ore minime richieste.
    servizio ore annue previste (relazione generale)
    mercati settimanali 312
    spazzamento estivo 938,5
    spazzamento invernale 1.877
    pulizia caditoie 24
    scerbatura 72
    raccolta rifiuti pericolosi 65
    raccolta ingombranti inverno 117
    raccolta ingombranti estate 78
    raccolta tessili sanitari 313
    rimozione abbandonati 313
    gestione Crc 1.040
    ore totali per servizi indicati 5.149,5
    ore totali lavorate 11.452
    differenza 6.302,5
    Al netto delle ore necessarie per i servizi indicati, in riferimento alle ore annue disponibili,  è presente un saldo di circa 6.300 ore da destinare alla raccolta ed al trasporto. Appare evidente che tali ore non siano sufficienti per svolgere i servizi indicati (raccolta e trasporto). Si chiede, pertanto,  di indicare le ipotesi progettuali (produttività, esposizione ecc.) per le quali si indica che 4 addetti siano sufficienti per garantire tali servizi, anche in considerazione dell'aumento di frequenza di raccolta per talune frazioni nel periodo estivo.

    5. In accordo con il precedente quesito, ovvero che, per svolgere correttamente i servizi previsti il personale presente appare carente, si chiede di indicare in che modo interpretare quanto indicato all'art. 35 del CSA. In tale articolo si riporta quanto segue: "Per assicurare ogni adempimento degli obblighi derivanti dal presente Capitolato l'impresa appaltatrice dovrà avere alle proprie dipendenze, personale in numero sufficiente ed idoneo a garantire la regolare esecuzione dei servizi previsti, in particolar modo nel periodo estivo, quando le presenze sul territorio aumentano in maniera significativa". Si paventa già nella fase progettuale che per far fronte ai servizi estivi l'aggiudicatario dovrà fornire personale aggiuntivo. Atteso che l'aggiudicatario presenti una struttura aziendale tale da garantire quanto richiesto, nel quadro economico non vi è alcuna voce di costo per personale aggiuntivo, eventuali straordinari per gli addetti presenti ecc. Tali costidevono necessariamente essere indicati nel quadro economico e non possono essere sostenuti dall'aggiudicataria. Si chiedono chiarimenti in merito.


    6. Al punto 4.20 della relazione generale, per la gestione delle aree mercatali è presente un evidente errore di calcolo delle ore necessarie. Si indicano 24 ore annue (2 ore al giorno/1 volta mese) per 3 addetti (2 addetti liv.2 e un autista liv.4). Il monte ore annuo indicato è errato in quanto il mercato viene svolto con frequenza settimanale, come riportato anche nella tabella di pag. 124 della stessa relazione generale. Pertanto, atteso che il servizio possa avere durata di 2 ore (cosa improbabile), le ore annue non sono 24 bensì 312 (2 ore*52 settimane*tre addetti/turno). Si chiedono chiarimenti in merito.


    7.Per lo spazzamento manuale, nella relazione generale si prevede l'impiego di due squadre operative composte ciascuna da 2 addetti dotati ognuno di motocarro leggero tipo APE. Nel fabbisogno dei mezzi per tale servizio si riporta un solo automezzo del genere. Si chiedono chiarimenti.

    8. A pag. 120 della relazione generale si indica che il centro di raccolta comunale deve essere aperto al pubblico per almeno 20 ore settimanali con riferimento al paragrafo 3.8. A tale punto dello stesso elaborato si riporta un calendario settimanale di apertura per 23 ore. Si chiede di indicare l'orario di apertura minimo settimanale.

    9. Fermo restando l'organizzazione aziendale nella pianificazione del servizio, l'aggiudicatario è libero di utilizzare mezzi e attrezzature più idonee per lo svolgimento del servizio nel rispetto dei requisiti minimi prestazionali (numero di mezzi minimo) indicati nella tabella a pagina 120 della relazione generale. Tale tabella, per la sola raccolta riporta un numero minimo di mezzi pari a 5 (minicompattatore da 10 mc, costipatore 5 mc, porter con vasca da 2 mc, lift per movimentazione container, automezzo con sponda autocaricante). Fermo restando l'organizzazione dei servizi da parte dell'aggiudicatario, non appare coerente il numero di mezzi minimo indicato (e di conseguenza i relativi costi) con quanto indicato al punto 3.7 della relazione generale (attuale gestione del servizio) ove si evince l'impiego di un numero di automezzi superiore a quelli previsti. Essendo allo stato attuale impiegati 9 mezzi (per la raccolta e supporto allo spazzamento), per il presente procedimento, anche considerando ipotesi di una forte riduzione dei rifiuti prodotti, sichiede come sia possibile ipotizzare l'impiego di un parco macchine pari quasi alla metà di quelli attualmente in uso. Pertanto, risulta inadeguato anche il costo dei mezzi ipotizzato. Si chiedono chiarimenti in merito.

    10. Al punto 4.20 della relazione generale viene richiesto un numero di cestini gettacarte non inferiore a 50 oltre a 10 set di cestini stradali per la raccolta differenziata di carta, plastica, indifferenziato e vetro. Nel quadro economico invece si quotano solo n. 40 cestini gettacarte. Si chiede conferma che le attrezzature complessive da fornire sono solo 40 unità.

    11.Al punto 4.20 della relazione generale è prevista la fornitura a carico dell'impresa aggiudicataria di un numero adeguato di cestini e sacchetti per escrementi di animali. Si chiedono chiarimenti in merito poiché nel quadro economico non risulta presente tale voce di costo.

    12. Al punto 4.6 della relazione generale, si valuta la possibilità di ricorrere al compostaggio (domestico e di comunità) come pratica per la riduzione dei rifiuti organici. Per quanto riguarda il compostaggio domestico nel quadro economico si prevede la fornitura di n.100 compostiere domestiche. Nello stesso paragrafo (4.6) si riporta quanto segue "Pertanto è possibile ipotizzare un sistema di trattamento della frazione umida a chilometri zero con l'utilizzo di un bio-compostatore elettromeccanico da indicare nel progetto offerta del concorrente, i cui costi possono essere contemplati nel canone annuo posto a base di gara". Si chiede in che modo tali costi possono essere contemplati nel canone in quanto nel quadro economico non sono presenti riferimenti alla eventuale compostiera di comunità.

    13.  il prospetto sulla produzione dei rifiuti dell'anno 2019 (punto 4.3 della relazione generale) riporta i seguenti valori:
    frazione ton/anno % sul totale
    Rifiuti urbani non differenziati 973,18 48,17
    RD 1.046,85 51,83
    Il prospetto sulla produzione dei rifiuti dell'anno 2019 (punto 4.3 della relazione generale) riporta i seguenti valori:



    Gli obiettivi che si ipotizzano di conseguire con il presente procedimento sono del 70% nella fase intermedia (primo anno) e 75% nella fase a regime (da secondo anno). Fermo restando l'eventuale applicazione della tariffazione puntuale e di altri progetti volti ad incrementare l'intercettazione massima dei rifiuti, si chiede come sia possibile il raggiungimento di tali obiettivi (aumento RD - diminuzione rifiuti non differenziati) se nel periodo estivo sono previsti due interventi settimanali per la raccolta della frazione residua, considerando inoltre che in detto periodo dell'anno si assiste ad un notevole incremento delle presenze sul territorio (turisti e utenze non residenti). In considerazione delle penali previste per il mancato raggiungimento degli obiettivi, si fa presente che con tale modalità operativa gli obiettivi ipotizzati saranno di difficile raggiungimento. Si chiedono chiarimenti.

    14.Al criterio F della tabella di assegnazione del punteggio, punto 4.1. del disciplinare di gara, e nello specifico al punto QL_F2, si premiano le procedure di gestione di 2 compostiere di comunità presenti nell'ecocentro. Si chiede conferma che tali attrezzature siano già presenti e funzionanti, ovvero provviste delle utenze (acqua, corrente elettrica, collegamenti a impianti di scarico, ecc.) e delle autorizzazioni necessarie al funzionamento. Si chiede, inoltre, di indicare se il conferimento presso tali macchine è previsto direttamente dalle utenze o se è l'aggiudicatario a dover presidiare la macchina con la presenza di uno specifico addetto che non viene contemplato nei costi. Si chiede, inoltre, conferma che i costi di manutenzione ordinaria e straordinaria sono a carico dell'Ente.

    15. Si riscontrano incongruenze sull'importo soggetto a ribasso. Nel quadro economico fornito (allegato R.02), si indicano diverse voci che concorrono alla formazione del costo a base di gara e che di seguito si riporta

     
    A SERVIZIO DI IGIENE URBANA IMPORTO ANNUO IMPORTO DURATA
    A.1 Costo personale € 238.774,20 € 1.671.419,40
    A.2 Costo mezzi ed attrezzature € 267.152,57 € 1.870.067,99
    A.3 Costo raccolta, trasporto, trattamento e smaltimento € 267.142,85 € 1.869.999,95
    A.4 Oneri della sicurezza non soggetti a ribasso € 7.200,00 € 50.400,00
    A.5 Campagna informativa € 5.000,00 € 35.000,00
    A.6 Servizio spazzamento e pulizia € 42.000,00 € 294.000,00
    A.7 Servizi accessori e complementari di igiene urbana € 14.000,00 € 98.000,00
    Totale parziale € 841.269,62 € 5.888.887,34
    A.8 Spese generali 5% € 42.063,48 € 294.444,37
    A.9 Utile di impresa 10% € 84.126,96 € 588.888,73
    A.10 Totale importo al netto di A.4 € 960.260,06 € 6.721.820,44
    A.11 Ammortamento automezzi € 14.000,00 € 98.000,00
    A.12 Ricavi Conai a detrarre dalle prestazioni € 168.000,00 € 1.176.000,00
    A.13 Canone annuo a base d'asta € 778.260,06 € 5.447.820,44
    A.14 Tot. Servizio a corpo € 785.460,06 € 5.498.220,44



    Al valore di € 841.269,62 dato come somma delle voci Al-A7 si aggiungono le spese generali e  l'utile d'impresa e si sottraggono gli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso (voce A4). Si ha pertanto il presente quadro
     
     
    voce costo annuo costo 7anni
    voci Al -A7 € 841.269,62 € 5.888.887,34
    A8 (spese generali 5%) € 42.063,48 €      294.444,36
    A9 (utile 10%) € 84.126,96 €      588.888,72
    AlO - Totale Al -A9 al netto A4 (costi sicurezza non a ribasso) € 960.260,06 € 6.721.820,42
    All (ammortamento automezzi) -€ 14.000,00 -€       98.000,00
    A12 (ricavi a detrarre) -€ 168.000,00 -€ 1.176.000,00
    A13 (canone a base d'asta) 778.260,06 5.447.820,42
    A14 (totale servizi a corpo+ sicurezza non a ribasso) € 785.460,06 € 5.498.220,42
     
       

    Dall’analiisi della precedente tabella, l'importo soggetto a ribasso è di € 778.260,06 annui ed € 5.447.820,42 per l'intera durata dell'appalto (7 anni) in quanto, alla voce A14 sono sommati i costi dèlla sicurezza (€ 7.200,00/annui) non soggetti a ribasso.
    Quanto riportato nella precedente tabella  non trova riscontro  con quanto  indicato  nel disciplinare di gara, al punto 2.2. tabella 1, che di seguito si riporta.
     


    Tabella 1
     
    importo a corpo SERVIZIO OI GESTIONE DEI RIFIUTI E IGIENE
    URBANA al netto di entrate a vantaggio dell'impresa -vedi cSA

    € 5.498.220,42

    € 50.400,00
     

    s.548,620,42
    Totale stima valore contratto 7 anni       5.548.620,42
    In tale tabella, si indica che l'importo soggetto a ribasso (per 7 anni di.durata dell'appalto) è pari ad
    5.498.220,42 cui vengono sommati i costi per la sicurezza non soggetti a ribasso  di€  50.400,00 per un totale complessivo di€ 5.548.620,42.
    Considerando il disaccordo tra il quadro economico e quanto riportato nel disciplinare di gara si chiede di rettificare il quadro economico in tutte le sue voci e di indicare l'importo da considerare per la formulazione del ribasso al netto degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso.

    16. Atteso che gli oneri per la cessione dei materiali valorizzabili ai consorzi di filiera sono a favore dell'aggiudicataria (come indicato nel quadro economico), si chiede di indicare le modalità di calcolo che generano l'importo riportato nel quadro economico (€ 168.000,00 annui a detrarre) owero indicare i ricavi unitari per tonnellata €/ton in quanto tale valore appare alquanto elevato rispetto alle attuali valutazioni di mercato dei rifiuti valorizzabili.

    17. Si chiedono chiarimenti in merito alla voce di costo All, riportata nel quadro economico (allegato R.02). Si chiede di motivare le ragioni per le quali l'ammortamento dei mezzi, indicato forfettariamente in €/annui 14.000,00 viene detratto dai costi, considerato che la durata minima dell'appalto è di 7 anni.

    18. Al punto 4.4 della relazione generale (pag. 89), viene una tabella nella quale si riepilogano le modalità di raccolta previste per le varie frazioni. Per la frazione residua si riporta la seguente dicitura: "Raccolta domiciliare con il sistema "porta a porta" con esposizione di mastelli impilabili
    dotati di transponder per ogni famiglia forniti dall'A.C.". Si chiede conferma che i contenitori per il conferimento della frazione residua sono a carico dell'ente e non dell'aggiudicataria.

    19 Si chiede conferma che i metalli (lattine, banda stagnata etc) devono essere raccolti congiuntamente con la plastica.

    20.Si chiede di indicare la frequenza di raccolta dei tessili sanitari in quanto nelle tabelle riassuntive di cui a pagina 91 della relazione generale si prevedono minimo 2 interventi settimanali mentre  al punto 4.20, pagina 129, si prevedono 3 interventi settimanali. Alla pagina 130, il servizio è quotato per 313 ore annue owero 6 ore al giorno per 1 volta a settimana. Si chiede, inoltre, di specificare in quale voce di costo del quadro economico sono stati quotati i sacchetti da lt. 70 di colore rosso che risultano a carico dell'impresa aggiudicataria.

    21. Si riscontra una incongruenza in merito alla raccolta della carta. Nella fattispecie, al punto 4.7 della relazione generale (pag. 97) si indica una frequenza quindicinale (1 ogni 2 settimane) mentre nelle tabelle di riepilogo (pag. 89-90-91-92) owero nel calendario di raccolta (cfr.  allegato  R.07)  è prevista la raccolta settimanale (1/7} di tale tipologia. Si chiedono chiarimenti in merito.

    22. Al punto 4.14 della relazione generale si propongono azioni volte ad ottimizzare la gestione del centro comunale di raccolta. Si chiede in quale voce del quadro economico sono contemplati tali costi.

    23 Al punto 4.17 della relazione generale si è ipotizzato di realizzare almeno n. 2 isole ecologiche controllate. Si chiede conferma che il costo per l'acquisto e la manutenzione ordinaria e  straordinaria delle stesse è a carico dell'Ente in quanto tale voce di costo non è contemplata nel quadro economico.


     
     
    Risposta 1
    Si conferma il limite delle 40 cartelle formato A/4 escluso copertina ed indice.


      
    Risposta 2
    Le spese di trattamento e smaltimento dei rifiuti sono a carico del comune e resta onere ed obbligo dell’aggiudicatario il solo trasporto alla discarica/centro di trattamento indicato dal comune.


     
    Risposta 3
    Le attuali unità di personale possono essere rimodulate rispetto a quelle indicate nel progetto. Nel passaggio di gestione dovrà essere verificata l’effettiva disponibilità dell’attuale personale i presenza di personale in prossimo congedo per limiti di età. Tale condizione dovrà essere verificata con Ente.




    Risposta 4
    Tenendo presente le ore medie annue lavorate per addetto si ritiene che la distribuzione degli stessi nell’ambito del servizio fermo restando le 11.542 ore annue effettive minime, possa ricondursi alla stessa organizzazione del servizio che l’impresa vorrà impostare e organizzare. I 4 addetti sono ritenuti sufficienti per il servizio di raccolta e trasporto se vengono rispettati i principi ispiratori del progetto che prevedono nella raccolta differenziata spinta il raggiungimento progressivo della riduzione del rifiuto da conferire, l’effettivo recupero della materia e la riduzione dei costi di smaltimento.




    Risposta 5
    In relazione all’art. 35 del CSA l’impresa dovrà garantire la regolare esecuzione dei servizi previsti in particolar modo nel periodo estivo. Qualora risulterà necessario attingere a personale aggiuntivo per fronteggiare eventuali incrementi legati all’aumento delle presenze del periodo estivo, i costi derivanti saranno compensati a parte in accordo con l’Ente. Resta comunque il principio di riduzione del rifiuto che dovrebbe compensare eventuali incrementi stagionali.




    Risposta 6
    Le 2 ore al giorno/1 volta mese con 2 addetti è riferito al lavaggio delle strade e delle piazze mentre la frequenza di pulizia e personale impiegato per il mercato settimanale dovrà essere indicato dall’impresa aggiudicataria mediante un proprio piano operativo.



    Risposta 7
    Per lo spazzamento manuale sono state previste due squadre di 2 addetti sia pure con la dotazione di un solo motocarro leggero. Ovviamente tale organizzazione può essere soggetta a modifiche o proposte migliorative come previsto nel criterio A dell’offerta tecnica.





    Risposta 8
    Trattando si refuso si conferma che l’orario di apertura minimo del centro di raccolta è di ore 20/settimana considerando Lunedì e sabato per complessive 6 ore, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì per complessive 12 ore e domenica per complessive 2 ore. In relazione alle esigenze organizzative e di gestione dell’aggiudicatario tale orario potrà essere rimodulato in accordo con l’amministrazione.




    Risposta 9
    La forte riduzione del rifiuto previsto ha indotto a prevedere un determinato numero di mezzi come indicato nella relazione. I relativi costi sono stati dedotti da indagini di mercato dirette che hanno tra l’altro tenuto conto delle recenti promozioni, degli incentivi e altre tipologie di sconto legate anche alle criticità economiche derivanti dall’emergenza epidemiologica in atto. Si ribadisce comunque la possibilità di valutare ogni proposta del concorrente per l’utilizzo di mezzi ed attrezzature ritenute più idonee per lo svolgimento del servizio.


     
    Risposta 10
    Trattandosi di refuso di trascrizione nella relazione generale il numero di cestini stradali da considerare sono di almeno 40 unità.




     
    Risposta 11
    I cestini e relativi sacchetti per escrementi di animali da fornire in numero adeguato stabilito dall’impresa aggiudicataria e comunque in accordo con l’Ente, trattandosi di un numero ritenuto molto basso vanno ricompresi nella voce A.2 del q.e.



    Risposta 12
    In merito al bio-compostatore elettromeccanico il concorrente può offrire in sede di gara la semplice gestione o l’eventuale acquisto tenendo presente comunque che l’Ente può provvedere eventualmente al suo acquisto e metterlo a disposizione.




    Risposta 13
    L’obiettivo del raggiungimento del 75% di raccolta differenziata a regime e il 70% dal primo anno nasce proprio dall’applicazione di sistemi di ottimizzazione della raccolta come la tariffazione puntuale, la riduzione del rifiuto, il recupero della materia e una adeguata campagna di informazione. E’ evidente che ogni difficoltà o incertezza durante le prime fasi del servizio dovranno essere prontamente affrontate con il Direttore per l’esecuzione soprattutto se riferite all’applicazione delle penali.



    Risposta 14
    Attualmente sono presenti n. 2 compostiere di comunità presso il centro di raccolta comunale che risultano funzionanti e provviste di ogni utenza. Il concorrente può prevedere in sede di offerta come indicato al punto QL_F2 il presidio delle macchine e la relativa manutenzione e ogni altra proposta ritenuta utile.



    Risposta 15
    L’importo soggetto a ribasso è pari a € 5.447.820,42 (€ 778.260,06*7 anni) oltre oneri della sicurezza per € 50.400,00. Totale importo servizio a copro € 5.498.220,44.




    Risposta 16
    I corrispettivi unitari ai consorzi di filiera sono stati determinati applicando per ciascuna frazione (carta, plastica, metalli e lattine, vetro etc.) gli importi medi indicati nelle tabelle dei corrispettivi riferiti agli accordi Anci Conai. Il valore ottenuto deriva dal prodotto delle quantità max da progetto in t/a per la fase a regime e i ricavi unitari con R.D. prossima al 75%.


    Risposta 17
    La quota di ammortamento è stato detratto dai costi in relazione alla deducibilità dei mezzi nell’arco della durata dell’appalto.



    Risposta 18
    Si conferma quanto indicato nella relazione generale in merito ai mastelli impilabili di pag. 89 così come indicato a pag. 13 del disciplinare di gara.


    Risposta 19
    Si conferma la raccolta congiunta tra plastica e metalli quali lattine etc..






    Risposta 20
    La raccolta dei tessili sanitari da considerare è di 2/7 (due volte settimana ) e i sacchetti lt 70 sono a carico dell’appaltatore.


    Risposta 21
    La frequenza di raccolta della carta da considerare è quella indicata nelle tabelle di riepilogo della relazione generale ovvero 1 intervento a settimana.

     
    Risposta 22
    L’ottimizzazione del centro di raccolta in termini di organizzazione e gestione va riferita alla proposta che l’appaltatore vorrà illustrare in sede di offerta in relazione al punto C dei criteri qualitativi.


    Risposta 23
    La realizzazione di n. 2 isole ecologiche controllate sono descritte ed ipotizzate in relazione in modo esclusivamente dimostrativo e pertanto il loro costo di acquisto compresa ogni manutenzione necessaria deriverà da un accordo tra ente e appaltatore.

     
    17/12/2020 12:19
  7. 11/12/2020 09:41 - Con riferimento alle tabelle dei quantitativi riportate a pag. 83 e 86 del documento R.01 Relazione Generale e dell’importo  per “Ricavi Conai a detrarre dalle prestazioni” pari 168.000 €/anno riportato a pag. 12 del documento R.04 Capitolato Speciale d’appalto, si chiede cortesemente di chiarire quali siano i corrispettivi unitari CONAI considerati dalla spettabile Amministrazione.

    Si chiede cortesemente come sia stato determinato il valore di 14.000 €/a espresso alla voce A.11 “Ammortamento automezzi” della tabella a pag. 12 del Capitolato Speciale d’Appalto.

    Si chiede cortesemente il computo metrico di dettaglio che ha determinato la base d’asta visto le forti incongruità riscontrate.

    Con riferimento alle tabelle dei quantitativi riportate a pag. 83 e 86 del documento R.01 Relazione Generale e dell’importo per “Costo raccolta, trasporto, trattamento e smaltimento” pari 267.142,85 €/anno riportato a pag. 12 del documento R.04 Capitolato Speciale d’appalto, si chiede cortesemente di chiarire quali siano i costi unitari considerati dalla spettabile Amministrazione che hanno determinato tale importo annuo.


    Risposta
    I corrispettivi unitari Conai sono stati determinati applicando per ciascuna frazione gli importi medi indicati nelle tabelle dei corrispettivi riferiti agli accordi Anci Conai.
    Rispetto alla quota di ammortamento dei mezzi per il periodo di 7 anni di esercizio o di via utile il valore desunto è stato determinato nella semplice applicazione di un coefficiente di ammortamento annuo al valore dei mezzi.
     
    17/12/2020 12:20
  8. 11/12/2020 10:03 -
    1. Con riferimento all’art. 37 del Capitolato Speciale d’Appalto, si chiede cortesemente di confermare che la dimostrazione della disponibilità dello spazio relativo all’Ecosportello sia da esibire in caso di aggiudicazione e non in sede di offerta.
    2. Con riferimento al punto 4.19 della Relazione Generale allegata al Capitolato Speciale d’Appalto, in particolare tabella B “Contenitori per la raccolta ammortizzabili”, si chiede cortesemente di specificare per quali tipologie di rifiuto e per quali tipologie di utenze sia da prevedere la fornitura di n. 3.671 bidoni da 120 litri.


    L’individuazione del cosidetto Ecosportello di cui all’art.  37 del CSA ovvero dello spazio di ricovero degli automezzi, per le esigenze del personale e la sede operativa dovrà essere reperita prima della stipula del contratto. Qualora si intenda ipotizzare tale sede presso il centro di raccolta dovrà allora essere descritto nel proprio progetto. In ogni caso si suggerisce di dimostrare la disponibilità di tali spazi in sede di offerta e quindi si conferma che l’aggiudicatario in sede di gara dovrà dimostrare di avere un ecospostello o dovrà impegnarsi ad avere un ecosportello al momento dell’inizio del servizio.

    I contenitori da 120 lt sono riferiti in prevalenza alle utenze non domestiche per la raccolta del secco residuo, della plastica, del cartone e dell’umido la cui distribuzione potrà essere variata in sede di offerta.

     
    17/12/2020 12:22
  9. 11/12/2020 10:49 - □    Con riferimento al punto 3.1.3 “Requisiti di capacità tecnica e professionale”, alla lettera j) viene richiesto:
    j) Possesso dei i mezzi specificati nei documenti di progetto
    La comprova del requisito, è fornita secondo le disposizioni di cui all’art. 86 e all’allegato XVII, parte II, del Codice.
    Si chiede di specificare quali siano i mezzi di prova da fornire, ai sensi dell’art. 86 del Codice, come prova dell’assenza di motivi di esclusione di cui all’articolo 80 e del rispetto dei criteri di selezione di cui all’articolo 83.
    □    Nel modello da compilare con riferimento all’ offerta economica è riportata la seguente tabella:
     
    descrizione In cifre In lettere
    Importo al netto del ribasso offerto                      ,         

        
    diconsi                                                e centesimi                                        )
    Oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso                      ,         

        
    diconsi                                                e centesimi                                        )
    Importo contrattuale in caso di aggiudicazione ( Olavesimo )                      ,         
    diconsi                                                e centesimi                                       

    Si chiede conferma che nella riga evidenziata in giallo vada inserito l’importo complessivo offerto, inteso come somma dell’importo al netto del ribasso offerto e degli oneri per la sicurezza non soggetti a ribasso. Si chiede, inoltre, di chiarire il significato di quanto indicato in parentesi Olavesimo
     
    • Al punto 4.2 del Disciplinare di gara sono indicate le modalità di presentazione dell’ Offerta Economica. Tali modalità prevedono, al punto d), l’inserimento di una cartella in formato zip “Giustificativi” che verrà aperta in caso di anomalia dell’offerta secondo quanto previsto dall’ art. 97 del d. lgs. 50/2016 o in caso in cui l’ Ente ritenesse anomala l’offerta. Si chiede conferma che le giustificazioni debbano essere presentate in fase di offerta e non successivamente, come indicato al punto 7.2 dello stesso Disciplinare.
     
    • In merito al criterio di valutazione dell’offerta tecnica QL_F2 “Procedure di gestione di n. 2 compostiere di comunità presenti nell’ecocentro”, si chiede di fornire ulteriori informazioni in merito alle compostiere di comunità presenti nell’ecocentro che il nuovo gestore dovrà gestire. Si chiede, in particolare, di fornire una scheda tecnica da cui si evinca tipologia, modello, marca, capacità di trattamento ed altre informazoni sul ciclo di compostaggio e sulle modalità di gestione.
     
    • Con riferimento ai documenti pubblicati a base gara si riscontrano incongruenze fra le informazioni contenute nel capitolato speciale d’appalto e quelle contenute nella Relazione Generale, ad esempio riguardo le frequenze di raccolta che risultano diverse fra CSA (art. 48-52) e Relazione Generale (pag. 89-91). Si chiede di chiarire in maniera univoca quali siano le frequenze di raccolta da considerarsi a

    base di gara e se sia da considerarsi “prevalente” l’informazione contenuta nel CSA rispetto a quanto indicato nella Relazione Generale.
     
    • Nel CSA e nella Relazione Generale sono richieste una serie di informazioni che la concorrente deve inserire nella propria offerta tecnica, ad esempio, per ciascun servizio occorre indicare:
    “I concorrenti nella propria offerta tecnica propongono per ogni singolo comune:
    • organizzazione del lavoro e modalità operative di svolgimento del servizio;
    • automezzi ed attrezzature per lo svolgimento del servizio;
    • attrezzature e materiale di consumo ritenute opportune per il conferimento di tale tipologia    di rifiuto;
    • risorse umane impiegate nell’espletamento del servizio”.

    Di contro, nel Disciplinare di gara le modalità di presentazione dell’offerta tecnica non includono la descrizione di tutti i servizi ma prevedono esclusivamente la presentazione di una Relazione atta a descrivere, con riferimento ai criteri di valutazione ed ai relativi sub-criteri, le soluzioni, gli accorgimenti e le procedure proposti dal concorrente. Tra l’altro i limiti editoriali imposti per la presente procedura non consentono una  descrizione dettagliata di tutti i servizi,  essendo  previsto  un limite di 40 pagine per la redazione dell’offerta tecnica e solo n. 6 fogli formato A4 come allegati aggiuntivi. Si chiede, a tal proposito, la possibilità di allegare ulteriori elaborati al fine di esplicitare meglio la propria offerta.
     
      • Ancora con riferimento alle modalità di presentazione dell’offerta tecnica si evidenzia che a pag. 37, rigo 5, è indicato un limite di altezza del carattere pari a 12 mentre all’ultimo rigo è indicato un limite di scrittura in corpo non inferiore a 10. Si chiede di chiarire quale sia il limite da considerare.
     
      • Nell’elaborato “Relazione Genrale” è indicato che i mastelli impilabili dotati di transponder per ogni famiglia sono forniti dall’ A.C.. Ritenendo che trattasi di refuso, si chiede conferma che le attrezzature da fornire siano quelle indicate nelle tabelle a pag. 13 del Diciplinare di gara.
     
      • Nell’elaborato “Programmazione economico-finanziaria” è riportato il calcolo dei costi del nuovo servizio proposto. Le voci di costo A.11 e A.12 sono portate in detrazione, si chiede di chiarire:
     
        • A cosa si riferisce la voce di costo A.11 “Ammortamento mezzi” pari a 14.000 euro/anno in quanto non è specificato in nessun documento pubblicato a base gara.
        • La modalità di calcolo della voce di costo A.12 “Ricavi Conai a detrarre dalle prestazioni”, indicando, in particolare, le quantità e le tariffe unitarie considerate per ciascuna tipologia di rifiuto.


    Quesito 10

    Risposta 1
    Il concorrente dovrà dichiarare di avere già disponibili i mezzi allegando i documenti di possesso degli stessi e le targhe.
    Nel caso di non disponibilità ad oggi il concorrente dovrà impegnarsi ad averli allegando un documento di proposta di vendita o forma equivalente dei mezzi necessari al momento dell’inizio del servizio. Si rammenta che il comune si è riservato l’avvio d’urgenza che secondo quanto disposto dalla legge 120/2020 può avvenire anche nelle more  della  verifica  dei  requisiti  di  cui all'articolo  80  del  medesimo  decreto  legislativo,  nonche'   deirequisiti di  qualificazione  previsti  per  la partecipazione  alla procedura.
    Risposta 2
    Si conferma che la riga evidenziata in giallo deve riportare il valore del contratto in caso di aggiudicazione. Ossia l’importo offerto al netto del ribasso ma con inclusi gli oneri per la sicurezza.
    Il significato di Olav.iesimo è da intendersi come offerta per l’esecuzione del lavoro (servizio oggetto di gara) formulata dal concorrente.
    Risposta 3
    Si conferma che per motivi di urgenza i giustificativi vanno presentati già con l’offerta e non successivamente.
    Risposta  4
    Attualmente sono presenti n. 2 compostiere di comunità presso il centro di raccolta comunale che risultano funzionanti e provviste di ogni utenza. Il concorrente può prevedere in sede di offerta come indicato al punto QL_F2 il presidio delle macchine e la relativa manutenzione e ogni altra proposta ritenuta utile.
    Risposta  5
    Le frequenze di raccolta cui far riferimento sono quelle indicate a pag. 92 della relazione generale riportate nel CSA.
    Risposta 6
    La richiesta si ritiene assorbita con la presentazione, già in sede di gara, dei giustificativi.
    Risposta 7
    Per rendere maggiormente leggibile l’offerta è auspicabile l’uso del carattere 12. E’ comunque ammesso ed accettato il carattere minimo non inferiore a 10.
    Risposta  8
    Si conferma quanto indicato nella relazione generale in merito ai mastelli impilabili di pag. 89 così come indicato a pag. 13 del disciplinare di gara.
    Risposta 9
    Rispetto alla quota di ammortamento dei mezzi per il periodo di 7 anni di esercizio o di via utile il valore desunto è stato determinato nella semplice applicazione di un coefficiente di ammortamento annuo al valore dei mezzi.
    I corrispettivi unitari ai consorzi di filiera sono stati determinati applicando per ciascuna frazione gli importi medi indicati nelle tabelle dei corrispettivi riferiti agli accordi Anci Conai.
     
    17/12/2020 12:30
  10. 11/12/2020 11:25 - Buongiorno,
    in relazione alla procedura aperta relativa alla gara di appalto GARA SUA N.85 /2020 APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI RACCOLTA DIFFERENZIATA PORTA A PORTA, GESTIONE DEI RIFIUTI E ALTRI SERVIZI ATTINENTI PER IL COMUNE DI ARCE (FR) etc…
    si rileva che i tempi di pubblicazione della Gara di circa 10 giorni (7 DICEMBRE-17 DICEMBRE) non sono assolutamente  conformi al Comma 1 ART. 60 del Codice degli Appalti: " Nelle procedure aperte, qualsiasi operatore economico interessato puo' presentare un'offerta in risposta a un avviso di indizione di gara. Il termine minimo per la ricezione delle offerte e' di trentacinque giorni dalla data di trasmissione del bando di gara....." 
    Per quanto sopra si chiede una immediata rettifica dei termini come richiesto dalla legislazione vigente
    Cordiali Saluti


    Secondo quanto disposto dall’art. 60 del D.Lgs. 50/2016 il tempo di pubblicazione di una gara è di almeno 35 gg. (cfr. comma 1).
    Per casi di urgenza il tempo minimo non può essere inferiore a 15 gg (cfr. comma 3 del citato art. 60) che per quanto disposto dall’art. 8 del D.L. 76/2020 convertito con legge 120/2020 non va motivata.
    In ultimo si rammenta che il tempo decorre dalla data di invio dell’estratto alla GUCE.
    17/12/2020 12:31
  11. 11/12/2020 18:10 - 1. Premesso che nel Disciplinare di gara, alla pagina 10, si indica quanto segue:
    • Le spese per il trattamento e smaltimento dei rifiuti sono a carico del Comune;
    • Gli oneri per il trasporto dei rifiuti indifferenziati, della frazione organica dei RSU e delle frazioni secche valorizzabili, sono a carico della ditta aggiudicataria e sono ricompresi nell’importo contrattuale.
     

    Si chiede di chiarire se ci sono frazioni del cui costo di trattamento la ditta dovrà farsi carico nella fase di gestione ed in tal caso si chiede di chiarire come sono state quantificate nel computo a base di gara.


    2. L’ art. 59 del CSA cita: “ Gli operatori manuali durante la pulizia delle zone loro assegnate devono provvedere allo svuotamento dei cestini posizionati lungo le strade, piazze e giardini, la cui dislocazione sarà individuata sia con mappa che in maniera tabellare nell’offerta tecnica”. Stando alle limitazioni editoriali imposte per la redazione dell’offerta tecnica si chiede conferma che trattasi di un refuso e che la dislozazione su mappa ed in forma tabellare sia da presentare in fase di avvio del servizio, successivamente all’aggiudicazione.

    3. Si richiede inoltre :
    Alla pagina 57 del disciplinare nelle more delle istruzioni per la compilazione del DGUE Riporta il seguente periodo :

    Sezione D. indicazione delle terne di subappaltatori di cui all’articolo 105, comma 6, del Codice, alle condizioni di cui al precedente punto 3.2.7.

    Considerando che alla luce della normativa in vigore non risulta necessario indicare la terna dei subappaltatori ma solo le parti del servizio per cui si richiede il subappalto si richiede conferma se trattasi di refuso.

    Alla pagina 58 dello stesso disciplinare Riporta il seguente periodo
    Sezione C. Capacità tecniche e professionali (omesse in quanto assorbite dalle attestazioni SOA di cui al punto
    3.1. 3 e dichiarate alla Parte II, Sezione A).Lavori svolti, incidenza del costo del personale e attrezzatura tecnica di cui all’articolo 90, comma 1, del Regolamento.Sezione D. Sistemi di garanzia della qualità di cui al punto 3.1.4.
    Considerando che trattasi di servizi e non di lavori si richiede se trattasi di refuso e che in tale sezione vadano indicati i requisiti di carattere professionale indicati nei punti 3.1.3. E si notifica inoltre che nel DGUE elettronico messo a disposizione dalla piattaforma consente solo di inserire i fatturati per ogni servizio. I dettagli sono sempre riporati nell’allegato 1.
     


    Risposta n. 1
    Le spese di trattamento e smaltimento dei rifiuti sono a carico del comune e resta onere ed obbligo dell’aggiudicatario il solo trasporto alla discarica/centro di trattamento indicato dal comune.


    Risposta  n. 2
    La dislocazione in mappa e in forma tabellare citata può essere presentata ed esposta in forma sintetica nella relazione tecnica rimandando ad una redazione analitica in caso di aggiudicazione e in fase di avvio del servizio.


    Risposta
    In relazione alla vigente normativa non è necessario indicare la terna dei subappaltatori. Pertanto la richiesta è da intendersi come un mero refuso di stampa.

    Il richiamo alla soa è un mero refuso di stampa.
    Premesso che l’allegato A/1 prevede la dichiarazione di tutti i requisiti di ammissione  si evidenzia che nella predisposizione del DGUE sono stati spuntati:
     
      Altri requisiti economici o finanziari
    Per quanto riguarda gli eventuali altri requisiti economici o finanziari specificati nell'avviso o bando pertinente o nei documenti di gara, l'operatore economico dichiara che:
      Prestazione di servizi del tipo specificato
    Unicamente per gli appalti pubblici di servizi: Durante il periodo di riferimento l'operatore economico ha prestato i seguenti principali servizi del tipo specificato. Le amministrazioni aggiudicatrici possono richiedere fino a tre anni e ammettere un'esperienza che risale a piu' di tre anni prima.
      Eventuali altri requisiti tecnici e professionali
    Per quanto riguarda gli eventuali altri requisiti tecnici e professionali specificati nell'avviso o bando pertinente o nei documenti di gara, l'operatore economico dichiara che
    che dovrebbe consentire al concorrente di dichiarare i requisiti tecnici e finanziari che consentono la partecipazione alla gara.
    E’ comunque consentito allegare il proprio DGUE purchè aggiornato all’attuale declaratoria dell’art. 80 del D.Lgs 50/2016.


     
    17/12/2020 12:38
  12. 09/12/2020 14:55 - Con riferimento all’appalto in oggetto ed esaminati gli atti di gara, Vi chiediamo, in considerazione della complessità e della rilevanza dei servizi stessi, di concedere una proroga di almeno 30 giorni rispetto al termine del 17 dicembre prossimo, onde consentirci la predisposizione di una relazione accurata, che risponda in modo ottimale alle esigenze di codesta Azienda.
    Nella certezza che vorrete garantire la più ampia partecipazione alla gara, restiamo in  attesa di urgente riscontro.

    Ringraziando per l'attenzione, inviamo i migliori saluti.
     


    e’ stata concessa la proroga
    17/12/2020 12:39
  13. 16/12/2020 11:47 - Nel discplinare di gara, al punto 3.3.3. Sopralluogo è riportato:

    È obbligatorio il sopralluogo sui luoghi dove è ubicato l’intervento oggetto dell’appalto; si precisa che:
    a)  la Stazione appaltante non rilascia l’attestazione di avvenuto sopralluogo tuttavia i concorrenti devono dichiarare di aver svolto autonomamente il sopralluogo.
      
    Ai fini dell’effettuazione del prescritto sopralluogo, i concorrenti dovranno procedere autonomamente autocertificando l’effettuazione dello stesso avendo cura di riportare nella dichiarazione elementi utili alla verifica di
    cui all’art. 71 del DPR 445/2000.. 

    Al fine di potere avere prova concreta dell’avvenuto sopralluogo i concorrenti nelle figure di amministratori, direttore tecnico, figura dell’impresa munita di delega semplice o altro soggetto esterno all’impresa munito di delega notarile,
    dopo avere eseguito il sopralluogo dovranno recarsi presso l’ufficio Tecnico comunale con due copie della dichiarazione di avvenuto svolgimento di cui, timbrata e firmata dal responsabile/dipendente dell’ufficio tecnico  del comune  di Arce verrà restituita, la seconda sarà trattenuta dall’ufficio. Copia dell’immagine del documento restituita all’impresa dovrà essere inserita tra la documentazione amministrativa che sarà caricata sulla piattaforma per la partecipazione alla gara.

    Alla luce di queste possibili incongruenze (si deve autocertificare, la SA non rilascia attestazione, oppure bisogna effettuarlo presentandosi in comune in duplice copia !!), visto il perdurare della situazione emergenziale COVID19, si chiede di confermare che il sopralluogo sia da dichiarare con autocertificazione in sede di gara nella busta amministrativa.

    Cordiali saluti.
     


    Si conferma che il soprallugo e’ obbligatorio   con le modalità previste  del discplinare di gara, al punto 3.3.3. Sopralluogo


    Ad integrazione della risposta data

    Per maggior chiarezza il concorrente è obbligato a prendere visione deì posti, per i motivi riportati nel disciplianre di gara, in modo autonomo rendendo una autocertificazione. 

    Considerato che le autocertificazioni sono soggette a verifica di cui all’art. 71 del DPR 445/2000 questo Ente ha evidenziato una procedura per avere certezza sull’avvenuto sopralluogo. E’ facoltà del concorrente operare anche in modo diverso purchè possa dimostrare, con elementi che garantiascano la certezza della data di avvenuta visita dei posti, di aver svolto il sopralluogo in una certa data da parte di uno dei soggetti previsti nel disciplinare di gara ossia:

    - figure di amministratori,
    - direttore tecnico,
    - figura dell’impresa munita di delega semplice 
    - altro soggetto esterno all’impresa munito di delega notarile

    SI evidenzia in ultimo che il concorrente può individuare una persona, di cui ha fiducia, presente in un territorio dove non ci sono limitazioni agli spostamenti, compreso motivi di lavoro che generalmente consentono comunque di spostarsi, cui delegare, con atto notarile, il sopralluogo
     
    18/12/2020 11:27
  14. 21/12/2020 17:41 - Premesso che:
    • la risposta n. 1 al quesito del 11/12/2020 ore 10:49 chiarisce che il concorrente deve dichiarare, nella busta amministrativa, la disponibilità dei mezzi allegando i documenti di possesso degli stessi e le targhe oppure, in caso di non disponibilità dovrà impegnarsi ad averli allegando un documento di proposta di vendita;
    • l’inserimento di tali documenti nella busta amministrativa comporta l’anticipazione di elementi tecnici propri dell’offerta tecnica e che sono anche oggetto di valutazione,
    Si chiede di chiarire se nella busta amministrativa vada inserita solo la disponibilità (o l’impegno a dotarsi in caso di aggiudicazione) dei mezzi che sono poi dichiarati nell’offerta tecnica o se debba essere inserito l’elenco mezzi che si intende offrire per l’esecuzione dei servizi previsti in appalto.
    Distinti Saluti


    Premesso che la presenza di un dato tecnico nella busta amministrativa, e quindi l’anticipazione di elementi tecnici oggetto di valutazione da parte della commissione, non comporta l’esclusione del concorrente. 

    ciò premesso è onere del concorrente dichiarare la disponibilità dei mezzi o impegno ad avere i mezzi  allegando la documentazione a riprova.
    27/12/2020 09:50
  15. 22/12/2020 11:34 - una volta chiarito che tipo di multimateriale è richiesto, quindi se la plastica è da raccogliere in monomateriale o con i metalli, si richiede di chiarire la relativa frequenza: nei calendari è richiesta la frequenza 1/7 in inverno per utenze domestiche e non domestiche, con incremetno estivo a frequenza bisettimanale 2/7 per le sole utenze commerciali. 
    Tuttavia a pag. 26 del capitolato speciale di appalto la frequenza estiva è richiesta bisettimanale 2/7 anche per le utenze domestiche. che frequenza dobbiamo prevedere per le utenze domestiche nei mesi estivi? settimanale 1/7 o bisettimanale 2/7? 


    Il servizio base prevede la frequenza di 1 volta a  settimana per le utenze domestiche e non domestiche mentre il servizio estivo vede 1 volta a settimana per le utenze domestiche e 2 volte a settimana per le utenze non domestiche.
     
    27/12/2020 10:26
  16. 22/12/2020 11:38 - Per il servizio di lavaggio contenitori in uso alle utenze commerciali a pag. 102 della relazione generale R.01 sono previsit n. 4 interventi annui, ma anche mensili (cfr. pag. 110 della medesima relaizone).
    Quale delle due frequenze dobbiamo rispettare?  


    Lavaggio contenitori: n. 4 interventi annui minimi fatto salvo diversa frequenza migliorativa  che potrà essere proposta in sede di offerta.
     
    27/12/2020 10:27
  17. 21/12/2020 17:33 - Con riferimento ai documenti di gara ed in particolare alle Vs. risposte sui contributi CONAI, siamo nuovamente a sollecitare l’invio di un computo di dettaglio in quanto come si evince dalla tabella sottostante raggiungere l’importo dei contributi da Voi previsto risulta non perseguibile.

     


    Il contributo ambientale è stato stimato anche sulla base delle nuove tariffe rimodulate al 2021 che vedono incrementi percentuali rispetto al 2020. Rispetto alla quantità complessiva stimata nella fase di regime per ciascun CER è ragionevole raggiungere l’importo del ricavo riportato nel q.e. soprattutto se commisurato proprio agli aumenti previsti per gli imballaggi in plastica, carta, vetro e legno.
    Tali incrementi vedono ragionevole commisurare un contributo medio di circa € 255,00  t/a per tutte le tipologie stimate rimandando ai contributi ambientali di ciascun CER che saranno in vigore dal 1 gennaio 2021 come ad esempio la carta e il cartone che avranno un ricavo di € 75,00/t.

    Per la tabella a cui fa riferimento il quesito è stato pubblicato un file denominato 
    TABELLA A CUI FA RIFEIMENTO IL QUESITO 14


     
    27/12/2020 10:34
  18. 04/01/2021 12:14 - Buon giorno,
    Avendo la scrivente già presentato in tempo utile l’offerta per la gara in questione, si richiede se, in assenza di modifiche sostanziali, possa ritenersi valida a tutti gli effetti.
    Se la stessa debba essere comunuque ritirata per effetto della stessa proroga da Voi pubblicata ai fini dell’aggiornamento della scadenza dei termini riportata nella cauzione provvisoria.
    Distinti Saluti


    L’offerta può restare caricata sul portale. nel caso in cui il concorrente avesse predisposto la garanzia provvisoria art, 93 a mezzo di polizza necessario presentare, anche in seduta di gara, un’appendice alla stessa da cui eviìncere che i 180 giorni sono dalla nuova data di scadenza delle offerte. 

     
    04/01/2021 19:07

Registrati o Accedi Per partecipare

TuttoGare


Norme tecniche di utilizzo | Policy privacy
Help desk assistenza@tuttogare.it - (+39) 02 40 031 280

Attivo dal Lunedì al Venerdì dalle 09:00 alle 18:00

Provincia di Frosinone

Piazza Gramsci, 13 Frosinone (FR)
Tel. 0775219375 - Email: gareappalti@provincia.fr.it - PEC: gare@pec.provincia.fr.it